Aforismi di Zürau

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aforismi di Zürau
Titolo originale Die Zürauer Aphorismen
Autore Franz Kafka
1ª ed. originale 1946
1ª ed. italiana 1972
Genere aforismi
Lingua originale tedesco

Gli Aforismi di Zürau sono una raccolta di 109 aforismi postumi di Franz Kafka editi da Max Brod nel 1946 con il titolo di Considerazioni sul peccato, il dolore, la speranza e la vera via[1]. Kafka li scrisse tra settembre 1917 e aprile 1918 mentre era ospite della sorella Ottla nel villaggio boemo di Zürau.

Il manoscritto consta di 105 foglietti[2], numerati dall'autore. Ervino Pocar li ha inclusi nella traduzione di Italo Alighiero Chiusano in Confessioni e diari, volume dei "Meridiani" di Mondadori nel 1972[3]. Nel 2004 la raccolta è uscita in volume singolo presso Adelphi, a cura di Roberto Calasso che ne ha consultato i manoscritti e vi ha accluso un proprio saggio.

La sorella Ottilie detta "Ottla" Kafka

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ In tedesco Betrachtungen über Sünde, Hoffnung, Leid und den wahren Weg, titolo di Brod per le Gesammelte Werke. La prima ed. critica è in Nachgelassene Schriften und Fragmente II, a cura di Jost Schillemeit, Fischer, Frankfurt a. M., 1992, pp. 113-40.
  2. ^ Il silenzio delle sirene, cit., p. 362-63.
  3. ^ Alle pp. 791-806. Nel volume di scritti postumi titolato Il silenzio delle sirene, a cura di Andreina Lavagetto, è il "manoscritto 4", alle pp. 88-104.
Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Letteratura