976 - Chiamata per il diavolo 2

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
976 - Chiamata per il diavolo 2
976 - Chiamata per il diavolo 2.jpg
Mr. Grubeck (René Assa)
Titolo originale 976-Evil II
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1992
Durata 93 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,85 : 1
Genere orrore
Regia Jim Wynorski
Soggetto Rick Glassman
Sceneggiatura Erik Anjou
Produttore Paul Hertzberg, Catalaine Knell
Produttore esecutivo Lisa M. Hansen
Casa di produzione Cinetel Films, Grey Matter Entertainment
Fotografia Zoran Hochstätter
Montaggio Nina Gilberti
Effetti speciali Apollo Effects Ltd.
Musiche Chuck Cirino
Scenografia Gary Randall
Costumi Greg LaVoi
Trucco Scott Coulter, Jeffrey S. Farley, Tom Irvin, Scott Patton
Interpreti e personaggi

976 - Chiamata per il diavolo 2 (976-Evil II), conosciuto anche come 976 - Chiamata per il diavolo 2 - Il fattore astrale è un film statunitense del 1992 diretto da Jim Wynorski.

È il seguito di 976 - Chiamata per il diavolo del 1988. Sulla falsariga del prequel, il film è incentrato su una linea telefonica denominata Horrorscope che fa da filo diretto con il Diavolo.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Mr. Grubeck, preside di un liceo, viene accusato di essere un serial killer e incarcerato. Su di lui vertono forti sospetti ed ha bisogno di un alibi. Telefona così a un numero satanico per poter uccidere mentre il suo corpo è rinchiuso in cella e potersi così scagionare. Egli riuscirà ad utilizzare il suo corpo su un piano astrale, attraversando le sbarre della cella e continuando a seminare il terrore. Robin, figlia del capo della polizia, cerca di incastrarlo definitivamente con l'aiuto di Spike, un motociclista che aveva già avuto modo in passato di conoscere le potenzialità della linea satanica.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Cinetel Films e dalla Grey Matter Entertainment e diretto da Jim Wynorski dall'11 marzo al 5 aprile 1991.[1] Un titolo alternativo è 976-EVIL 2: The Astral Factor.[2] Brigitte Nielsen interpreta in una piccola parte Agnes, un'amante dell'occulto.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu distribuito solo per l'home video nel 1992 dalla Vestron Video. Alcune delle uscite internazionali sono state:[2]

  • negli Stati Uniti ad ottobre 1991 (976-Evil II)
  • nei Paesi Bassi nel 1992 (Astral Factor)
  • nel Regno Unito nel 1992 (976-EVIL 2: The Astral Factor o 976 EVIL II: The Return)
  • in Germania l'8 aprile 1992 (in anteprima)
  • negli Stati Uniti il 22 aprile 1992 (in anteprima)
  • in Italia ad agosto 1992 (976 - Chiamata per il diavolo 2)

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Le tagline sono:[3]

  • "Call if you dare!" ("Chiama se hai il coraggio! ").
  • "This time, Satan Returns the call." ("Questa volta, Satana restituisce la chiamata.").

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo Rudy Salvagnini (Dizionario dei film horror) questo seguito è qualitativamente migliore dell'originale ma pecca comunque di una "trama prevedibile", di un cattivo non troppo "cattivo", di un livello recitativo generale mediocre e di effetti speciali poveri. Anche il finale risulta "sbrigativo" e "ridicolo".[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 976 - Chiamata per il diavolo 2 - Box office / incassi. URL consultato il 15 novembre 2011.
  2. ^ a b 976 - Chiamata per il diavolo 2 - Date di uscita. URL consultato il 15 novembre 2011.
  3. ^ (EN) 976 - Chiamata per il diavolo 2 - Tagline. URL consultato il 15 novembre 2011.
  4. ^ Scheda di 976 - Chiamata per il diavolo 2 su MYmovies

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema