Wolf Alice

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Wolf Alice
Wolf Alice live at Heaven 2014.jpg
I Wolf Alice in concerto nel 2014
Paese d'origineRegno Unito Regno Unito
GenereRock alternativo[1]
Indie rock[1]
Post-grunge
Folk
Periodo di attività musicale2010 – in attività
EtichettaDirty Hit, RCA Records
Album pubblicati3
Studio3
Logo ufficiale
Logo ufficiale
Sito ufficiale

I Wolf Alice sono un gruppo musicale alternative rock britannico formatosi nel 2010 a Londra,[2] il cui nome trae ispirazione dal decimo racconto contenuto nella raccolta La camera di sangue di Angela Carter.[3][4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel febbraio 2013 è uscito il primo singolo Fluffy, seguito in maggio da Bros. Nell'ottobre dello stesso anno è stato pubblicato l'EP Blush. Il secondo EP Creature Songs è stato diffuso nel maggio 2014.

Nel febbraio 2015 il gruppo ha pubblicato il singolo Giant Peach, estratto dall'album d'esordio My Love Is Cool, che invece è uscito in Gran Bretagna nel giugno 2015.

Il disco ha raggiunto la seconda posizione della classifica Official Albums Chart[5] ed il gruppo ha ricevuto la candidatura al Premio Mercury 2015.[6]

Nell'ambito dei Grammy Awards 2016 la band ha ricevuto una candidatura nella categoria "miglior interpretazione rock" per Moaning Lisa Smile.[7] Inoltre hanno ricevuto una nomination ai BRIT Awards 2016 come "miglior artista/gruppo rivelazione"[8] e sei candidature agli NME Awards 2016, vincendone due come "Best Live Band" e "Best Track".[9][10]

Il brano "Silk" è incluso nella soundtrack del film T2 Trainspotting, e in quella della serie Amazon "Noi, i ragazzi dello Zoo di Berlino", ispirata all'omonimo romanzo.

La canzone "Bros" è stata utilizzata nella soundtrack del gioco Square Enix: Life is Strange: Before the Storm. Grazie al successo di Blue Weekend si sono aggiudicati il loro primo BRIT Award per il gruppo britannico del 2022.[11]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Formazione attuale[modifica | modifica wikitesto]

Ex componenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Sadie Cleary – basso (2010-2012)
  • George Barlett – batteria (2010-2012)

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

  • 2013 – Blush EP
  • 2014 – Creature Songs

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 2012 – Leaving You
  • 2013 – Fluffy
  • 2013 – She
  • 2014 – Moaning Lisa Smile
  • 2015 – Giant Peach
  • 2015 – Bros
  • 2015 – You're a Germ
  • 2015 – Freazy

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Wolf Alice, su AllMusic, All Media Network.
  2. ^ Gianluca Riccardo, #SpotON - Wolf Alice, su rtl.it, RTL 102.5, 3 luglio 2015.
  3. ^ (EN) Matthew French, OTW #481: Wolf Alice, su Clash, 26 febbraio 2013.
  4. ^ (EN) Kitty Empire, Wolf Alice; Mens Adventures; Blackeye; Must – review, su The Observer, 13 gennaio 2013.
  5. ^ (EN) "2015-07-04 Top 40 UK Albums Archive", su officialcharts.com.
  6. ^ (EN) Sinead Garvan, Mercury Price win is not even on Wold Alice's mind, in BBC, 2 novembre 2015. URL consultato il 26 febbraio 2017.
  7. ^ (EN) Best rock performance: 58th Grammy Nominees, in grammy.com, 15 dicembre 2015. URL consultato il 26 febbraio 2017.
  8. ^ (EN) Jonathan McAloon, Brit Awards 2016: full list of winners, in Telegraph, 24 febbraio 2016. URL consultato il 26 febbraio 2017.
  9. ^ (EN) Red Stripe, Wolf Alice win Best Live Band supported by Red Stripe at NME Awards 2016 with Austin, Texas, in NME.com, 17 febbraio 2016. URL consultato il 26 febbraio 2017.
  10. ^ (EN) David Reshaw, Wolf Alice pick up first award of the night at NME Awards 2016 with Austin, Texas, in NME.com, 17 febbraio 2016. URL consultato il 26 febbraio 2017.
  11. ^ (EN) Roisin O'Connor, Brits 2022 live: Becky Hill wins Best Dance act after Anne-Marie performance, su The Independent, 8 febbraio 2022. URL consultato l'8 febbraio 2022.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN316875999 · ISNI (EN0000 0004 7119 595X · WorldCat Identities (ENlccn-no2015109287
  Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock