Where Did Our Love Go (singolo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Where Did Our Love Go

Artista The Supremes
Tipo album Singolo
Pubblicazione 17 giugno 1964
Durata 2:33
Genere Rhythm and blues
Pop
Doo-wop
Etichetta Motown
M 1060
Produttore Brian Holland
Lamont Dozier
Registrazione 8 aprile 1964 (Hitsville U.S.A.; Studio A)
The Supremes - cronologia
Singolo precedente
Singolo successivo
Baby Love(1964)

Where Did Our Love Go è una canzone del gruppo pop statunitense The Supremes pubblicata come singolo nel 1964 dalla Motown.

Composta e prodotta dal trio di compositori più importanti dell'etichetta discografica, Holland-Dozier-Holland, fu il primo singolo della band ad essere arrivato al numero uno della "Billboard Hot 100 pop singles chart" negli Stati Uniti, dove rimase per due settimane consecutive, dal 16 al 29 agosto 1964 e della "Cash Box R&B singles chart".[1][2][3] Fu anche la prima di una serie di cinque hit delle Supremes che si susseguirono una dietro l'altra (rispettivamente Baby Love, Come See About Me, Stop! In the Name of Love e Back in My Arms Again).

Si trova alla posizione 475 della lista delle 500 migliori canzoni della storia redatta dalla rivista inglese Rolling Stone[4]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Secondo Brian Holland, Where Did Our Love Go fu scritta con le Supremes in mente.[5] Anche se il membro del gruppo Mary Wilson dirà più tardi che la canzone era stata inizialmente composta per le The Marvelettes, Holland e quest'ultime negarono fin dall'inizio questa affermazione. Katherine Anderson-Schnaffer infatti, una delle cantanti delle Marvelettes, successivamente disse che il brano non era abbastanza all'altezza per il repertorio del suo gruppo essendo troppo lento e malinconico. Quando finalmente le Supremes acconsentirono per eseguire la composizione, i membri della formazione, ascoltando le prime prove di registrazione, non erano soddisfatte, poiché, come poi confermò Florence Ballard, volevano che la voce principale fosse uguale a quella delle Marvelettes in Please Mr. Postman.[6] Seppure quindi ritenevano che Where Did Our Love Go non sarebbe diventando per niente un successo ma non avendo comunque scelta di cambiarlo a causa di vincoli contrattuali, decisero di entrare in studio a registrarlo.[7]

Inizialmente, i produttori sostennero che a prestare la prima voce fosse proprio Mary Wilson, ma dopo che Berry Gordy aveva preso il ruolo principale di cantante al posto di Diana Ross, optarono di far rivestire il ruolo di canto solista a quest'ultima. Questa cantò nel suo registro originale (che era abbastanza alto) dopo che il gruppo entrò nello studio di registrazione per incidere il pezzo l'8 aprile del '64. Ciò però fece innervosire Holland che voleva invece che ella cantasse in un tono inferiore. Come risultato, Diana iniziò a intonare la lirica della canzone in chiave minore in modo molto difficoltoso. La sua voce infatti appare molto soffusa e stentata. Questa operazione di "smorzamento vocale" non risparmiò neanche le altre Supremes che, mentre sulle incisioni precedenti cantavano in modo energetico e presente, qui dovettero limitarsi a ripetere "Where did our love go?" e "baby,baby". Lamont Dozier dovette quindi ri-arrangiare completamente i cori. Fortunatamente, queste fatiche vennero premiate: ascoltando il risultato finale, sia la band femminile che i compositori ne rimasero enormemente soddisfatti ed eccitati.

Pubblicazione e reazioni della critica[modifica | modifica sorgente]

Where Did Our Love Go fu pubblicata come singolo (accompagnata nel lato b da He Means the World to Me) il 17 giugno del 1964 ed entrò immediatamente nella Hot 100 (posto 77). Sei settimane dopo, periodo in cui le Supremes erano in tour con Dick Clark nella "American Bandstand Caravan of Stars", la canzone schizzò fino al primo posto[8] restandoci per due settimane. Le ragazze iniziarono il tour che erano nella parte inferiore del grafico; con la sua conclusione, ne avevano toccato la cima. Eseguirono la canzone il 26 gennaio del 1960 nel varietà della NBC, "Hullabaloo!".[9]

Questa enorme notorietà porto le Supremes a registrare un album, il loro secondo, chiamato proprio Where Did Our Love Go in cui inserirono la title-track. Inoltre, per diffondere il brano nell'ambiente musicale tedesco, esse ne registrarono una versione completamente in tedesco.

Contesto culturale[modifica | modifica sorgente]

La canzone sembrava aver trovato un accordo negli Stati Uniti e con il passare del tempo divenne il simbolo di un gruppo e di un'epoca: riguardo al primo perché grazie proprio ad essa e alle altre quattro hit che la seguirono, le Surpemes vennero considerate come l'unico gruppo di musica popolare ad aver raggiunto un tale successo nei grafici di vendita negli anni '60; per il secondo invece perché il brano, pubblicato appena dopo l'uscita del Civil Rights Act (1964), cattura perfettamente lo spirito di un'America scossa dall'assassinio del Presidente John F. Kennedy, dalle tensioni razziali e dall'aumentato del coinvolgimento degli Stati Uniti in Vietnam.[10]

Cover[modifica | modifica sorgente]

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Classifiche[modifica | modifica sorgente]

Classifica Posizione
U.S.A. Billboard Hot 100 1
U.S. Cash Box R&B Singles Chart 1
U.S. Cash Box Pop Singles Chart 1
RPM Top 40 1
UK Singles Chart 3
MegaCharts 4
VG-lista 6

Classifica di fine anno[modifica | modifica sorgente]

Classifica (1964) Posizione
U.S. Cash Box Year-end Chart 15

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Joel Whitburn, Top R&B/Hip-Hop Singles: 1942-2004, Record Research, 2004, p. 558.
  2. ^ Billboard Hot 100 in Billboard, vol. 76, n. 34, Nielsen Company, 1964, pp. 20. URL consultato il 9 May 2011.
  3. ^ Billboard Hot 100 in Billboard, vol. 76, n. 35, Nielsen Company, 1964, pp. 22. URL consultato il 9 May 2011.
  4. ^ The RS 500 Greatest Songs of All Time, RollingStone.com. URL consultato il 19 giugno 2008.
  5. ^ Unsung: The Marvelettes, TV One, 2012
  6. ^ Unsung: Florence Ballard, TV One, 2010
  7. ^ Jason Hoffer, Mary Wilson, Mary Wilson of the Supremes interview - Getting biographical with Mary Wilson (Part 2 of 2) (audio), 1:52, Going Thru Vinyl Ltd.. URL consultato il 18 agosto 2012.
  8. ^ Show 26 - The Soul Reformation: Phase two, the Motown story. [Part 5] : UNT Digital Library
  9. ^ Hullabaloo: episodio 1x3, Show #3, NBC, January 26, 1965.
  10. ^ Taraborrelli, J. Randy. Call Her Miss Ross ISBN 1-55972-006-9 pp 98