Waku Waku 7

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Waku Waku 7
Waku7.png
Waku Waku 7
Sviluppo Sunsoft
Pubblicazione Sunsoft
Data di pubblicazione 1996
Genere Picchiaduro a incontri
Modalità di gioco 1-2 giocatori
Piattaforma Arcade, Neo Geo, Sega Saturn
Periferiche di input joystick, 3 pulsanti

Waku Waku 7 è un videogioco di tipo picchiaduro uno contro uno, realizzato dalla Sunsoft nel 1996 come arcade game per Neo Geo e successivamente convertito per Sega Saturn. La particolarità del titolo sta nella grafica molto allegra e colorata, insolita per giochi di questo genere, e nella caratterizzazione dei personaggi, che si rifanno apertamente a stereotipi e personaggi celebri degli anime, oppure ad altri personaggi di picchiaduro.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La trama è semplice, apparentemente basata sulla prima serie di Dragon Ball, e narra di sette sfere dei colori dell'arcobaleno che, se riunite, sono in grado di esaudire un desiderio al fortunato possessore. Ognuno dei personaggi ne possiede una e vuole scontrarsi con gli altri (più una copia di se stesso, probabilmente inserita solo per aumentare il numero degli incontri) per poter esprimere un desiderio.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Arina (Arina Makihara): una ragazza dotata di un paio di orecchie da coniglio, è uno dei due protagonisti del gioco assieme a Rai e possiede la sfera arancione. Le sue mosse ricordano in parte quelle di Athena Asamiya dei picchiaduro SNK. La musica di sottofondo del suo stage è l'unica ad avere la parte cantata. Si presenta agli incontri accompagnata dalle amiche, anch'esse dotate di orecchie di animali diversi.
  • Mauru (Marurun nella versione giapponese): una buffa creatura viola, chiaramente ispirata ai Totoro de Il mio vicino Totoro di Hayao Miyazaki. Sulla sua schiena c'è una bimbetta di nome Mugi, che possiede la sfera verde. Per essere una creatura grossa è anche piuttosto agile. Molte sue mosse e atteggiamenti sembrano derivare da Sasquatch di Darkstalkers.
  • Politank-Z: un mecha/carro armato in dotazione alle forze di polizia, è pilotato dall'interno dal capo della polizia, un nano, e dal suo cane che svolge funzioni di meccanico. I due possiedono la sfera azzurra. Politank-Z è dotato di numerose armi di vario tipo, così come dell'attacco speciale più lento ma anche più devastante del gioco.
  • Rai (Rai Bakuoh): il suo nome in giapponese significa "tuono", e in effetti questo quindicenne è provvisto di varie mosse basate sull'elettricità, vagamente simili a quelle di Terry Bogard dei picchiaduro SNK come Fatal Fury e The King of Fighters. Caratterialmente è basato sullo stereotipo del protagonista di anime giovane e sbruffone. I suoi punti di forza sono l'agilità e l'estrema elevazione nei salti. Possiede la sfera rossa.
  • Dandy-J: un omaggio a Indiana Jones nel nome, nell'aspetto (cappello e frusta, la sua arma principale) e nella professione di cacciatore d'antichità e tesori, si tratta di un personaggio basato su prese e attacchi a corto raggio; somiglia anche a Joseph Joestar di Le bizzarre avventure di JoJo. Dandy-J possiede la sfera indaco ed è sempre accompagnato dalla figlia Natsumi e da un gatto bianco, che a volte intervengono in battaglia.
  • Slash: un cacciatore di mostri che però è egli stesso un non-umano (sembrerebbe un elfo), fa parte della categoria dei bishōnen (ragazzi graziosi ed un po' effeminati). Combatte con una spada di luce ed è in grado con essa di effettuare attacchi a lunga distanza e di teletrasportarsi. Possiede la sfera viola.
  • Tesse: una cameriera robot provvista di buffi attacchi collegati alle sue funzioni, con le sue appendici che si trasformano in siringhe, lucidatrici ecc. Un altro tipo d'attacco bizzarro è il lancio d'oggetti vari, similmente a quanto fa Hsien-Ko della serie Darkstalkers. Possiede la sfera gialla

Oltre ai sette personaggi principali, ve ne sono altri due:

  • Bonus-kun: un personaggio che appare negli incontri bonus, è un sacco da boxe vivente che fa la parodia di Ryu di Street Fighter; molte sue mosse sono infatti direttamente copiate da quelle del celebre lottatore Capcom, e anche la sua fascia rossa intorno alla "fronte" è indicativa in questo senso. Bonus-kun è apparso per la prima volta in Galaxy Fight, un precedente picchiaduro Sunsoft.
  • Fernandez (anche noto come Fernandeath in Giappone): il demone che viene liberato alla riunione delle sette sfere, è un essere nero a forma di palla dall'espressione ebete, con piccole mani, piedi e ali. Dato che è gigantesco, gli altri personaggi vengono ingranditi alle sue dimensioni prima di affrontarlo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi