Vicepresidente del Governo di Spagna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vicepresidente del Governo di Spagna
Vicepresidente del Gobierno de España
Escudo de España (mazonado).svg
StatoSpagna Spagna
TipoVicecapo del governo
In caricaCarmen Calvo (PSOE)
Nadia Calviño (Indipendente)
Yolanda Díaz (IU)
Teresa Ribera (PSOE)
da13 gennaio 2020
Istituito3 ottobre 1840
SedeEdificio Semillas, Palazzo della Moncloa, Madrid
Sito webmpr.gob.es

Il vicepresidente del governo di Spagna (in spagnolo: Vicepresidente del Gobierno de España) è la seconda figura più importante del Governo della Spagna. Il vicepresidente del governo, tradizionalmente, è di solito il ministro della Presidenza, il quale è a capo del Ministero della Presidenza, delle Relazioni con i tribunali e l'uguaglianza. È nominato, su proposta del Presidente del Governo, dal Re di Spagna, davanti al quale presta giuramento o promessa. Il suo mandato, come quello del resto del governo, è collegato a quello del presidente, cessando automaticamente non appena termina il mandato.

Attualmente ci sono quattro vicepresidenti del governo spagnolo: Carmen Calvo, Nadia Calviño, Yolanda Díaz e Teresa Ribera, nominati dal presidente del governo, Pedro Sánchez per il suo secondo governo.

Regolamentazione[modifica | modifica wikitesto]

Nomina[modifica | modifica wikitesto]

Nominato da regio decreto su proposta del presidente del governo, il vicepresidente è, tuttavia, oggetto di un decreto separato dagli altri membri del governo, prova della sua specificità nell'organismo governativo.

Base giuridica[modifica | modifica wikitesto]

L'esistenza dei vicepresidenti è garantita dall'articolo 98 della Costituzione del 1978, che stabilisce che "il governo sarà composto dal presidente, se del caso, dai vicepresidenti, dai ministri e da altri membri, secondo quanto stabilito dalla legge" e dall'articolo 1 della legge sul governo (Ley del Gobierno).[1]

Funzione[modifica | modifica wikitesto]

Il vicepresidente esercita le funzioni assegnategli dal presidente del governo. Inoltre, ha la possibilità di detenere un portafoglio ministeriale. Infine, il vicepresidente (o il primo di essi) esercita temporaneamente le funzioni del presidente in caso di vacanza, assenza o malattia.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dall'inizio del periodo democratico del 1977, il numero dei vicepresidenti è variato da uno a tre a seconda dei governi succedutisi.

Il socialista Alfonso Guerra detiene, con quasi nove anni in carica, il record di longevità per la vicepresidenza del governo, mentre il governo di Leopoldo Calvo-Sotelo Bustelo è l'unico a non aver contato per un certo tempo, nessun vicepresidente. María Teresa Fernández de la Vega è stata la prima donna a detenere una posizione del genere.

Lista dei primi vicepresidenti di Spagna[modifica | modifica wikitesto]

Franchismo[modifica | modifica wikitesto]

Transizione spagnola[modifica | modifica wikitesto]

Democrazia[modifica | modifica wikitesto]

Legislatura Inizio Fine Nome Partito
Costituente
(1977-1979)
4 luglio 1977 5 aprile 1979 Manuel Gutiérrez Mellado militare
I (1979-1982) 6 aprile 1977 26 febbraio 1981 Manuel Gutiérrez Mellado militare
2 dicembre 1981 30 luglio 1982 Rodolfo Martín Villa UCD
30 luglio 1982 2 dicembre 1982 Juan Antonio García Díez UCD
II (1982-1986) 3 dicembre 1982 25 luglio 1986 Alfonso Guerra González PSOE
III (1986-1989) 26 luglio 1986 6 dicembre 1989 Alfonso Guerra González PSOE
IV (1989-1993) 7 dicembre 1989 14 gennaio 1991 Alfonso Guerra González PSOE
12 marzo 1991 13 luglio 1993 Narcís Serra i Serra PSOE
V (1993-1996) 14 luglio 1993 5 maggio 1996 Narcís Serra i Serra PSOE
VI (1996-2000) 6 maggio 1996 27 aprile 2000 Francisco Álvarez-Cascos PP
VII (2000-2004) 28 aprile 2000 3 settembre 2003 Mariano Rajoy Brey PP
3 settembre 2003 17 aprile 2004 Rodrigo Rato Figaredo PP
VIII (2004-2008) 18 aprile 2004 14 aprile 2008 María Teresa Fernández de la Vega Sanz PSOE
IX (2008-2011) 14 aprile 2008 20 ottobre 2010 María Teresa Fernández de la Vega Sanz PSOE
20 ottobre 2010 12 luglio 2011 Alfredo Pérez Rubalcaba PSOE
12 luglio 2011 22 dicembre 2011 Elena Salgado Méndez PSOE
X (2011-2015) 22 dicembre 2011 21 dicembre 2015 Soraya Sáenz de Santamaría PP
XI (2015-2016) 22 dicembre 2015 3 novembre 2016 Soraya Sáenz de Santamaría PP
XII-XIII (2016-2019)
4 novembre 2016 7 giugno 2018 Soraya Sáenz de Santamaría PP
7 giugno 2018 13 gennaio 2020 Carmen Calvo Poyato PSOE
XIV (2019-attuale) 13 gennaio 2020 in carica Carmen Calvo Poyato PSOE

Elenco dei secondi vicepresidenti di Spagna[modifica | modifica wikitesto]

Franchismo[modifica | modifica wikitesto]

Transizione spagnola[modifica | modifica wikitesto]

Democrazia[modifica | modifica wikitesto]

Legislatura Inizio Fine Nome Partito
Costituente
(1977-1979)
4 luglio 1977 5 aprile 1979 Enrique Fuentes Quintana UCD
I (1979-1982) 6 aprile 1979 9 settembre 1980 Fernando Abril Martorell UCD
9 settembre 1980 26 febbraio 1981 Leopoldo Calvo-Sotelo Bustelo UCD
2 dicembre 1981 30 luglio 1982 Juan Antonio García Díez UCD
II (1982-1986) 3 dicembre 1982 25 luglio 1986 posizione inesistente PSOE
III (1986-1989) 26 luglio 1986 6 dicembre 1989 posizione inesistente PSOE
IV (1989-1993) 7 dicembre 1989 13 luglio 1993 posizione inesistente PSOE
V (1993-1996) 14 luglio 1993 5 maggio 1996 posizione inesistente PSOE
VI (1996-2000) 6 maggio 1996 27 aprile 2000 Rodrigo Rato Figaredo PP
VII (2000-2004) 28 aprile 2000 3 settembre 2003 Rodrigo Rato Figaredo PP
3 settembre 2003 17 aprile 2004 Javier Arenas Bocanegra PP
VIII (2004-2008) 18 aprile 2004 14 aprile 2008 Pedro Solbes Mira PSOE
IX (2008-2011) 14 aprile 2008 7 aprile 2009 Pedro Solbes Mira PSOE
7 aprile 2009 12 luglio 2011 Elena Salgado Méndez PSOE
12 luglio 2011 22 dicembre 2011 Manuel Chaves González PSOE
X (2011-2015) 22 dicembre 2011 21 dicembre 2015 posizione inesistente PP
XI (2015-2016) 22 de dicembre 2015 3 de novembre 2016 posizione inesistente
XII-XIII (2016-2019) 4 novembre 2016 13 gennaio 2020 posizione inesistente PSOE
XIV (2019-attuale) 13 gennaio 2020 marzo 2021 Pablo Iglesias Turrión Podemos
marzo 2021 in carica Nadia Calviño Santamaría Indipendente

Elenco dei terzi vicepresidenti di Spagna[modifica | modifica wikitesto]

Democrazia[modifica | modifica wikitesto]

Legislatura Inizio Fine Nome Partito
Costituente
(1977-1979)
4 luglio 1977 5 aprile 1979 Fernando Abril Martorell UCD
I (1979-1982) 6 aprile 1979 30 luglio 1982 posizione inesistente UCD
II (1982-1986) 3 dicembre 1982 25 luglio 1986 posizione inesistente PSOE
III (1986-1989) 26 luglio 1986 6 dicembre 1989 posizione inesistente PSOE
IV (1989-1993) 7 dicembre 1989 13 luglio 1993 posizione inesistente PSOE
V (1993-1996) 14 luglio 1993 5 maggio 1996 posizione inesistente PSOE
VI (1996-2000) 6 maggio 1996 27 aprile 2000 posizione inesistente PP
VII (2000-2004) 28 aprile 2000 17 aprile 2004 posizione inesistente PP
VIII (2004-2008) 18 aprile 2004 14 aprile 2008 posizione inesistente PSOE
IX (2008-2011) 14 aprile 2008 7 aprile 2009 posizione inesistente PSOE
7 aprile 2009 12 luglio 2011 Manuel Chaves González PSOE
12 luglio 2011 22 dicembre 2011 posizione inesistente PSOE
X (2011-2015) 22 dicembre 2011 21 dicembre 2015 posizione inesistente PP
XI (2015-2016) 22 dicembre 2015 3 novembre 2016 posizione inesistente
XII (2016-attuale) 4 novembre 2016 in carica posizione inesistente

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (ES) Re di Spagna, Ley 50/1997, de 27 de noviembre, del Gobierno, su noticias.juridicas.com, 28 novembre 1997. URL consultato l'8 maggio 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]