Vicariato apostolico della Germania settentrionale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vicariato apostolico della Germania settentrionale
Vicariatus Apostolicus Germaniae Septentrionalis
Chiesa latina
Erezione 28 aprile 1667
Soppressione 13 agosto 1930
Dati dall'Annuario pontificio (ch)
Chiesa cattolica in Germania

Il vicariato apostolico della Germania settentrionale (in latino: Vicariatus Apostolicus Germaniae Septentrionalis) è una sede soppressa della Chiesa cattolica.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

In origine, il vicariato apostolico si estendeva in Europa Settentrionale e comprendeva i territori settentrionali della Germania (Sassonia, Brema, Renania, Vestfalia) nonché i territori dell'odierna Danimarca, Svezia, Norvegia e la Slesia.

Al momento della soppressione, il vicariato apostolico si estendeva sui seguenti territori della Repubblica di Weimar: lo Stato di Brema, la città libera di Amburgo, la città libera di Lubecca, l'exclave di Lubecca del Libero Stato di Oldenburg, il Meclemburgo-Schwerin, il Meclemburgo-Strelitz e lo Schaumburg-Lippe.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Con l'avvento della Riforma protestante la Chiesa cattolica aveva visto sopprimere de facto la totalità delle diocesi del nord della Germania e della Scandinavia. Solo piccoli gruppi erano rimasti fedeli al cattolicesimo e per questi la Congregazione di Propaganda Fide istituì nel 1622 le missioni nordiche, affidate a tre nunzi apostolici: al nunzio di Colonia erano affidate le missioni nella Germania settentrionale; a quello di Varsavia le missioni della Svezia e del Meclemburgo; infine al nunzio di Bruxelles erano affidate le missioni cattoliche in Danimarca e Norvegia.

Il lieve aumento del numero dei cattolici in questi Paesi determinò Propaganda Fide all'erezione del vicariato apostolico delle Missioni del Nord, il 28 aprile 1667, con sede a Brema.

Nel XVIII secolo il territorio si ridusse per l'erezione del vicariato apostolico dell'Alta e Bassa Sassonia, eretto il 6 aprile 1709 e soppresso nel 1780; del vicariato apostolico della Sassonia, eretto nel 1743 e soppresso nel 1921; e del vicariato apostolico di Svezia (oggi diocesi di Stoccolma), eretto il 23 settembre 1783.

A seguito del congresso di Vienna (1815) e della ridefinizione dei confini degli Stati membri della Confederazione germanica, la Santa Sede intervenne con una serie di bolle pontificie che ridisegnarono la geografia ecclesiastica tedesca. Nel 1821 e nel 1824, con le bolle De salute animarum e Impensa romanorum pontificum, il vicariato apostolico cedette porzioni del suo territorio che vennero incorporate nelle diocesi di Münster, Paderborn, Breslavia, Osnabrück e Hildesheim.

Nel 1834 cedette un'ulteriore porzione del suo territorio per l'erezione del vicariato apostolico di Anhalt.

Papa Gregorio XVI il 17 settembre 1839 con il breve Ex pastoralis stabilì ad Amburgo la residenza del vicariato apostolico.

Il 7 agosto 1868 cedette altre porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione della prefettura apostolica di Danimarca (oggi diocesi di Copenaghen) e della prefettura apostolica dello Schleswig-Holstein e contestualmente assunse il nome di vicariato apostolico della Germania settentrionale.

A partire dal 1846 il vicariato apostolico fu amministrato, in qualità di pro-vicari, dai vescovi di Osnabrück, ai quali, dal 15 novembre 1921, fu attribuito il titolo di vicari apostolici.

Nei primi anni del XX secolo il vicariato apostolico contava all'incirca 79.000 cattolici distribuiti in 17 parrocchie e altrettante stazioni missionarie; i preti erano circa 47 e 10 le comunità religiose femminili.

Infine, il 13 agosto 1930 fu soppresso con la bolla Pastoralis officii di papa Pio XI ed il suo territorio incorporato in quello della diocesi di Osnabrück.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN301085639 · GND (DE1034495526 · WorldCat Identities (EN301085639
Diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi