Varignano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Varignano
frazione
Varignano – Veduta
Il complesso militare del Varignano
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Liguria.svg Liguria
Provincia Provincia della Spezia-Stemma.png La Spezia
Comune Porto Venere-Stemma.png Porto Venere
Territorio
Coordinate 44°03′34.41″N 9°50′16.95″E / 44.059558°N 9.838042°E44.059558; 9.838042 (Varignano)Coordinate: 44°03′34.41″N 9°50′16.95″E / 44.059558°N 9.838042°E44.059558; 9.838042 (Varignano)
Abitanti
Altre informazioni
Cod. postale -
Prefisso -
Fuso orario UTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Varignano
Varignano

Il Varignano è una frazione del comune di Porto Venere in provincia della Spezia, ubicata sul litorale orientale del Golfo dei Poeti.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio del Varignano è circoscritto ad un breve tratto di costa del golfo ed è costituito da una baia che si affaccia sul golfo spezzino. La baia è delimitata da due promontori: sul primo è ubicato il Comando Subacquei ed Incursori, sul secondo una batteria della Marina militare, prospiciente alla diga foranea.

Il Varignano è raggiungibile attraverso la strada S.S.530 "di Porto Venere".

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Domenica del Corriere - 30 novembre 1924

La località del Varignano era già frequentata in epoca romana, come testimoniano i resti archeologici di una villa da cui provengono statue e reperti vari di età adrianea.

La località seguì le vicende del borgo della Spezia e del suo golfo, con il susseguirsi delle varie dominazioni. Le notizie più antiche su questa località sono contenute in documenti dell'XI secolo, legati alla famiglia degli Obertenghi.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture militari[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Fortezza del Varignano.

In epoca molto più tarda la Repubblica di Genova, per la sua posizione isolata, vi costruisce nel 1724 un Lazzaretto per sottoporvi a quarantena equipaggi e merci. Così la località diviene comunemente nota anche con la denominazione di Lazzaretto; l'utilizzo per questa funzione rimase fino alla metà del XIX secolo quando, a seguito del forte sviluppo della Spezia, si rese necessario rimuoverla definitivamente e trasferirla all'isola dell'Asinara nel 1866.

Nel 1862, nell'ospedale del forte, fu ospitato Giuseppe Garibaldi, ferito nello scontro con l'esercito piemontese all'Aspromonte. Il forte è tuttora sede del Comando Subacquei ed Incursori.