Valhalla Rising - Regno di sangue

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Valhalla Rising - Regno di sangue
Valhalla Rising.jpg
Mads Mikkelsen in una scena del film
Titolo originaleValhalla Rising
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneDanimarca, Regno Unito
Anno2009
Durata88 min
Rapporto2,35:1
Genereepico, drammatico
RegiaNicolas Winding Refn
SoggettoNicolas Winding Refn
SceneggiaturaNicolas Winding Refn, Roy Jacobsen
ProduttoreJohnny Andersen, Bo Ehrhardt, Henrik Danstrup, Karen Smyth (co-produttore)
Produttore esecutivoLene Børglum, Carole Sheridan, Linda James, Joni Sighvatsson, Mads Peter Ole Olsen, Christine Alderson, Yves Chevalier, Thorir Sigurjónsson
Casa di produzioneBBC Films, Nimbus Film, One Eye Production, Blind Eye Productions, La Belle Allée Productions, Scanbox Films
Distribuzione (Italia)BiM Distribuzione
FotografiaMorten Søborg
MontaggioMat Newman
MusichePeterpeter, Peter Kyed
ScenografiaLaurel Wear
CostumiGill Horn
TruccoNiamh Morrison
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
  • Maurizio Di Girolamo: Hagen

Valhalla Rising - Regno di sangue[1] (Valhalla Rising) è un film del 2009 diretto da Nicolas Winding Refn al suo settimo film, il terzo in lingua inglese; con questo film il regista torna a collaborare con l'attore Mads Mikkelsen dopo i primi due capitoli della Trilogia Pusher (Pusher - L'inizio e Pusher II - Sangue sulle mie mani) e Bleeder.

È stato presentato nella selezione ufficiale del Toronto International Film Festival e fuori concorso alla 66ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film è diviso in sei capitoli consecutivi che rappresentano le sei principali tappe del viaggio dei due protagonisti (One-Eye e il bambino pagano) verso la ricerca di redenzione.

  • Capitolo primo: Ira

Un uomo muto e senza un occhio è tenuto prigioniero da un gruppo di vichinghi. Questi lo lasciano uscire da una gabbia solo per combattere contro altri guerrieri in cruenti scontri corpo a corpo. Nonostante le vessazioni cui è sottoposto, l'uomo appare invincibile. Un giorno riesce a liberarsi dei suoi carcerieri: li uccide tutti tranne uno, il ragazzo addetto al suo sostentamento.

  • Capitolo secondo: Il guerriero silenzioso

I due vagano per le brughiere fino a incontrare un piccolo gruppo di vichinghi cristiani, intenzionati a recarsi in Terra santa per combattere gli infedeli. Si uniscono a loro.

  • Capitolo terzo: Gli uomini di Dio

Il gruppo inizia il viaggio in mare; presto una fitta nebbia impedisce loro di tenere la rotta. Quando la compagnia, piagata dalla sete, sembra spacciata, la nave avvista di nuovo terra.

  • Capitolo quarto: La Terra Santa

Il luogo raggiunto non è quello voluto, bensì una terra sconosciuta ed ostile popolata da tribù primitive.

  • Capitolo quinto: Inferno

Emerge l'ipocrisia dei guerrieri cristiani dal loro leader: se questa non è la Terra Santa, bisogna fare in modo di assoggettare le tribù primitive, convertirle al cristianesimo e gettare le basi per un dominio totalmente nuovo, delle cui ricchezze beneficerranno loro soltanto. Il gruppo si divide e si sfalda.

  • Capitolo sesto: Il sacrificio

Il guerriero muto si disinteressa del destino degli ultimi compagni, con l'eccezione di quello del bambino. Il suo unico interesse è seguire il proprio fato, guidato da visioni profetiche: sempre per bocca del bambino, rivelerà la loro condanna a morte. L'ultimo passo è il sacrificio di se stesso per salvare il bambino, ed il raggiungimento della propria redenzione.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Valhalla Rising - Regno di sangue, dvdland.it. URL consultato il 18 aprile 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema