Pusher II - Sangue sulle mie mani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pusher II - Sangue sulle mie mani
Pusher 2 Mikkelsen.jpg
Mads Mikkelsen in una scena del film
Titolo originale Pusher II
Paese di produzione Danimarca
Anno 2004
Durata 100 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Nicolas Winding Refn
Soggetto Nicolas Winding Refn
Sceneggiatura Nicolas Winding Refn
Produttore Henrik Danstrup, Nicolas Winding Refn
Fotografia Morten Søborg
Montaggio Anne Østerud, Janus Billeskov Jansen
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi
  • Bodil Awards (Miglior attore protagonista - Mads Mikkelsen)
  • Robert Awards (Miglior attore protagonista - Mads Mikkelsen)
  • Zulu Awards (Miglior attore protagonista - Mads Mikkelsen)

Pusher II - Sangue sulle mie mani (Pusher II) è un film del 2004 diretto da Nicolas Winding Refn, secondo capitolo dell'omonima trilogia uscito a otto anni di distanza dal primo capitolo. [1]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Tonny è appena stato scarcerato, e non riuscendo a trovare il suo vecchio compagno e amico Frank, del quale non ricorda quasi nulla a causa di un'amnesia, decide di andare a lavorare per conto del padre Smeden, il quale nutre per Tonny un senso di apatia e distacco, una situazione che ha un forte peso sulla stabilità emotiva di Tonny il quale sperava di trovare conforto nella figura paterna. Tonny scopre anche di aver messo incinta una prostituta con la quale era andato prima di finire in prigione, e si trova davanti ad un figlio da mantenere, cercando di ritrovare una posizione ormai perduta nel mondo della droga.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • La decisione del regista Nicolas Winding Refn di tornare sui propri passi e di realizzare un seguito del film Pusher - L'inizio ha origine dall'insuccesso dei due film Bleeder e Fear X, i quali hanno gettato in una crisi economica il regista proprio mentre Pusher - L'inizio diventava sempre più un cult fra gli appassionati. Il motivo del ritorno a questo mondo però non è solo di natura commerciale, il regista ha voluto esplicitamente esternare le proprie insicurezze e le paure che stava vivendo, creando un film basato sulla psicologia del protagonista e mettendo in secondo piano la violenza, realizzando un film che a detta dei fan è ai livelli dell'originale se non superiore.
  • L'attore Mads Mikkelsen ha ricevuto numerosi elogi dalla critica per la sua interpretazione del protagonista, tanto da spingerlo a lavorare di nuovo con il regista nel film Valhalla Rising - Regno di sangue del 2009. [2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.imdb.com/title/tt0396184/
  2. ^ http://www.imdb.com/title/tt0862467/?ref_=sr_1

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema