Union Sportive Arlequins Perpignanais

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Union Sportive Arlequins Perpignan
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
USA Perpignan logo.svg
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Colori 600px Giallo oro e Rosso a strisce in riquadro a losanga.svg Giallo · rosso
Dati societari
Città Perpignano
Paese Francia Francia
Sede Allée Aimé Giral
F-66000 Perpignano
Federazione Flag of France.svg Francia
Campionato Pro D2
Fondazione 1902
Presidente Francia Daniel Besson
Allenatore Francia Marc Delpoux
Palmarès
Silver Dish.pngSilver Dish.pngSilver Dish.pngSilver Dish.pngSilver Dish.pngSilver Dish.pngSilver Dish.png
7 campionati francesi
3 coppe di Francia
Stadio
Perpignan Stade Aime Giral.jpg
Stade Aimé Giral
(15 000 posti)
usap.fr

L'Union Sportive des Arlequins Perpignanais (USAP) (cat. Unió Esportiva Arlequins de Perpinyà, Unione sportiva degli arlecchini di Perpignano ) è un club francese di rugby a 15 di Perpignano. Sette volte campione di Francia (la più recente nel 2008-09), vanta il sesto palmarès nazionale - a pari merito del Bordeaux - dopo Tolosa, Stade français, Béziers, Agen e Lourdes.

La squadra è sempre stata presente in prima divisione francese dal 1911; solo il citato Tolosa vanta un'ininterrotta militanza più lunga; a livello europeo il suo miglior risultato di sempre è la finale della Heineken Cup 2002-03, persa proprio contro il Tolosa.

Nel campionato 2013-14 si classifica al penultimo posto e viene retrocessa in PRO D2.

I colori sociali del club riprendono quelli della Catalogna e della città di Perpignano, il giallo oro e il rosso; la squadra disputa i suoi incontri interni allo stadio Aimé Giral, la cui capienza è di circa 15 000 spettatori.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

È un club che tiene molto alle radici catalane della regione perpignanese. Recentemente ha cambiato il colore "blu cielo" delle sue maglie nel "sangue e oro" (sang i or) dei colori nazionali catalani ed il suo motto è in lingua catalana: Sempre endavant! (Sempre avanti!). Inoltre il club ha scelto di far disputare il quarto di finale di Heineken Cup 2010-11 contro il Tolone allo Stadio Olimpico di Barcellona.

Identità[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1997, il club ha preso il nome di Unione Sportiva Arlequins Perpignan-Roussillon ed ha cambiato i colori delle maglie, abbandonando l'azzurro-cielo tradizionale per il "sangue e oro" della Catalogna[1]. Questo a simboleggiare la forte identità catalana sempre evidenziata in anni recenti. Il motto del club (in catalano) è Sempre Endavant, che significa "Sempre avanti". Il suo inno ufficiale è l' estaca, inno catalano contro l'oppressione di Franco composto nel 1968 da Lluís Llach. Il club sta cercando di sviluppare e diffondere il rugby oltre i Pirenei. Nel 2004, ha lanciato una partnership con il FC Barcelone, club sportivo estremamente potente, che ha anche una sezione di rugby. Ha in programma di svolgere regolarmente alcune partite a Barcellona in futuro.

Club "focoso", l'USAP non ha sempre brillato per la stabilità dei suoi presidenti, soprattutto dopo l'avvento del professionismo nel rugby (1995).

Marcel Dagrenat, uomo d'affari arrivato al club nel 1996 come manager nominato Presidente nel Consiglio del 25 ottobre 2000, è riuscito a modernizzare e consolidare il club come entità professionale in grado di svolgere un ruolo guida sia a livello francese che europeo. Crea la holding 'USAP per sempre', principale azionista del club (circa l'80% delle azioni), di cui è presidente e presiede anche la società sportiva.

Stanco delle lotte intestine, in particolare con l'associazione che gestisce il settore amatoriale del club, e criticato per la sua gestione a volte autoritaria, si dimette il 17 ottobre 2006. Con un colpo teatrale un mese dopo, il 23 novembre 2006 con il suo gruppo, riprende le redini della holding 'USAP per sempre' , grazie al voto dell'Associazione dei veterani della USAP che detiene solo l'1% delle azioni della holding ma che si è rivelato decisivo. Marcel Dagrenat è notoriamente associato con Jordi Pujol, figlio dell'ex presidente del governo autonomo della Catalogne.

Nel luglio 2007, un cambio di alleanza nell'azienda mette in minoranza il gruppo di Marcel Dagrenat che è stato deposto il 13 luglio e viene sostituito da Paul Goze che è nominato presidente della SASP USAP nel corso dell'Assemblea del 6 agosto 2007.

Nel giugno 2010, il nuovo presidente del Barcellona, Sandro Rosell, ha dichiarato il suo desiderio di un accordo di collaborazione tra il club di Barcellona e l'USAP. Questo accordo ha permesso il coinvolgimento del Barça nell'organizzazione dei quarti di finale della Coppa Europa 2011 tra USAP e Tolone, disputata allo stadio Lluís Companys Barcelone.

Tuttavia, l'identità catalana non impedisce all'USAP con l'avvento del professionismo, di aprire le sue porte a diverse nazionalità che ormai coesistono all'interno della squadra.

Storia dei colori[modifica | modifica wikitesto]

All'epoca della ASP (Association Perpignan Sport), il club ha giocato in maglia bianca con un inserti blu (o rossi). Alla fine della prima guerra mondiale, l'associazione ha deciso di cambiare il colore, adottando l'azzurro-cielo. Così, fino alla fine del 1990.

Alla fine del 1990, la maglia "sangue e oro" è diventata la maglia principale del club. Siamo entrati nell'era del rugby professionista e, per motivi commerciali, il club vuole indirizzarsi alla ricca comunità autonoma della Catalogna. Tuttavia, la maglia azzurra non è stata abbandonata perché al suo arrivo il Presidente Paul Goze, ispirandosi a ciò che viene fatto in altri club e altri sport, ha deciso di scegliere come divisa casalinga quella azzurra e per le trasferte quella "sangue e oro" . Il colore delle maglie sarà invertito all'inizio della stagione 2015-2016, infatti, quella "sangue e oro" diventa la maglia domestica e quella azzurro cielo (blu marino per la prima volta) diventa la maglia da trasferta.

Oggi la maglia "sangue e oro" con i colori della Catalogna è considerata maglia principale del club.

Mascotte[modifica | modifica wikitesto]

Come la maggior parte dei club della Top 14, l'USAP ha, dalla stagione 2010-2011 la sua mascotte, si tratta di un asino di nome Cap de burro (testa d'asino in catalano). In effetti, da molto tempo, l'asino è il simbolo scelto dagli abitanti della Catalogna. Rappresenta l'intelligenza, in confronto alla forza del toro spagnolo.

Inno[modifica | modifica wikitesto]

"El Cant de l' USAP" è l'inno del club. Questa canzone è stato ideata durante la stagione 2007/2008. Ci sono altri inni come il "L'estaca" di Lluís Llach, ma anche la canzone "Els hi fotrem" di Jordi Barre che viene diffusa all'interno dello stadio ad ogni prova dell' USAP.

Rosa stagione 2016/2017[modifica | modifica wikitesto]

Avanti
PL Inghilterra  Alex Brown
PL Francia  Jean-Baptiste Custoja
PL Francia  Enzo Forletta
PL Tonga  Tevita Mailau
PL Sudafrica  Gert Muller
PL Sudafrica  Piet-Loew Strauss
PL Inghilterra  Oliver Tomaszcyk
TL Francia  Raphaël Carbou
TL Francia  Jean-Philippe Genevois
SL Francia  Bastien Chalureau
SL Francia  Loïc Charlon
SL Francia  Romain Millo Chluski
SL Francia  Guillaume Vilaceca
SL Francia  Yohan Vivalda
FL Francia  Christophe Andre
FL Francia  Lucas Bachelier
FL Francia  Alan Brazo
FL Samoa  Genesis Mamea Lemalu
FL Scozia  Alasdair Strokosch
N8 Francia  Karl Chateau
Tre quarti
MM Francia  Sébastien Descons
MM Francia  Tom Ecochard
MA Francia  Mathieu Belie
MA Francia  Romuald Seguy
MA Francia  Enzo Selponi
CE Figi  Adrea Cocagi
CE Nuova Zelanda  Lifeimi Mafi
CE Tonga  Sione Piukala
CE Belgio  Jens Torfs
TQ Francia  Yohann Artru
TQ Francia  Jonathan Bousquet
TQ Francia  Samuel Faconnier
TQ Figi  Apimeleki Nawaqatabu
TQ Francia  Jean-Bernard Pujol
ES Francia  Mathieu Acebes
ES Francia  Julien Farnoux
Staff tecnico
Allenatore: Francia  Christian Lanta
All. avanti: Francia  Philippe Benetton
All. tre quarti: Francia  François Gelez


Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

  • Top 14
    • Campioni: 1914, 1921, 1925, 1938, 1944, 1955, 2009
    • Runners-up: 1924, 1926, 1935, 1939, 1952, 1977, 1998, 2004, 2010
  • Coppa di Francia
    • Campioni: 1935, 1955, 1994
    • Runners-up:1936, 1937, 1938, 1956, 1965
  • Heineken Cup
    • Runners-ups: 2002-03

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rugby: L'Usap dans la mêlée, su LExpress.fr. URL consultato il 06 aprile 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]