Stade Toulousain

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stade Toulousain
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Campione d’Europa in carica
Campione di Francia in carica Campione di Francia in carica
Stade toulousain logo.png
«Le Stade» e «Les rouge et noir»
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Colori nero e rosso
Dati societari
Paese   Francia
Federazione Fédération Française de Rugby
Campionato Top 14
Fondazione 1907
Presidente Didier Lacroix
Allenatore Ugo Mola
Palmarès
10 campionati francesi10 campionati francesiCampionato francese Coppa europeaCoppa europeaCoppa europeaCoppa europeaCoppa europea
5 European Cup
21 Campionati francesi
6 Coppe di Francia
Stadio
Stade Ernest Wallon 2021 cropped.jpg
stadio Ernest Wallon
(19 500 posti)
Dati aggiornati al 4 settembre 2021

Lo Stade Toulousain è un club polisportivo francese di Tolosa, la cui sezione più nota e prestigiosa è quella di rugby a 15.

Il club, fondato nel 1907, è il più titolato di Francia e d'Europa in quanto detiene il record di 21 titoli nazionali e di 5 Heineken Cup, oltre a 5 Coppe di Francia.

La squadra disputa i suoi incontri interni allo stadio Ernest-Wallon (19.500 posti).

Dal 2015 l'allenatore è Ugo Mola che ha preso il posto di Guy Novès, allenatore delle precedenti 22 stagioni del club, e passato all'incarico di C.T. della Francia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti con la storia della città[modifica | modifica wikitesto]

Sin dalla sua fondazione nel 1907, lo Stade Toulousain è stato in linea con la storia della città.

Il logo: Prima di rimandare al nome dello Stade toulousain, le lettere ST intrecciate si riferivano a San Tommaso D'Aquino, le quali ossa si trovano attualmente nella chiesa dei Giacobini a Tolosa dal 14esimo secolo. Tuttavia, è nella Basilica di Saint-Sernin che risiede il legame con lo Stade toulousain. Dopo la rivoluzione francese infatti, è lì che le reliquie di San Tommaso D'Aquino sono state portate per quasi due secoli. Il pavimento della cappella rende omaggio a questo passaggio con un monogramma di una S e una T intrecciate, divenendo ispirazione per il logo del club.

Fondazione[modifica | modifica wikitesto]

Prima del 1907 a Tolosa si giocava a rugby solo nelle scuole e nelle università. Nel 1893, degli studenti del "Lycée de Toulouse" si riunirono nel "les Sans Soucis". Frequentando l'università gli stessi studenti fondarono "l'Olympique Toulousain", che divenne "Stade Olympien des Etudiants de Toulouse" (SOET) qualche anno dopo nel 1896. In quello stesso periodo, fu fondato "le Sport Atléthique Toulousain" (SAT) mentre degli studenti di veterinaria crearono "l'Union Sportive de l'Ecole Vétérinaire" (USEV). Le due realtà si fusero nel 1905 dando vita al "Véto-Sport". Infine nel 1907, fu fondato lo Stade Toulousain dall'unione tra il SOET e il Véto-Sport.

Primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Lo Stade Toulousain giocò la sua prima finale del campionato francese nel 1909 perdendo contro lo Stade Bordelais Université Club (17–0) a Tolosa. Nel 1912 vinse il primo titolo nazionale, dovendo aspettare il 1922 per vincere poi una seconda volta. Gli anni 20 del 1900 sono stati l'era d'oro del club, arrivarono in finale nel 21, sconfitti dal Perpignano. In seguito a tale sconfitta, la squadra conquistò il titolo nel 1922, 1923, 1924, 1926 e 1927.

Dagli anni 30 ai 50[modifica | modifica wikitesto]

I decenni successivi furono relativamente tranquilli rispetto ad un'era così dominante come quella degli anni 20. Il club non arrivò ad alcuna finale negli anni 30, e sarebbe stato così fino ai tardi anni 40. E' però da riconoscere la vittoria della Challenge Yves du Manoir contro il RC Tolone nel 1934. Il club arrivò in finale del campionato nel 1947 battendo l' Agen 10 a 3. Seguirono ben 22 anni di silenzio dopo i quali lo Stade Toulousain riuscì nuovamente ad arrivare in finale.

Dagli anni 70 agli 80[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1971 il Tolosa perse la Challenge Yves du Manoir contro il US Dax 18 a 8. Il club perse poi la finale di campionato del 1980 contro l' AS Béziers. La fine del decennio però, sembrò ripristinare la gloria del club dei lontani anni 20.Perdendo in finale della Challenge Yves del 1984 contro RC Narbonne 17 a 3. Tornarono a vincere un campionato nel 1985. La seguente stagione riuscirono a difendere il titolo e dopo una serie di sconfitte in finale della Challenge Yves du Manoir, il Tolosa vinse la competizione del 1988, nonchè il campionato l'anno seguente.

Dagli anni 90 ad oggi[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1990 il club perse una gran finale nel 1991 aggiudicandosi però una doppia vittoria nel 1993. A metà degli anni 90 lo Stade Toulousain tornò a dominare il panorama francese, ottenendo 4 titoli nazionali consecutivi nel 1994, 1995, 1996 e 1997, oltre alla Challenge Yves du Manoir del 1995.

Nella stagione inaugurale (95-96) il club divenne la prima squadra a vincere la massima competizione europea, l'Heineken Champions Cup.

Il club vinse la Challenge Yves du Manoir nel 1998, i campionati del 1999 e del 2001, perdendo in finale nel 2003. Lo Stade Toulousain replicò il successo Europeo nella stagione 2002–03 e nella 2004–05. Perdendo la finale del campionato francese del 2006, posero fine ai 7 anni di insuccessi battendo ASM Clermont Auvergne nel 2008. Nel 2008 persero la finale di Heineken Cup contro Munster, per poi avere successo 2 anni dopo contro Biarritz a Parigi diventando il primo club ad ottenere quattro titoli europei. Lo Stade Toulousain è inoltre l'unica squadra francese ad aver partecipato ad ogni edizione della massima coppa europea.

Vinti i campionati nazionali 2011 e 2012, passarono altri 7 anni prima di vincerne un altro. Proprio nel 2019 infatti il club conquistò il titolo francese per la 20esima volta.

Il 2021 è stato uno degli anni migliori del club. battendo lo Stade Rochelaise ben due volte in finale, prima in Champions Cup e poi nel Top14. Al 2021 infatti è la squadra con il maggio numero di titoli europei conquistati.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Rosa stagione 2020/2021[modifica | modifica wikitesto]

Avanti
PL    David Ainu'u
PL    Dorian Aldegheri
PL    Cyril Baille
PL    Clément Castets
PL    Charlie Faumuina
PL    Rodrigue Neti
PL    Paulo Tafili
TL    Guillaume Cramont
TL    Guillaume Marchand
TL    Julien Marchand
TL    Peato Mauvaka
SL    Richie Arnold
SL    Rory Arnold
SL    Joshua Brennan
SL    Thibaud Flament
SL    Emmanuel Meafou
SL    Iosefa Tekori
FL    François Cros
FL    Rynhardt Elstadt
FL    Thibaut Hamonou
FL    Louis-Benoît Madaule
FL    Antoine Miquel
FL    Alban Placines
FL    Yannick Youyoutte
N8    Jerome Kaino
N8    Selevasio Tolofua
Tre quarti
MM    Alexi Bales
MM    Antoine Dupont
MM    Baptiste Germain
MM    Théo Idjellidaine
MA    Zack Holmes
MA    Romain Ntamack
CE    Pita Ahki
CE    Dimitri Delibes
CE    Pierre Fouyssac
CE    Sofiane Guitoune
CE    Juan Cruz Mallía
CE    Simon Renda
TQ    Arthur Bonneval
TQ    Yoann Huget
TQ    Cheslin Kolbe
TQ    Matthis Lebel
TQ    Maxime Marty
TQ    Lucas Tauzin
ES    Maxime Médard
ES    Thomas Ramos
Staff tecnico
Allenatore:    Ugo Mola
Ass. allenatore:    Virgile Lacombe
   Alan-Basson Zondagh
All. difesa:    Laurent Thuery
All. avanti:    Jean Bouilhou
All. tre quarti:    Clément Poitrenaud


Note[modifica | modifica wikitesto]


Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN139337597 · ISNI (EN0000 0001 1940 4345 · LCCN (ENn95033981 · BNF (FRcb12245348n (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n95033981
  Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby