Tuck Everlasting - Vivere per sempre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tuck Everlasting - Vivere per sempre
Tuck Everlasting.jpg
Titolo originaleTuck Everlasting
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2002
Durata90 min
Rapporto2,35:1
Generedrammatico, sentimentale, fantastico
RegiaJay Russell
SoggettoNatalie Babbitt
SceneggiaturaJeffrey Lieber e James V. Hart
Casa di produzioneWalt Disney Pictures
Distribuzione in italianoBuena Vista
FotografiaJames L. Carter
MontaggioJay Lash Cassidy
MusicheWilliam Ross
ScenografiaTony Burrough
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Tuck Everlasting - Vivere per sempre (Tuck Everlasting) è un film statunitense del 2002 diretto da Jay Russell, tratto dal romanzo fantastico di Natalie Babbitt La fonte magica, da cui era già stato tratto un film nel 1981.

Il film è uscito in Italia il 14 novembre 2003.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1914, nel villaggio di Treegap, la quindicenne Winifred "Winnie" Foster vive un rapporto conflittuale con la madre e non sopporta le rigide regole di educazione che il suo appartenere alla classe abbiente impone. Dopo un litigio con i genitori, Winnie scappa di casa e si perde nel bosco, dove incontra Jesse Tuck, un diciassettenne di bell'aspetto che sta bevendo in una sorgente ai piedi di un albero. Jesse impedisce a Winnie di bere a sua volta e la porta nella sua casa nella foresta, dove vive insieme ai genitori Mae ed Angus ed al fratello Miles. Winnie e Jesse trascorrono diverso tempo insieme e finiscono per innamorarsi, anche se è evidente che i Tuck nascondono un segreto, in quanto non vogliono permettere a Winnie di tornare a casa e vivono sempre rilassati e senza fretta; ad un certo punto Jesse dice a Winnie di avere 104 anni, con lei che pensa stia scherzando. Il mistero si scopre quando Miles Tuck spiega che la sorgente del bosco è magica e rende totalmente immortale, incapace di invecchiare e morire e fisicamente invulnerabile ogni essere vivente che ne beve l'acqua, sorte che è toccata a tutta la famiglia Tuck e al loro cavallo, e che tale condizione, se da un lato permette di essere sempre giovani ed in salute, dall'altro porta ad assistere al deterioramento ed alla scomparsa di tutti i propri affetti mentre non si cambia minimamente a propria volta (ad esempio Miles ha avuto una moglie e due figli e li ha visti morire tutti senza mai invecchiare).

I genitori di Winnie, nel frattempo, disperati, temono che la figlia sia stata rapita, ma la ragazza è in realtà molto contenta di restare con i Tuck. Angus, accortosi che Winnie è indecisa se bere o meno l'acqua della sorgente in cambio dell'immortalità e del poter rimanere per sempre con Jesse, le spiega che farebbe meglio a desistere in quanto una vita eterna vissuta rimanendo sempre adolescente non è una vera vita.

In seguito a un'imboscata, Jesse è costretto a scappare per non essere catturato, in quanto ritenuto uno dei rapitori di Winnie, e lascia la ragazza fra le braccia del padre, sopraggiunto per riportarla a casa. Il ragazzo giura a Winnie amore eterno e le dice di bere dalla sorgente e di aspettare che lui torni a riprenderla per vivere insieme per sempre. Winnie però, tornata a casa, sperimenta sulla propria pelle i sentimenti tipici di un lutto, con la morte della nonna materna, e capisce che la vita deve andare avanti e di non voler vivere per sempre.

Winnie non beve mai dalla sorgente, pertanto vive una vita normale, lasciando Treegap con la famiglia, sposandosi con un certo Jackson, avendo dei figli e morendo all'età di cent'anni, nel 1999. Il film termina nel 2002, anno in cui, in una Treegap dall'aspetto ormai moderno, un Jesse con atteggiamento e abbigliamento anch'essi moderni ma sempre identico al sé stesso diciassettenne da ormai quasi due secoli ritorna al maniero dei Foster, trovandovi la tomba della sua amata.

«Tuck aveva detto a Winnie, quell'estate dei suoi 15 anni: "Non devi temere la morte, devi temere la vita non vissuta... non è necessario vivere per sempre, basta semplicemente vivere", ed è quello che lei fece.»

(Voce narrante, al termine del film)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema