The Rasmus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Rasmus" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Rasmus (disambigua).
The Rasmus
The Rasmus in Bochum 2005.jpg
The Rasmus in concerto a Bochum. Da sinistra: Pauli Rantasalmi, Aki Hakala, Lauri Ylönen ed Eero Heinonen.
Paese d'origineFinlandia Finlandia
GenereRock alternativo
Alternative metal
Periodo di attività musicale1994 – in attività
Album pubblicati11
Studio9
Raccolte2
Opere audiovisive3
Sito ufficiale

I The Rasmus sono un gruppo musicale rock alternativo finlandese. Nei primi tre album figurano con il nome di Rasmus, cambiato successivamente alla firma del contratto con la casa discografica svedese Playground.

I The Rasmus scrivono e cantano principalmente in lingua inglese, come No Fear, In the Shadows, First Day of My Life, In My Life e Guilty, sebbene abbiano prodotto alcuni componimenti anche in lingua finlandese, tra i quali Rakkauslaulu. Nella loro carriera i The Rasmus hanno venduto più di 5,5 milioni di copie e hanno ottenuto cinque dischi di platino e dieci dischi d'oro.[1]

Storia del gruppo[modifica | modifica wikitesto]

Anni novanta[modifica | modifica wikitesto]

Lauri in concerto a Lublino, 2010.

Il gruppo si formò alla fine del 1994, quando i membri del gruppo frequentavano ancora le scuole superiori e dove iniziarono ad essere conosciuti come Rasmus. Registrarono l'EP dei debutto 1st attraverso l'etichetta discografica indipendente Tega G. Records alla fine del 1995, per poi siglare un contratto discografico con la Warner Music Finland, grazie alla quale pubblicarono il primo album in studio Peep. L'album venne promosso da un tour di più di 100 concerti in Finlandia ed Estonia e grazie al suo successo il gruppo vinse un Grammy Award in Finlandia come "Miglior nuovo artista" del 1996.

Nel 1997 fu la volta del secondo album Playboys, promosso dal singolo Blue. I loro impegni dal vivo proseguirono facendo da sostenitori ai Rancid e ai Dog Eat Dog e con un'apparizione ad un festival allo stadio olimpico di Helsinki. L'anno seguente uscì Hellofatester, lanciato dal video del singolo Liquid, che iniziò ad essere una presenza regolare nella playlist della Nordic MTV. Questa canzone fu votata come la canzone dell'anno dai critici musicali finlandesi. Maggiore visibilità fu raggiunta dai Rasmus quando si presentarono come gruppo d'apertura ai concerti finlandesi dei Garbage e dei Red Hot Chili Peppers.

Cambio di nome, Into (2000-2002)[modifica | modifica wikitesto]

I Rasmus cambiarono nome in The Rasmus nel 2000, a causa dell'esistenza di un DJ svedese dal nome Rasmus, che minacciava di fare causa al gruppo finlandese. Il gruppo scelse pertanto di cambiare nome con l'aggiunta dell'articolo the.

Nel 2001 pubblicarono il quarto album Into, che debuttò in vetta alla classifica finlandese e venne certificato doppio disco di platino dalla Musiikkituottajat vendendo 72.950 copie.[2] Anche il primo singolo estratto F-F-Falling ottenne un buon successo in madrepatria, venendo certificato disco di platino,[2] e nel resto dell'Europa. Il secondo singolo Chill uscì in Scandinavia e arrivò alla seconda posizione in Finlandia. Successivamente alla pubblicazione dell'album, i The Rasmus si intrapresero una tournée europea promuovendo l'album come band di supporto degli HIM e dei Roxette.

Dead Letters e Hide from the Sun (2003-2005)[modifica | modifica wikitesto]

The Rasmus in concerto a Tampere nel 2006

La band registrò Dead Letters nel 2003 ai Nordic Studios in Svezia insieme a Mikael Nord Andersson e Martin Hansen, che avevano già prodotto Into. L'album è stato pubblicato in Europa agli inizi del 2003, scalando le vette delle classifiche degli album in Germania, Austria, Svizzera e naturalmente Finlandia. Il suo successo europeo ha portato alla pubblicazione dell'album anche in altri Paesi del mondo. Dead Letters e il primo singolo tratto da esso, In the Shadows, raggiunsero rispettivamente la Top 10 e la Top 3 nelle classifiche inglesi, ed entrambi entrarono nella Top 50 delle classifiche australiana nel 2004, contemporaneamente arrivando al vertice della classifica dei singoli in Nuova Zelanda. Il singolo ha ricevuto in totale sei dischi d'oro e due di platino, e ha inoltre raggiunto la Top 20 delle classifiche Billboard Heatseeker. Guilty, il secondo singolo della band per il mercato americano, fu anch'esso un successo. Dead Letters ha ricevuto 8 dischi d'oro e 6 di platino, vendendo quasi due milioni di copie.[senza fonte]

Nel 2005 hanno pubblicato l'album Hide from the Sun che divenne subito disco di platino in Finlandia, da cui hanno estratto i singoli No Fear, Sail Away e Shot. Nell'ottobre dello stesso anno sono stati impegnati in un tour europeo, accompagnati dal gruppo rock alternativo Deep Insight.

Black Roses (2008-2009)[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 settembre 2008 è uscito l'album Black Roses, preceduto il 12 settembre dal singolo Livin' in a World Without You, in rotazione nelle radio già dal 25 luglio 2008. Nel gennaio 2009 esce il secondo singolo Justify, e l'album divenne disco d'oro in Finlandia. Nel mese di giugno 2009 viene estratto un nuovo singolo Ghost of Love, distribuito soltanto per il mercato finlandese, come era già successo con il singolo Keep Your HeartBroken tre anni fa.[3]

A giugno 2009 i The Rasmus sono stati inclusi nella formazione del festival rock Monsters Of Rock, assieme a leggendari artisti come Alice Cooper e gli Scorpions con cui hanno suonato 7 date in varie città della Russia. Sempre a giugno Aki, in un'intervista radiofonica, ha annunciato l'uscita di una raccolta dei successi del gruppo dal 2001 ad oggi, prevista per questo autunno, che comprenderà anche il duetto con Anette Olzon.[4]

A fine agosto 2009 è stato rivelato il titolo di una nuova raccolta: Best of 2001-2009[5], mentre un mese dopo sono state rese pubbliche la reinterpretazione e la tracklist.[6]

Il duetto con Anette Olzon dal titolo di October & April è stato trasmesso in anteprima il 9 ottobre 2009 in una radio finlandese.[7]

The Rasmus e Dark Matters (2012-presente)[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 marzo 2012 è stato pubblicato il singolo I'm a Mess,[8] anticipando l'uscita del nuovo album The Rasmus, avvenuta il 18 aprile 2012 attraverso la Universal Music Group. Dal disco è stato estratto anche il secondo singolo Stranger.

Al termine dell'anno è stata commercializzata la Tour Edition dell'album, contenente alcuni remix e l'inedito Mysteria, quest'ultimo estratto come singolo.

Tra settembre e ottobre 2016 il gruppo ha pubblicato alcuni aggiornamenti inerenti alle registrazioni del loro nono album, intitolato Dark Matters e successivamente pubblicato il 6 ottobre 2017.[9] La sua uscita è stata anticipata da cinque singoli: il primo, Paradise, è stato reso disponibile a partire dal 31 marzo 2017,[10] mentre il 25 agosto è stata la volta di Silver Night;[11] tra il 15 e il 29 settembre sono stati pubblicati per il download digitale Nothing, Wonderman[9] e Something in the Dark.[12]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Lauri Ylönen in concerto a Milano, 2005

Attuale[modifica | modifica wikitesto]

Ex-componenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Jarno Lahti – batteria (1994-1995)
  • Janne Heiskanen – batteria (1995-1998)

Cronologia[modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Discografia dei The Rasmus.

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Premio Emma (Emma-palkinto, premio musicale finlandese)

- 1996 (nuova band dell'anno) - 2000 (miglior album pop/rock); - 2001 (miglior band dell'anno, miglior album dell'anno, miglior album pop/rock, canzone dell'anno); - 2003 (miglior band dell'anno); - 2004 (premio Mtv's Emma Gaala come miglior video).

  • NRJ Radio Awards

- 2004 (miglior artista nordico, miglior artista finlandese, miglior canzone nordica, miglior canzone finlandese); - 2005 (miglior band nordica); - 2005 premio di best video, per il video di Funeral Song ai finlandesi Emma Gaala.

  • nel 2012 i The Rasmus con l'omonimo album hanno ricevuto due premi agli EMMA per "Miglior copertina dell'album" & " Miglior video musicale".
Anno Premio Titolo
1996 Finnish Grammy Award Best New Act
1999 Finnish Music Video Festival Best Music Video (Liquid)
2002 Emma Gaala Best group
2002 Emma Gaala Best pop/rock album (Into)
2002 Emma Gaala Best album (Into)
2002 Emma Gaala Best song (F-F-F-Falling)
2003 MTV Music Awards Best Nordic Act
2003 Hit Music Awards Best Song (In the Shadows)
2004 Emma Gaala Best Group
2004 Emma Gaala Best Album (Dead Letters)
2004 Emma Gaala Best Music Video (In My Life)
2004 Emma Gaala Best Act
2004 TMF Awards Best Rock
2004 World Music Awards Best-Selling Album in Scandinavia (Dead Letters)
2004 MTV VMA Latin America Best International Rock Artist
2004 MTV VMA Latin America Best International New Artist
2004 MTV Russia Awards Best International New Artist
2005 MTV Nordic Awards Best Nordic Act
2005 NRJ Radio Awards Best Nordic Act

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The Rasmus.com - Official band biography Archiviato il 18 giugno 2007 in Internet Archive. Retrieved on 2005-09-18
  2. ^ a b (FI) The Rasmus, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 10 febbraio 2018.
  3. ^ www.therasmus-hellofasite.it
  4. ^ www.therasmus-hellofasite.it
  5. ^ www.therasmus-hellofasite.it
  6. ^ www.therasmus-hellofasite.it
  7. ^ www.therasmus-hellofasite.it
  8. ^ (FR) Ecoutez le nouveau single de The Rasmus : "I'm A Mess", su chartsinfrance.net. URL consultato il 6 ottobre 2017.
  9. ^ a b (EN) THE RASMUS Releases Video For New Single 'Wonderman', Blabbermouth.net, 26 settembre 2017. URL consultato il 6 ottobre 2017.
  10. ^ (EN) THE RASMUS Releases Lyric Video For New Single 'Paradise', Blabbermouth.net, 31 marzo 2017. URL consultato il 6 ottobre 2017.
  11. ^ (EN) THE RASMUS Releases Lyric Video For New Single 'Silver Night', Blabbermouth.net, 29 agosto 2017. URL consultato il 6 ottobre 2017.
  12. ^ (ES) The Rasmus "Something in the Dark" (Estreno del Sencillo), Vero Merol, 30 settembre 2017. URL consultato il 6 ottobre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN135123896 · ISNI (EN0000 0001 1516 1585 · LCCN (ENnb2006006778 · GND (DE10328327-4 · BNF (FRcb14604926w (data)