The Human Centipede 3 (Final Sequence)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
The Human Centipede 3 (Final Sequence)
The Human Centipede 3 (Final Sequence).png
Una scena del film
Lingua originaleinglese
Paese di produzionePaesi Bassi
Anno2015
Durata102 min
Genereorrore
RegiaTom Six
SceneggiaturaTom Six
Casa di produzioneSix Entertainment Company
Interpreti e personaggi

The Human Centipede 3 (Final Sequence) è un film horror del 2015 scritto e diretto da Tom Six, sequel di The Human Centipede 2 (Full Sequence) e capitolo finale della trilogia del centopiedi umano.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Bill Boss, il folle e violento direttore di un carcere americano, e Dwight Butler, il suo contabile, hanno appena finito di vedere il dvd del film The Human Centipede 2 (Full Sequence). Mentre Dwight e Daisy, la giovane segretaria di Bill, affermano di aver apprezzato il film, il direttore dice di esserne stato disgustato. Subito dopo vengono a sapere che un detenuto ha assalito e ferito un secondino e, come punizione, Bill gli frattura in braccio; il direttore vuole ottenere a tutti i costi rispetto da parte dei detenuti ed è convinto che il sistema migliore sia minacciarli e terrorizzarli con violenze e torture.

Dopo una visita del governatore Hughes, che è insoddisfatto dei metodi di Bill e minaccia di licenziarlo se non apporterà dei cambiamenti, il direttore del carcere tiene un discorso intimidatorio ai detenuti, castra personalmente e mangia i testicoli di uno di loro. Dopo aver avuto un incubo in cui veniva assalito dai detenuti, Bill decide di dare ascolto alla proposta di Dwight, che intende creare un enorme centopiedi umano unendo gli ani e le bocche dei detenuti come nei film che avevano visto insieme: una punizione che scoraggerà chiunque a opporsi e a commettere reati. Dopo aver convocato Tom Six (regista e sceneggiatore dei film sul centopiedi umano) per una consulenza, Bill si convince a mettere in pratica il suggerimento di Dwight; lo stesso Tom Six afferma, infatti, che l'idea alla base del proprio film è possibile dal punto di vista medico e chiede di poter assistere alla realizzazione del progetto.

Dopo aver mostrato anche ai detenuti i film di Tom Six, Bill rivela le proprie intenzioni ai prigionieri, che danno il via a una rivolta, ma vengono fermati e rispediti nelle loro celle. Bill spara dei tranquillanti a tutti i carcerati e (dopo aver ucciso i prigionieri non idonei) inizia a realizzare con il dottore del carcere il gigantesco centopiedi umano cucendo insieme cinquecento detenuti, che viene terminato in tempo per l'ispezione del governatore. Hughes rimane sconvolto vedendo che hanno incluso per errore nel centopiedi umano anche la segretaria di Bill (che era stata ricoverata nell'ospedale della prigione); Dwight e il direttore, inoltre, hanno creato un "bruco umano" con i prigionieri condannati a morte e gli ergastolani, nel quale ai detenuti sono anche state amputate braccia e gambe.

Inizialmente il governatore critica ferocemente il progetto di Dwight e Bill (che per la rabbia uccide il medico del carcere), ma poi ci ripensa e si congratula con loro, affermando che la loro idea potrà essere estesa anche ad altri carceri. Quando si rende conto che Dwight vuole prendersi il merito del progetto, Bill lo uccide e nel finale sale completamente nudo sulla torre di osservazione, urlando e ammirando con soddisfazione l'enorme centopiedi creato. Alla fine, si scopre che tutto ciò che è accaduto, non è altro che un sogno fatto del protagonista del primo film, poche ore prima che rapisca le due ragazze e il turista giapponese. La fine così si ricollega all'inizio del primo capitolo, formando un cerchio completo.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha debuttato il 22 maggio 2015 nelle sale cinematografiche americane e su piattaforma video on demand.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema