Tesseract (gruppo musicale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tesseract
Tuska 20130628 - TesseracT - 29.jpg
I Tesseract in concerto nel 2013
Paese d'origineRegno Unito Regno Unito
GenereProgressive metal[1]
Djent[1]
Periodo di attività musicale2003 – in attività
EtichettaKscope
Century Media
Album pubblicati6
Studio4
Live2
Sito ufficiale

I Tesseract (resi graficamente come TesseracT) sono un gruppo musicale progressive metal britannico formatosi nel 2003.

Sotto contratto dal 2014 con l'etichetta Kscope,[2] nel corso della loro carriera il gruppo ha pubblicato quattro album in studio, due dal vivo e due EP.

Storia del gruppo[modifica | modifica wikitesto]

Primi anni (2003-2009)[modifica | modifica wikitesto]

I Tesseract nacquero nel 2003 per iniziativa del chitarrista Acle Kahney, all'epoca componente dei Mikaw Barish. Quello che partì come un progetto sperimentale per esprimere creatività crebbe e Kahney postò vari filmati del suo lavoro tecnico con la chitarra su forum come Sevenstring.org, ricevendo varie recensioni positive e migliorando la sua tecnica. Fu in quell'ambiente che si creò la nuova ondata del movimento djent, genere sviluppato da chitarristi come Misha Mansoor (Periphery), Paul Ortiz (Chimp Spanner) e John Browne (Monuments).

Arruolato Jay Postones alla batteria e il cantante francese Juilien Perier i Tesseract tennero i primi concerti tra il 2005 e il 2006, sebbene Perier non divenne mai componente stabile della formazione a causa di motivi logistici. Nel 2006 entrarono nel gruppo il chitarrista James Monteith e il bassista Amos Williams, che portarono come cantante quello del loro gruppo precedente, Abisola Obasanya. Completata la formazione nel 2007 incisero un primo demo, composto da tre brani.

Periodo con Daniel Tompkins (2009-2011)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009 i Tesseract si separarono da Obasanya e reclutarono come nuovo cantante Daniel Tompkins (First Signs of Frost, Piano),[3] con il quale realizzarono l'EP di debutto Concealing Fate, pubblicato il 12 settembre 2010.[4] Nello stesso anno promossero l'EP attraverso alcuni concerti da headliner tenuti nel Regno Unito e successivamente nell'America del Nord con il Devin Townsend Project, oltre ad apparire al Great Indian Rock Festival in India.

Il 23 marzo 2011 è stata la volta dell'album di debutto One,[5] promosso anch'esso da un tour britannico al quale hanno preso parte anche Chimp Spanner e Uneven Structure; nello stesso anno i Tesseract si esibirono anche al Sonisphere Festival a Knebworth.

Il 23 agosto dello stesso anno Tompkins ha annunciato la propria dipartita dai Tesseract a causa di problemi personali:[6]

«Questa è stata la decisione più difficile che abbia mai fatto nella mia carriera come cantante. Le mie priorità nella vita sono cambiate e non posso più continuare con il gruppo. La nostre amicizie sono forti e desidero ringraziare Acle, Mos, Jay e James per il loro supporto in questi ultimi anni.»

Periodo con Coleman e con O'Hara (2011-2013)[modifica | modifica wikitesto]

Contemporaneamente all'annuncio della dipartita di Tompkins, i Tesseract hanno annunciato come nuovo cantante Elliot Coleman, proveniente da gruppi come Zelliack, Sky Eats Airplane e Of Legends.[6] Dopo aver tenuto alcuni concerti nel 2011, il gruppo ha rivelato nel marzo 2012 la pubblicazione del secondo EP Perspective, costituito da versioni acustiche di alcuni brani appartenenti a One e da una reinterpretazione di Dream Brother di Jeff Buckley.[7]

In seguito all'uscita dell'EP, avvenuta il 22 maggio 2012, il 12 giugno dello stesso anno il gruppo ha annunciato l'uscita di Coleman dalla formazione:[8]

«Purtroppo, il nostro buon amico Elliot ha deciso di lasciare il progetto Tesseract. Vorremmo ringraziare Elliot per tutto quello che ha fatto per noi. È stato fantastico averlo tra noi. Ci ha introdotti verso una parte completamente diversa del nostro sound, così come ci ha fatto scoprire la delizia del phở! Cose per le quali gli saremo sempre grati. Quindi, siccome stiamo continuando a scrivere e registrare il secondo album, siamo anche alla caccia di una persona speciale che diventi il nuovo cantante dei Tesseract.»

Il 7 settembre 2012 i Tesseract hanno annunciato di aver trovato un nuovo cantante e che avrebbe pubblicato gratuitamente un nuovo brano il 13 ottobre, intitolato Nocturne;[9] intorno allo stesso periodo sono state annunciate alcune date europee, tra cui un'apparizione all'Euroblast Festival. Fu rivelato successivamente che il nuovo cantante era Ashe O'Hara, proveniente dai Voices from the Fuselage.[10][11]

Il 28 febbraio 2013 il gruppo ha annunciato il secondo album in studio Altered State, uscito il 27 maggio nel Regno Unito e il giorno seguente negli Stati Uniti d'America).

Ritorno di Tompkins, Polaris (2014-2016)[modifica | modifica wikitesto]

Il 27 giugno 2014 i Tesseract hanno annunciato il ritorno di Daniel Tompkins nella band, dopo l'abbandono di O'Hara;[12] la prima esibizione di Tompkins con il gruppo è avvenuta il 5 luglio 2014 al Sonisphere Festival.[12]

Il 30 settembre 2014 il gruppo ha firmato un contratto discografico con la Kscope,[2] mentre nel corso dell'autunno 2014 ha proseguito il tour in supporto a Altered State in Europa, culminato con l'esibizione al Scala di Londra il 6 novembre. Il 20 marzo 2015 la Century Media Records, precedente etichetta del gruppo, ha pubblicato un comunicato nel quale è stata annunciata l'uscita di Odyssey/Scala, un album dal vivo e DVD pubblicato il 18 maggio dello stesso anno contenente un CD costituito da brani eseguiti dal vivo nella tappa conclusiva dell'Altered State World Tour e un DVD comprendente la sopracitata esibizione di Londra di novembre 2014.[13]

Il 3 agosto 2015 è stato reso disponibile il singolo Messenger, accompagnato nello stesso giorno dal relativo lyric video,[14] a cui ha fatto seguito un mese più tardi il video musicale di Survival,[15] uscito come singolo il giorno dopo.[16] Questi singoli hanno anticipato il terzo album in studio Polaris, pubblicato il 18 settembre dello stesso anno.[17]

Per la promozione dell'album, tra febbraio e marzo 2016 il gruppo ha intrapreso un tour europeo con i The Contorsionist in qualità di artisti di apertura.[18] Nel mese di luglio 2016 è stata pubblicata una nuova versione di Survival che anticipato l'uscita del terzo EP Errai, composto da altre tre nuove versioni di altrettanti brani presenti in Polaris e distribuito dalla Kscope a partire dal 16 settembre.[19] Tra settembre e ottobre 2016 i Tesseract hanno aperto le date statunitensi del Magma Tour del gruppo musicale francese Gojira e intorno allo stesso periodo è stato pubblicato il video di Hexes, altro brano tratto da Polaris.[20]

Sonder (2017-presente)[modifica | modifica wikitesto]

Tra giugno e luglio 2017 il gruppo si è esibito negli Stati Uniti d'America e in Canada in qualità di artista d'apertura dei Megadeth insieme ai Meshuggah e ai Lillake.[21] Il 23 giugno dello stesso è stato inoltre pubblicato il singolo inedito Smile come anticipazione a un quarto album in studio e, come spiegato dal bassista Amos Williams, come dimostrazione delle sonorità che avrebbero intrapreso con esso.[22]

L'8 febbraio 2018 i Tesseract hanno annunciato il quarto album Sonder, previsto per il 20 aprile, e pubblicato il primo singolo Luminary.[23] Anticipato anche dal secondo singolo King,[24] il disco è stato promosso da una tournée australiana svoltasi a settembre dello stesso anno e successivamente anche in Europa due mesi più tardi, durante la quale sono stati supportati dai Between the Buried and Me e da Plini.[25][26] Tra febbraio e marzo 2019 Sonder è stato promosso anche negli Stati Uniti d'America, durante il quale i Tesseract hanno aperto per i sopracitati Between the Buried and Me,[27] mentre durante l'estate sono tornati in Europa partecipando ad alcuni festival come il Wacken Open Air o il Rock on the Castle.[28][29]

Nel 2019 Tompkins ha inoltre pubblicato Castles, primo album in qualità di artista solista caratterizzato da sonorità più soft e vicine all'elettropop e al downtempo.[30][31] Il disco è stato rivisitato dal cantante stesso in chiave heavy metal e pubblicato l'anno successivo sotto il titolo di Ruins.[32]

Nel 2020 l'attività dal vivo dei Tesseract è stata limitata a causa della pandemia di COVID-19. Il 14 maggio hanno presentato in streaming su YouTube Live in the Lockdown, concerto pre-registrato dai singoli componenti del gruppo nelle rispettive abitazioni,[33] mentre il 12 dicembre hanno presentato in live streaming Portals, concerto speciale suddiviso in cinque atti e da loro descritto come «un'esperienza cinematografica»; per quest'ultimo spettacolo Jay Postones è stato sostituito da Mike Malyan dei Monuments a causa dell'impossibilità di viaggiare dagli Stati Uniti d'America al Regno Unito.[34] L'esibizione verrà successivamente pubblicata il 27 agosto 2021 in formato fisico.[35]

Stile musicale[modifica | modifica wikitesto]

I Tesseract suonano uno specifico sottogenere del progressive metal caratterizzato da poliritmie, tempi composti e tempi dispari. Utilizzano sia distorsioni che suoni relativamente puliti per quanto riguarda la chitarra, usando passaggi molto atmosferici presi soprattutto dalla musica d'ambiente. Per quanto riguarda la voce vi sono stati vari cambiamenti durante gli anni: in One Daniel Tompkins alternò un cantato melodico a quello death, mentre O'Hara in Altered State utilizzò uno stile unicamente melodico. Polaris, che vide il ritorno di Tompkins, si caratterizzò per un cantato principalmente melodico con poche parti scream, quest'ultime aumentate in alcuni brani del successivo Sonder.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Attuale
  • Acle Kahney – chitarra (2003-presente)
  • Jay Postones – batteria (2005-presente)
  • James Monteith – chitarra (2006-presente)
  • Amos Williams – basso, cori (2006-presente)
  • Daniel Tompkinsvoce (2009-2011, 2014-presente)
Ex-componenti
  • Julien Perier – voce (2004-2006)
  • Abisola Obasanya – voce (2006-2008)
  • Elliot Coleman – voce (2011-2012)
  • Ashe O'Hara – voce (2012-2014)


Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Album dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

Extended play[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

Video musicali[modifica | modifica wikitesto]

  • 2010 – Deception (Concealing Fate Part 2)
  • 2011 – Nascent
  • 2011 – Concealing Fate Live
  • 2011 – Eden
  • 2013 – Nocturne
  • 2013 – Singularity
  • 2014 – Of Matter Live
  • 2015 – Survival
  • 2016 – Hexes
  • 2018 – King
  • 2018 – Juno

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Tesseract, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 21 maggio 2013.
  2. ^ a b (EN) TesseracT sign to Kscope, su kscopemusic.com, Kscope, 30 settembre 2015. URL consultato il 27 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 5 settembre 2015).
  3. ^ (EN) Dan Tompkins announced as the new TesseracT front man, su AltSounds, 22 ottobre 2009. URL consultato il 20 giugno 2021 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2013).
  4. ^ (EN) TesseracT - Concealing Fate EP, su centurymedia.com, Century Media Records. URL consultato il 20 giugno 2021.
  5. ^ Century Media Records - TesseracT - One
  6. ^ a b (EN) Michael Duncan, Vocalist Dan Tompkins Leaves TesseracT, su rockedition.com, Rock Edition, 23 agosto 2011. URL consultato il 27 dicembre 2015.
  7. ^ (EN) Robert Pasbani, TESSERACT To Release An Acoustic EP - Metal Injection, su metalinjection.net, Metal Injection, 12 marzo 2012. URL consultato il 27 dicembre 2015.
  8. ^ (EN) Sad News..., su tesseractband.co.uk, Tesseract, 12 giugno 2012. URL consultato il 27 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 10 gennaio 2014).
  9. ^ (EN) Download the new single...for free!, su tesseractband.co.uk, Tesseract, 13 ottobre 2012. URL consultato il 27 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 5 gennaio 2016).
  10. ^ https://www.facebook.com/Voicesfromthefuselage?fref=ts
  11. ^ Voices From The Fuselage - The Wreckage (LYRIC VIDEO) - YouTube
  12. ^ a b (EN) Robert Pasbani, TESSERACT Announce Vocalist Daniel Tompkins is Back in the Band, su metalinjection.net, Metal Injection, 27 giugno 2014. URL consultato il 27 dicembre 2014.
  13. ^ (EN) TesseracT: set to release Odyssey/Scala Live CD/DVD, LP/DVD May 19, 2015, su centurymedia.com, Century Media Records, 20 marzo 2015. URL consultato il 27 dicembre 2015.
  14. ^ (EN) Christa Titus, Watch The Lyric Video For TesseracT's 'Messenger' From Upcoming Album 'Polaris': Exclusive, su billboard.com, Billboard, 3 agosto 2015. URL consultato il 27 dicembre 2015.
  15. ^ (EN) TesseracT premiere video for new track 'Survival', su kscopemusic.com, Kscope, 3 settembre 2015. URL consultato il 9 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 27 maggio 2016).
  16. ^ Survival, su play.google.com, Google Play. URL consultato il 9 dicembre 2017.
  17. ^ (EN) TesseracT Releasing New Album 'Polaris' This September, su ultimate-guitar.com, 13 luglio 2015. URL consultato il 27 dicembre 2015.
  18. ^ TESSERACT: le date del tour europeo 2016, su metalitalia.com, 24 agosto 2015. URL consultato il 10 dicembre 2017.
  19. ^ (EN) TesseracT debuts re-imagined version of 'Survival' from the Errai EP, su kscopemusic.com, Kscope, 12 luglio 2016. URL consultato il 10 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 18 ottobre 2016).
  20. ^ TESSERACT: il video di "Hexes", su metalitalia.com, 12 settembre 2016. URL consultato il 10 dicembre 2017.
  21. ^ (EN) MEGADETH To Tour U.S. With MESHUGGAH, TESSERACT: Dates Announced, su blabbermouth.net, Blabbermouth.net, 18 aprile 2017. URL consultato il 24 marzo 2018.
  22. ^ (EN) Vince Neilstein, Listen to a Brand New TesseracT Song Called "Smile", su metalsucks.net, MetalSucks, 23 giugno 2017. URL consultato il 24 marzo 2018.
  23. ^ (EN) Scott Munro, Tesseract return with new single, album details and tour dates, su teamrock.com, Team Rock, 8 febbraio 2018. URL consultato il 24 marzo 2018.
  24. ^ (EN) TESSERACT: 'King' Video Released, su blabbermouth.net, Blabbermouth.net, 16 marzo 2018. URL consultato il 24 marzo 2018.
  25. ^ (EN) Jackson Langford, TesseracT Announce 2018 'Sonder' Australian Tour, su musicfeeds.com.au, Music Feeds, 6 aprile 2018. URL consultato il 26 dicembre 2020.
  26. ^ (EN) Jerry Ewing, TesseracT Announce European Tour Dates, su teamrock.com, Team Rock, 8 marzo 2018. URL consultato il 24 marzo 2018.
  27. ^ (EN) Robert Ham, Between the Buried and Me announce 2019 US tour with TesseracT and Astronoid, su Consequence, 30 ottobre 2018. URL consultato il 26 dicembre 2020.
  28. ^ WACKEN OPEN AIR: dentro i Tesseract e altri, su metallized.it, 19 dicembre 2018. URL consultato il 26 dicembre 2020.
  29. ^ Rock The Castle 2019 annuncia nuove band, su onstageweb.com, Onstage, 14 gennaio 2019. URL consultato il 26 dicembre 2020.
  30. ^ (EN) Simon Clark, Daniel Tompkins – Castles, su heavyblogisheavy.com, Heavy Blog Is Heavy, 29 maggio 2019. URL consultato il 26 dicembre 2020.
  31. ^ (EN) Jordan Blum, TesseracT's Daniel Tompkins Constructs an Alluring and Distinctive Solo Debut with 'Castles', su popmatters.com, PopMatters, 31 maggio 2019. URL consultato il 26 dicembre 2020.
  32. ^ (EN) Daniel Tompkins announces new album 'Ruins'; shares new single "Gift", su progreport.com, The Prog Report, 16 ottobre 2020. URL consultato il 26 dicembre 2020.
  33. ^ TESSERACT: il 14 maggio in streaming "Live In The Lockdown", su metalitalia.com, 13 maggio 2020. URL consultato il 26 dicembre 2020.
  34. ^ (EN) Greg Kennelty, TESSERACT Announces Cinematic Livestream Portals, su metalinjection.net, Metal Injection, 2 dicembre 2020. URL consultato il 26 dicembre 2020.
  35. ^ (EN) Jerry Ewing, TesseracT release trailer for upcoming Blu-ray and live album Portals, su loudersound.com, Louder, 17 giugno 2021. URL consultato il 20 giugno 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN266068576 · ISNI (EN0000 0001 1982 098X · LCCN (ENno2014026115 · BNF (FRcb16512457m (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2014026115