Terribilis est locus iste

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La scritta Terribilis est locus iste la cui corretta traduzione è "questo luogo incute rispetto" compare sul frontone della chiesa di Santa Maria Maddalena di Rennes-le-Château e in altri edifici religiosi.

La dicitura "Terribilis est locus iste" sul portale di ingresso della chiesa di Sant'Andrea Apostolo a Mioglia

Traduzioni e suggestioni[modifica | modifica wikitesto]

L'apparente stranezza della presenza, all'ingresso di un luogo di culto, di una frase che sembra suonare come un ammonimento (questo luogo è terribile), ha prodotto molte ipotesi ed elucubrazioni circa possibili significati arcani ed esoterici.

Il termine latino "terribilis", erroneamente tradotto nell'italiano "terribile", ha anche il significato di "cosa che incute rispetto". Pertanto, si può benissimo tradurre la frase nella seguente maniera: "Questo luogo incute rispetto" o "timore reverenziale". Rimane comunque più chiaro il significato se si prende in considerazione per intero il versetto biblico da cui la frase è tratta. Infatti nel testo originale la frase prosegue dicendo: "Questa è la casa di Dio e la porta del Cielo" (altre parole spesso presenti sugli ingressi delle chiese) e ricorda la visione di Giacobbe della scala che saliva al Cielo. Quindi non solo la frase viene scritta sugli ingressi degli edifici religiosi per incutere timore, ma anche e soprattutto per indicare, rimandando alla visione di Giacobbe, che da qui inizia la "scala" (o il "cammino") che conduce al Cielo.

Antico Testamento[modifica | modifica wikitesto]

La frase è tratta dall'Antico Testamento (Genesi, 28; 17). In questo passo si racconta come Giacobbe, fermatosi per riposare nella città di Beth-El (che in ebraico significa dimora di Dio) ebbe in sogno la visione di una scala che saliva dalla Terra al Cielo. Al risveglio eresse in quel luogo una stele che consacrò con queste parole: "Terribilis est locus iste! Haec domus Dei est et porta coeli" (Questo è un luogo terribile! Questa è la casa di Dio e la porta del Cielo).

Diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

L'iscrizione sul frontone della facciata della chiesa di San Giovanni Decollato ad Avezzano

La stessa frase si trova all'ingresso di molte altre chiese. Alcune di queste sono:

Chiesa parrocchiale di Santa Maria Annunciata a Borgosatollo (Bs)

  • Sacrario militare Redipuglia (GO), all'interno della cappella che si trova nel sacrario stesso, la frase scritta è Terribilis Locus Histe.

Siti pagani[modifica | modifica wikitesto]

Ristorante "Pica Pica" a Saintes Maries de la Mer.

Preghiere e canti[modifica | modifica wikitesto]

La stessa frase è anche l'incipit della preghiera di dedicazione delle chiese (In dedicatione ecclesiae) e molti sono i canti liturgici intitolati Terribilis est[2].

Altro[modifica | modifica wikitesto]

La frase dà inoltre il titolo a un albo a fumetti della serie L'Insonne.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Molti di questi luoghi sono elencati in Ma è davvero Terribile questo luogo?" di D. Migliaccio
  2. ^ Johann Heinrich Schmelzer (1620-1680), In dedicatione ecclesiae Introitus: Terribilis Est Locus Iste