Teresa Ciabatti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Teresa Ciabatti a Trento nel 2020

Teresa Ciabatti (Orbetello, 5 maggio 1972) è una scrittrice e sceneggiatrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la laurea in Lettere moderne alla Sapienza di Roma, Ciabatti ha frequentato la scuola di scrittura di Alessandro Baricco a Torino, anche se l'esperienza presso la Holden dura solo due mesi. Ha pubblicato il suo primo romanzo nel 2002, Adelmo, torna da me per Giulio Einaudi Editore, dal quale è stato tratto il film L'estate del mio primo bacio, di Carlo Virzì (2005).

Nel 2008 è uscito il suo secondo romanzo, I giorni felici (Mondadori). La sua produzione letteraria consta di collaborazioni con varie riviste di argomento letterario, e diversi racconti ciascuno inserito in un'antologia.

Ha collaborato con le riviste «Diario» e «Donna»[1].

Ha pubblicato racconti anche su Nuovi Argomenti; il racconto I desideri di Rossella O'Hara esce nell'antologia "Ragazze che dovreste conoscere" (2004, Einaudi); Benvenuto nella casa delle bambole nell'antologia "I giorni felici" (2008, Mondadori); Il tuffo nell'antologia "Drugs" (2011, Guanda).

Nel 2017, con La più amata, raggiunge il secondo posto al Premio Strega, nell'edizione vinta da Paolo Cognetti.

È anche autrice di sceneggiature cinematografiche. Vive a Roma [2].

Nel 2021, con Sembrava Bellezza, viene nominata al Premio Strega, senza raggiungere tuttavia la cinquina finale.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Teresa Ciabatti a Trento nel 2020

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Antologie[modifica | modifica wikitesto]

  • AA.VV., Di cosa stiamo parlando?, a cura di Filippo La Porta, Enrico Damiani Editore, 2017.

Racconti[modifica | modifica wikitesto]

  • I desideri di Rossella O'Hara, in AA.VV. Ragazze che dovresti conoscere. The Sex Anthology, Torino, Einaudi, 2004, ISBN 88-06-17000-7.
  • Benvenuto nella casa delle bambole, in Città in nero. Nove storie italiane, Parma, Guanda, 2006, ISBN 88-8246-939-5.
  • Il tuffo, in Drugs, Parma, Guanda, 2011.

Sceneggiature[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN71618163 · ISNI (EN0000 0000 4747 1951 · LCCN (ENno2003121716 · BNF (FRcb144706297 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2003121716