Questa casa non è un albergo (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Questa casa non è un albergo
Paese Italia
Anno 2000
Formato serie TV
Genere commedia
Stagioni 1 Modifica su Wikidata
Episodi 12 Modifica su Wikidata
Durata 50 minuti
Lingua originale italiano
Crediti
Ideatore Luca Bernabei
Regia Raffaele Mertes
Interpreti e personaggi
Musiche Maurizio Filardo
Casa di produzione Lux Vide
Prima visione
Dal 23 gennaio 2000
Al 20 febbraio 2000
Rete televisiva Rete 4

Questa casa non è un albergo è una serie televisiva italiana andata in onda in prima serata su Rete 4 a partire dal 23 gennaio 2000.[1] Realizzata per una sola stagione, era composta da 12 episodi della durata di 50 minuti ciascuno.[2]

La serie, che aveva come protagonista Sabina Ciuffini, ex valletta del Rischiatutto che tornò così alla popolarità dopo parecchi anni interpretando il ruolo di una madre di famiglia con un passato simile ai suoi esordi televisivi.

Ideata da Luca Bernabei, la regia era di Raffaele Mertes; due episodi sono stati firmati da Pier Belloni ed Elisabetta Marchetti.[3]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La serie narra le vicende della famiglia Donati di Siena, composta dalla madre Anna (Sabina Ciuffini), ex-valletta dei programmi televisivi di Mike Bongiorno, dal padre Francesco, marito di Anna, chirurgo di professione e dai loro quattro figli: Costanza, Valentina, Lorenza e Nino, tutti di età compresa tra i 26 e i 14 anni.

Le vicende famigliari si intrecciano con quelle dei personaggi ricorrenti, come il nonno (interpretato da Novello Novelli), Luca, il ragazzo di Costanza, Titti, una zia americana, Arlette, una cugina francese e Lotte, la fidanzata di Nino.

Guest star di una puntata, nei panni di sé stesso, è stato il calciatore Walter Zenga.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Torna Sabina Ciuffini ora fa la casalinga, in La Stampa, 6 gennaio 2000. URL consultato il 18 novembre 2016.
  2. ^ Scheda della serie televisiva sul sito della Lux Vide, luxvide.it. URL consultato il 18 novembre 2016.
  3. ^ Silvia Fumarola, Ciuffini: io mamma di una famiglia perfetta, in la Repubblica, 6 gennaio 2000. URL consultato il 18 novembre 2016.
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione