Tatyana McFadden

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tatyana McFadden
Tatyana McFadden Paralympic World Cup 2009.jpg
Tatyana Mcfadden nel 2009
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 165 cm
Peso 49 kg
Atletica leggera paralimpica Athletics pictogram (Paralympics).svg
Specialità Velocità, mezzofondo
Categoria T54
Società University of Illinois
Carriera
Nazionale
2003 -Stati Uniti Stati Uniti
Palmarès
Giochi paralimpici 3 4 3
Mondiali paralimpici 11 3 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Sci di fondo Cross country skiing pictogram.svg
Specialità Sci di fondo paralimpico
Categoria Atleti in carrozzina
Palmarès
Giochi paralimpici 0 1 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 3 gennaio 2015

Tatyana McFadden (San Pietroburgo, 21 aprile 1989) è un'atleta paralimpica, fondista e biatleta statunitense.

È sorella di Hannah McFadden, a sua volta atleta paralimpica di alto livello[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a San Pietroburgo nel 1989 affetta da spina bifida, una malattia congenita che le impedì di camminare sin dalla tenera età. La madre naturale la abbandonò in un orfanotrofio, il quale non poteva permettersi l'acquisto di una sedia a rotelle per la bambina, così per i primi sei anni della sua vita Tatyana dovette camminare utilizzando le mani. Durante la sua permanenza nell'orfanotrofio incontrò Deborah McFadden, la quale si trovava in Russia in qualità di commissario per il Dipartimento della Salute degli Stati Uniti d'America. Decise così di adottare Tatyana e portarla a vivere a Baltimora, negli Stati Uniti.[2]

Tatyana fu portata a praticare diversi sport per rafforzare la sua muscolatura: dapprima praticò il nuoto, poi la ginnastica, la pallacanestro su sedia a rotelle, l'hockey su slittino e l'atletica leggera. È studentessa presso l'Università dell'Illinois, dove fa parte della squadra di pallacanestro su sedia a rotelle.[3]

Carriera da atleta paralimpica[modifica | modifica wikitesto]

A soli 15 anni prese parte ai Giochi paralimpici di Atene 2004, dove conquistò due medaglie: quella d'argento nei 100 metri e quella di bronzo nei 200 metri. Risale invece al 2006 la sua prima esperienza ad un campionato mondiale: quell'anno partecipò ai mondiali di Assen portando a casa la medaglia d'oro nei 100 metri e quella d'argento nei 200 e nei 400 metri.

Il 2008 fu l'anno della seconda esperienza paralimpica di Tatyana. A Pechino arricchì il suo medagliere con tre medaglie d'argento (200, 400 e 800 metri) e una di bronzo (staffetta 4×100 metri).

Dal 2011 iniziò a raccogliere numerose medaglie d'oro mondiali e paralimpiche: ai mondiali di Christchurch ne vinse quattro, ai quali si aggiunse l'argento nella staffetta 4×400 metri; alle Paralimpiadi di Londra 2012 vinse tre medaglie d'oro e una di bronzo, ma il suo più grande successo risale al 2013, quando ai campionati del mondo di atletica leggera paralimpica riuscì ad aggiudicarsi sei titoli mondiali: fu la prima atleta in assoluto a riuscire a vincere tutte le gare di corsa (dai 100 metri ai 5000 metri) durante un campionato mondiale. Sempre nel 2013 riuscì in un'altra grande impresa: la vittoria delle quattro maratone maggiori nello stesso anno (Boston, Chicago, Londra e New York).

Nel 2014 arrivarono altre tre vittorie in altrettante maratone: New York, Londra e Boston.

Carriera da fondista paralimpica[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2013, seguendo i consigli e le orme di Alana Nichols, vincitrice di medaglie d'oro paralimpiche sia ai Giochi estivi di Pechino 2008 sia a quelli invernali di Vancouver 2010, ha iniziato ad avvicinarsi agli sport invernali nella disciplina dello sci di fondo[4]. Dopo aver preso parte ad alcune prove di Coppa del Mondo, è stata membro della delegazione statunitense ai Giochi paralimpici invernali di Soči 2014, occasione in cui ha conquistato la medaglia d'argento nella gara sprint[5].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Atletica leggera paralimpica[modifica | modifica wikitesto]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
2004 Giochi paralimpici Grecia Atene 100 metri T54 Argento Argento 16"69
200 metri T54 Bronzo Bronzo 30"48
400 metri T54 56"24
800 metri T54 1'55"15
2005 Europei paralimpici (open) Finlandia Espoo 100 metri T54
400 metri T54
800 metri T54
200 metri T54
2006 Mondiali paralimpici Paesi Bassi Assen 100 metri T54 Oro Oro 16"31
200 metri T54 Argento Argento 29"25
400 metri T54 Argento Argento 54"25
800 metri T54 1'55"91
2008 Giochi paralimpici Cina Pechino 100 metri T54 16"62
400 metri T54 Argento Argento 53"49
200 metri T54 Argento Argento 28"43
800 metri T54 Argento Argento 1'46"95
Staffetta 4×100 metri T53/T54 Bronzo Bronzo 1'02"16
2011 Mondiali paralimpici Nuova Zelanda Christchurch 100 metri T54 Bronzo Bronzo 16"83
200 metri T54 Oro Oro 29"33
800 metri T54 Oro Oro 1'51"10 Record dei campionati
Staffetta 4×400 metri T53/T54 Argento Argento 3'57"39
1500 metri T54 Oro Oro 3'36"20 Record dei campionati
400 metri T54 Oro Oro 54"88
2012 Giochi paralimpici Regno Unito Londra 400 metri T54 Oro Oro 52"97
800 metri T54 Oro Oro 1'47"01
1500 metri T54 Oro Oro 3'36"42
100 metri T54 Bronzo Bronzo 16"15
Maratona T54 1h58"47
2013 Mondiali paralimpici Francia Lione 200 metri T54 Oro Oro 28"69
5000 metri T54 Oro Oro 12'08"07
800 metri T54 Oro Oro 1'44"44 Record mondiale
100 metri T54 Oro Oro 16"42
1500 metri T54 Oro Oro 3'34"06
400 metri T54 Oro Oro 53"74 Miglior prestazione personale stagionale

Altre competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Tatyana McFadden alla Maratona di New York del 2011
2014
2013

Sci di fondo paralimpico[modifica | modifica wikitesto]

Tatyana McFadden nel 2014

Giochi paralimpici[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 12ª nel 2014[6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Hannah McFadden, su teamusa.org, Comitato Olimpico degli Stati Uniti. URL consultato il 3 gennaio 2015.
  2. ^ (EN) After legal wrangle, teen wheelchair racer competes against peers, in USA Today, 19 aprile 2006. URL consultato il 3 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 4 novembre 2013).
  3. ^ (EN) Kevin Cowherd, Tatyana McFadden looking to go far and fast at Paralympics, in The Baltimore Sun, 25 agosto 2012. URL consultato il 3 gennaio 2015.
  4. ^ (EN) Tatyana McFadden, su teamusa.org, Comitato Olimpico degli Stati Uniti. URL consultato il 3 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 4 gennaio 2015).
  5. ^ (EN) Nate Williams, Tatyana McFadden sprints to silver, su paralympic.org, Comitato Paralimpico Internazionale, 12 marzo 2014. URL consultato il 3 gennaio 2015.
  6. ^ (EN) IPC Nordic Skiing Points - Winter Season 2013/14 - World Cup Cross Country Rankings, su paralympic.org, Comitato Paralimpico Internazionale. URL consultato il 3 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 4 gennaio 2015).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN1473154075980811860008 · LCCN (ENno2018141454 · WorldCat Identities (ENlccn-no2018141454