Atletica leggera paralimpica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un atleta durante una competizione.

L'atletica leggera paralimpica è uno sport per disabili adattamento dell'atletica leggera. Gli atleti paralimpici e le competizioni paralimpiche (inclusi i Giochi paralimpici) sono sotto l'egida del Comitato Paralimpico Internazionale (IPC, International Paralympic Committee).

Classificazioni[modifica | modifica sorgente]

L'IPC classifica gli atleti in tre gruppi e varie classi.

Gruppi[modifica | modifica sorgente]

  • Atleti in carrozzina.
  • Standing (atleti con vario tipo di disabilità ed amputati che gareggiano in piedi).
  • Visually impaired (ipovedenti).

Classi[modifica | modifica sorgente]

  • T/F 11-13: atleti con diversi gradi di menomazione visiva (anche detti visually impaired o ipovedenti).
  • T/F 20: atleti con disabilità intellettiva.
  • T/F 31-38: atleti cerebrolesi (sia standing che in carrozzina).
  • T/F 40-46: atleti con diversi tipi di amputazione; atleti affetti da nanismo ed i cosiddetti les autres (altre tipologie di disabilità).
  • T 51-54: atleti in carrozzina (in questa categorie possono gareggiare sia i paraplegici che gli amputati che scelgono di non gareggiare standing).
  • F 51-58: atleti che gareggiano seduti sul campo di gara.

Ove T è (track=gare su pista) e F è (field=concorsi).

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]