Taken - La vendetta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Taken - La vendetta
Taken 2 trailer.jpg
Bryan Mills (Liam Neeson) in una scena del film
Titolo originaleTaken 2
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneFrancia
Anno2012
Durata91 min
Rapporto2,39:1
Genereazione, thriller
RegiaOlivier Megaton
SoggettoLuc Besson, Robert Mark Kamen
SceneggiaturaLuc Besson, Robert Mark Kamen
ProduttoreLuc Besson
Produttore esecutivoMichael Mandaville
Casa di produzione20th Century Fox, EuropaCorp, Grive Productions, Canal+, M6 Films, Ciné+
Distribuzione (Italia)20th Century Fox
FotografiaRomain Lacourbas
MontaggioCamille Delamarre, Vincent Tabaillon
Effetti specialiPhilippe Hubin, Rodolphe Chabrier, Digital Factory, Mac Guff Ligne
MusicheNathaniel Méchaly
ScenografiaSébastien Inizan
CostumiPamela Lee Incardona
TruccoMyke Michaels
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Taken - La vendetta (Taken 2) è un film del 2012 diretto da Olivier Megaton e sceneggiato da Luc Besson, che ha come protagonista Liam Neeson. Si tratta del sequel del film Io vi troverò del 2008. Il capitolo successivo è invece Taken 3 - L'ora della verità, uscito nel 2015.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La storia comincia col funerale dei criminali albanesi che Bryan Mills aveva ucciso nel film precedente per salvare la figlia Kim, e il padre di uno di loro, un importante boss, giura vendetta. A Los Angeles, Bryan continua la sua solita vita, lavora ogni tanto come guardia del corpo e cerca di stare il più possibile vicino alla ex moglie Lenore, che si è separata dal suo secondo marito, e alla figlia, che Bryan cerca di aiutare nelle lezioni di scuola guida. Kim però si lamenta che suo padre ha un atteggiamento troppo protettivo e opprimente, al punto che, quando scopre che Kim ha un fidanzato, va subito a recuperarla a casa di quest'ultimo senza degnare il ragazzo di un saluto.

Intanto i mafiosi albanesi torturano il francese Jean-Claude (ex-collega di Bryan apparso anche nel primo film), scoprendo nome e volto di Bryan, e, grazie a funzionari corrotti del governo albanese, scoprono la sua prossima destinazione, ossia Istanbul, dove Bryan si recherà come guardia del corpo di uno sceicco. Inoltre saranno presenti anche Lenore e Kim, invitate da Bryan che voleva offrire loro una vacanza. Una volta arrivati, i tre si godono la città: Kim lascia che i genitori restino da soli, nella speranza di farli conciliare, ma è proprio in questo momento che i criminali agiscono, tentando di rapire i tre. Bryan dice alla ex-moglie di scappare mentre egli sistemerà gli aggressori.

In un primo momento sembra farcela ma Lenore viene catturata quindi Bryan deve arrendersi, non prima comunque di aver avvertito via telefono la figlia che sono tutti in pericolo e che lei deve rifugiarsi nella stanza del padre. Bryan e Lenore vengono condotti bendati in un altro luogo (e l'uomo ricostruirà il percorso basandosi sui rumori che sente durante il tragitto) e qui incontrano il capo dei criminali che spiega a Bryan le sue motivazioni e afferma che intende farlo soffrire torturando la sua famiglia: Lenore viene ferita alla gola e appesa a testa in giù per farla dissanguare.

Ma Kim, con un mix d'intraprendenza e fortuna, sfugge ai suoi inseguitori all'albergo, va nella stanza di Bryan e, comunicando con lui tramite un piccolo cellulare nascosto, riesce ad ottenere le coordinate della loro prigione alla quale Kim dovrà recarsi per portare un'arma al genitore che, nel frattempo, si è liberato le mani dalle catene. Nonostante sia inseguita sui tetti della città, Kim riesce a passare, attraverso una canna fumaria, una pistola a Bryan, il quale uccide i suoi carcerieri e corre in aiuto di Kim, ma è costretto a lasciare indietro Lenore, indebolita dall'emorragia. Bryan raggiunge la figlia in tempo e la salva. A questo punto, i due rubano un taxi per andare a recuperare Lenore, che però è stata già portata via.

Dopo un rocambolesco inseguimento, causato dall'uccisione da parte di Bryan di un poliziotto corrotto e complice dei criminali, raggiungono l'ambasciata americana dove Bryan lascia Kim per poi andare a salvare Lenore. Scopre dove l'hanno portata e uccide tutti i criminali, trovandosi infine davanti al vecchio boss: Bryan gli offre la possibilità di salvarsi perché è stanco di essere sempre in lotta ma l'altro cerca comunque di ucciderlo e allora Bryan lo uccide. Salvata Lenore, i tre ritornano in America e qualche mese dopo Kim prende la patente automobilistica e Bryan, ritrovata la serenità con Lenore, riesce ad accettare il fidanzato di Kim.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 giugno 2012 è stato diffuso online il primo trailer ufficiale del film.[1] Il 9 luglio dello stesso anno è stato inoltre diffuso dalla 20th Century Fox il primo trailer in italiano del film.[2]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato distribuito nelle sale francesi il 3 ottobre 2012, in quelle statunitensi il 5 ottobre 2012 e in quelle italiane l'11 ottobre 2012.

Citazioni e riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nella prima parte del film (dopo che la ex-moglie e la figlia sono appena arrivate a Istanbul) si vede il protagonista in camera sua, con la televisione accesa sul telegiornale che sta annunciando il naufragio della Costa Concordia, erroneamente denominata come "Costa Concorda".

Inesattezze[modifica | modifica wikitesto]

Nel film è menzionata e inquadrata più volte quella che viene definita l'ambasciata statunitense a Istanbul: ciò è un errore, in quanto la città non è la capitale turca (lo è Ankara) e pertanto non può essere sede di un'ambasciata; vi è presente, invece, il consolato.

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Taken 3 - L'ora della verità.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Taken 2, Liam Neeson nel primo trailer internazionale!, in blog.screenweek.it, 21 giugno 2012.
  2. ^ Il trailer italiano di Taken 2!, in badtaste.it, 9 luglio 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN301848532 · BNF: (FRcb17017477q (data)
Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema