Stazione di Pino-Tronzano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pino-Tronzano
stazione ferroviaria
Pino-Tronzano - stazione ferroviaria - fabbricato viaggiatori.jpg
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàMaccagno con Pino e Veddasca (frazione Pino sulla Sponda del Lago Maggiore)
Coordinate46°05′55.32″N 8°44′13.42″E / 46.0987°N 8.73706°E46.0987; 8.73706Coordinate: 46°05′55.32″N 8°44′13.42″E / 46.0987°N 8.73706°E46.0987; 8.73706
LineeCadenazzo-Luino
Novara-Pino
Caratteristiche
Tipostazione in superficie, passante
Stato attualein uso
Attivazione1882
Binari2+1tronco
Rete celere ticinese
Linea S 30
White dot.svg  Bellinzona S 10 S 20
White dot.svg  Giubiasco S 10 S 50
White dot.svg  Sant'Antonino
White dot.svg  Cadenazzo S 20
White dot.svg  Quartino
White dot.svg  Magadino-Vira
White dot.svg  San Nazzaro
White dot.svg  Gerra (Gambarogno)
White dot.svg  Ranzo-Sant'Abbondio
White dot.svg  Pino-Tronzano
White dot.svg  Maccagno
White dot.svg  Colmegna
White dot.svg  Luino
White dot.svg  Porto Valtravaglia
White dot.svg  Caldè
White dot.svg  Laveno-Mombello
White dot.svg  Sangiano
White dot.svg  Besozzo
White dot.svg  Travedona-Biandronno
White dot.svg  Ternate-Varano Borghi
White dot.svg  Mornago-Cimbro
White dot.svg  Besnate
White dot.svg  Gallarate S 5
White dot.svg  Busto Arsizio S 5
White dot.svg  Busto Arsizio Nord
White dot.svg  Ferno-Lonate Pozzolo
White dot.svg  Malpensa T1
White dot.svg  Malpensa T2

La stazione di Pino-Tronzano è una stazione ferroviaria che serve i centri abitati di Pino sulla Sponda del Lago Maggiore, frazione di Maccagno con Pino e Veddasca, e Tronzano Lago Maggiore.

È posta sul tronco comune alle linee Cadenazzo-Luino e Novara-Pino; costituisce la stazione in territorio italiano più prossima al confine svizzero.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La stazione fu attivata nel 1882, contemporaneamente all'apertura della linea da Novara al confine elvetico, realizzata per collegare la linea del Gottardo con la pianura padana e il porto di Genova.

Pur essendo collocata a ridosso del confine italo-svizzero, per via delle ridotte dimensioni degli impianti (dovute al poco spazio edificabile) lo scalo non ebbe mai il ruolo formale di stazione di confine: le operazioni doganali in territorio italiano vengono infatti espletate presso la stazione di Luino, posta 14 chilometri più a sud.

Strutture ed impianti[modifica | modifica wikitesto]

Il fabbricato viaggiatori è costruito nel classico stile ferroviario italiano: una struttura squadrata e regolare a due piani, con pareti esterne intonacate: il pianterreno ospita uffici, locali tecnici, biglietteria e sala d'attesa, il secondo alloggi per il personale ferroviario (poi caduti in disuso). La stazione è stabilmente presenziata da un dirigente movimento.

Il sedime consta di due binari passanti, entrambi serviti da una banchina con attraversamento a raso, più un binario tronco sul lato in direzione Luino, a servizio dello scalo merci.

Movimento[modifica | modifica wikitesto]

La stazione è servita dai treni della linea S30 della rete celere del Canton Ticino, eserciti da TiLo con frequenza bioraria sulla relazione Bellinzona/Cadenazzo-Luino/Malpensa Aeroporto[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]