Differenze tra le versioni di "Teatro Reinach"

Jump to navigation Jump to search
Nessun cambiamento nella dimensione ,  7 mesi fa
Piccola correzione del precedente.
(Piccola correzione del precedente.)
Gli spettacoli ebbero inizio il 2 maggio [[1871]]. In aprile 1880 debuttò nelle vesti di direttore d'orchestra [[Cleofonte Campanini]], con l'opera ''L'ultima notte di Carnevale'', del parmigiano Napoleone Gialdi. Nello stesso anno si esibì nella ''[[Lucia di Lammermoor]]'', ormai invecchiato, un tenore dal grande passato, Emilio Naudin.
 
Il Politeama Reinach fu sede di spettacoli di prosa. Nel 18861896 la Compagnia di [[Angelo Pezzaglia]] vi mise in scena molti drammi a effetto, come ''Il vecchio caporale'', ''Il Conte di Montecristo'', ''La jena del cimitero'', ''La portatrice di pane'', ''Gli orfani abbandonati'', ''Le due orfanelle'' ecc., a cui prese parte, ancora seienne, la piccola [[Paola Pezzaglia]], nipote del capocomico, futura primadonna teatrale e interprete del cinema muto.
 
Il Politeama Reinach fu anche il regno dell'[[operetta]]. In quegli anni ospitò le compagnie di Bruto Bocci, Gaetano Tani, Filippo Bergonzoni, Emilia Persico, Raffaele Scognamiglio, che avevano in repertorio, presentati in italiano, per lo più lavori di autori francesi, come [[Charles Lecocq]], [[Jacques Offenbach]], [[Robert Planquette]] ed [[Edmond Audran]].
Utente anonimo

Menu di navigazione