Silvia Cosimini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Silvia Cosimini (Montecatini Terme, 9 giugno 1966) è una traduttrice, critico letterario e insegnante italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureata in Lingue e letteratura inglese all'Università di Firenze (1992), con studi in Irlanda (Cork, Dublino) e in Galles, ha poi preso una seconda laurea, in Lingua e cultura islandese, all'Università d'Islanda (1996). Ha tradotto numerose opere di autori islandesi, classici o emergenti, dall'islandese o, più raramente, dall'inglese.[1]

Nel 2011 le è stato conferito il Premio nazionale per la Traduzione.[2][3]

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Hallgrímur Pétursson e i Salmi. La letteratura religiosa in Islanda dopo la Riforma, in La letteratura cristiana in Islanda, cur. Carla del Zotto, Carocci Editore, Roma, 2010, p. 55 ss.
  • Tre poeti d'Islanda, in «In forma di parole», 2005, n. 3
  • Biblioteche, scriptoria e centri di diffusione della cultura nel medioevo islandese, in «Linguistica e Filologia», 2000, n. 10, p. 161 ss.
  • Otto poeti islandesi del Novecento, saggio e traduzioni, in «Poesia», 2000, n. 136, p. 46 ss.

Traduzioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN305335939 · SBN: IT\ICCU\RAVV\105247