Segna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Segna
città
(HR) Senj
Segna – Stemma
Segna – Veduta
Localizzazione
Stato Croazia Croazia
Regione Lika-Senj County coat of arms.png Lika e Segna
Amministrazione
Sindaco Darko Nekić
Territorio
Coordinate 44°59′N 14°54′E / 44.983333°N 14.9°E44.983333; 14.9 (Segna)Coordinate: 44°59′N 14°54′E / 44.983333°N 14.9°E44.983333; 14.9 (Segna)
Altitudine 0-1699 m s.l.m.
Superficie 658 km²
Abitanti 7 165 (2011)
Densità 10,89 ab./km²
Frazioni 27
Altre informazioni
Cod. postale 53270
Prefisso (+385) 053
Fuso orario UTC+1
Targa GS
Cartografia
Mappa di localizzazione: Croazia
Segna
Segna
Sito istituzionale

Segna[1][2][3][4][5][6][7] (in croato: Senj[7], in tedesco Zengg[7], in latino: Senia) è una città (grad) di 7.165 abitanti del litorale adriatico croato situata tra Fiume e Zara, fa parte amministrativamente della regione della Lika e di Segna e spiritualmente della diocesi di Gospić-Segna.

La notorietà di Segna è cresciuta anche grazie ad un motivo geografico: la città è presa come riferimento per il passaggio del 45º parallelo sulla costa dalmata.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Segna è situata lungo il canale della Morlacca nel punto in cui il golfo del Quarnaro maggiormente si insinua nell'entroterra croato, ai piedi delle Alpi Dinariche, in particolare delle Alpi Bebie, della Cappella e del Gorski Kotar.

La città sorge di fronte alle isole di Veglia e Pervicchio, separate tra loro dalla bocca di Segna (Senjska vrata). La città tramite la strada Giuseppina (Jozefinska cesta), è collegata con l’entroterra, e quindi con Karlovac e Zagabria, attraverso una depressione della costa chiamata Passo della Porta (Vratnik), a 698 metri di quota, attraverso il quale d'inverno si incanala la bora[8]; esso è il passo più basso tra il mare e l'entroterra e segna la fine dei monti della Grande Cappella (Velika Kapela) e l'inizio delle Alpi Bebie (Velebit).

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Cattedrale dell'Assunzione di Maria, costruita nel 1169 come basilica romanica a navata unica sulle fondamenta di un tempio pagano del IV-V secolo, i cui resti sono ancora visibili sul retro del santuario a circa 1,5 metri di profondità.
  • Castello di Nehaj, costruita nel 1558 sui resti di edifici precedenti, sulla collina di Nehaj, nei pressi di Segna.

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Località[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Segna è diviso in 27 frazioni (naselja)[9], di seguito elencate. Tra parentesi il nome in lingua italiana.

  • Alan (Villadrago o Allano)
  • Biljevine (Biglievina)
  • Bunica (Bunizza[10] o Bonazza o anche Valdialbi)
  • Crni Kal (Cernicál)
  • Jablanac (Iablanaz[11][12], in passato Jablanazzo[13])
  • Klada (Clada[14] o Cleda)
  • Krasno Polje (Crasno[15])
  • Krivi Put (Viatorta)
  • Lukovo (Luccò[16])
  • Melnice (Mulino o Melnizza)
  • Mrzli Dol (Valfredda)
  • Pijavica (Piavizza)
  • Podbilo (Santa Maria o Madonna della Neve)
  • Prizna (Prisna o Prizna o anche Sant'Antonio di Pago)
  • Senj (Segna), sede comunale
  • Senjska Draga (Valle di Segna[10])
  • Starigrad (Castelvecchio della Morlacca o di Segna)
  • Stinica (Stinizza[17] o Mùrolo)
  • Stolac (Stolazzo o Stolaz[18])
  • Sveta Jelena (Sant'Elena di Segna[10] o Sant'Elena della Morlacchia)
  • Sveti Juraj (San Giorgio della Morlacca)
  • Velike Brisnice (Brisnizza Grande)
  • Veljun Primorski (Veglion o Veglione)
  • Volarice (Volarizza o Porto Castellùz)
  • Vrataruša (Ratarossa)
  • Vratnik (Vratanigo)
  • Vrzići (Versici)

Etnie e Minoranze Straniere

Secondo una mappa etnica francese dei Balcani, fino alla fine del XIX secolo esisteva un piccola minoranza romanza (Veneto-Dalmatica se non addirittura Morlacca) data anche la vicinanza all'isola di Veglia; la quale aveva avuto, fino alla Seconda guerra mondiale, una forte minoranza italiana. La minoranza romanzo-italiana di Segna scomparve definitivamente nei primi anni del XX secolo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cfr. "Ségna" nell'enciclopedia Sapere.
  2. ^ Touring Club Italiano, Croazia. Zagabria e le città d'arte. Istria, Dalmazia e le isole. I grandi parchi nazionali, Touring Editore, Borgaro Torinese (TO) 2004, p. 72.
  3. ^ Touring Club Italiano, Istria, Quarnaro, Dalmazia. Escursioni, sport, divertimenti, enogastronomia, arte e cultura, Touring Editore, Milano 2004, p. 116, ISBN 9788836530441.
  4. ^ Dario Alberi, Dalmazia. Storia, arte, cultura, Lint Editoriale, Trebaseleghe (PD) 2008, pp. 214-223.
  5. ^ Cfr. alle p. 180; 183 e p. 185 in Istituto Geografico De Agostini Grande atlante d'Europa e d'Italia, Novara, 1994.
  6. ^ Cfr. alle p. 76 e p. 118 sull'Atlante geografico, fisico, politico, economico, Paravia, Torino, 1975.
  7. ^ a b c "Zengg (Senj, Segna)" in: Blatt 33-45 der Generalkarte von Mitteleuropa 1:200.000 der Franzisco-Josephinischen Landesaufnahme, Österreich-Ungarn, ab 1887
  8. ^ ”La costa liburnica”, Dario Alberi – Dalmazia – Storia, Arte, Cultura, LINT, 2008.
  9. ^ (HR) Statuto della città di Segna.
  10. ^ a b c Dario Alberi, Dalmazia. Storia, arte, cultura, Lint Editoriale, Trebaseleghe (PD) 2008, p. 214.
  11. ^ Cfr. in Elenco dei fari e segnali da nebbia, Istituto Idrografico della Marina, Genova, 1997. (Documento ufficiale dello Stato - legge 2 febbraio 1960, n. 68).
  12. ^ Dario Alberi, Dalmazia. Storia, arte, cultura, Lint Editoriale, Trebaseleghe (PD) 2008, pp. 183-187.
  13. ^ Come riportato in r.d.l. 3 maggio 1941, n. 291.
  14. ^ Dario Alberi, Dalmazia. Storia, arte, cultura, Lint Editoriale, Trebaseleghe (PD) 2008, pp. 184-185.
  15. ^ La Dalmazia nel XX secolo tra Regno d'Italia (in viola) e Governatorato di Dalmazia (in giallo)
  16. ^ Dario Alberi, Dalmazia. Storia, arte, cultura, Lint Editoriale, Trebaseleghe (PD) 2008, p. 183.
  17. ^ Dario Alberi, Dalmazia. Storia, arte, cultura, Lint Editoriale, Trebaseleghe (PD) 2008, p. 186.
  18. ^ Usporedno Talijansko-Hrvatsko nazivlje mjestat ("Tabella comparativa italiano/croato dei toponimi") pubblicata su Fontes (ISSN 1330-6804 (WC · ACNP), rivista scientifica croata edita dall'Archivio di Stato), giugno 2000.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Dario Alberi, Dalmazia, storia, arte, cultura, Lint Editoriale 2009, Trieste.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]


CroatiaLika-Senj.png Città e comuni della regione della Licca e di Segna

Città: Gospić · Novaglia (Novalja) · Otočac · Segna (Senj)

Comuni: Brinje · Donji Lapac · Carlopago (Karlobag) · Lovinac · Perušić · Plitvička Jezera · Udbina · Vrhovine

Controllo di autorità VIAF: (EN246626806