Santuario di Rosa Mistica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Santuario della Rosa Mistica
Stato Italia Italia
Regione Lombardia Lombardia
Località Montichiari
Religione cattolica
Titolare Madonna
Diocesi Brescia
Fondatore Pierina Gilli

Il santuario di Rosa Mistica è un santuario mariano che si trova a Montichiari, in provincia di Brescia, in località Le Fontanelle, sulla strada che da Montichiari porta a Carpenedolo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fu costituito come luogo sacro il 17 aprile 1966, anno in cui la veggente Pierina Gilli venne portata lì dalla Madonna. Questa data è ricordata perché scritta su una epigrafe posta sul fronte della cappella della Fonte di Grazia (popolarmente già conosciuta col nome di Fonte San Giorgio e che secondo i racconti fu la Madonna a chiamarla così).

Qui, secondo la veggente, Maria si presentò nelle presunte apparizioni con il nome di Rosa Mistica e Madre della Chiesa. Le tre rose (bianca, rossa, gialla) sul manto di Maria rappresentano rispettivamente preghiera, sacrificio e penitenza che la Madonna ha chiesto ai fedeli di praticare in riparazione dei peccati e per le vocazioni di speciale consacrazione.

Queste apparizioni non sono mai state riconosciute dal Vaticano. Viene però riconosciuta la località come luogo di culto mariano intitolato a Maria Rosa Mystica. Il santuario è inoltre particolarmente noto perché luogo di culto particolarmente sentito dalle persone di etnia rom e sinti.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

A differenza di molti altri santuari mariani, il santuario non è strutturato come una chiesa, bensì un anfiteatro aperto dove si trova la cappella aperta su un lato per la celebrazione eucaristica ed una cappella più piccola in muratura a protezione di una fontana a vasca con acqua ritenuta miracolosa. Per questa peculiare caratteristica, il santuario è infatti da molti ritenuto una "piccola Lourdes" in Italia e sono in molti a praticare le abluzioni rituali presso questo luogo di culto.

Nei pressi della fonte si trova la Scala Santa, che si percorre in ginocchio dicendo un Ave Maria per gradino, scalinata che conduce appunto dalla strada alla fonte e che secondo le apparizioni miracolose sarebbe stata percorsa dalla stessa Madonna.

Il luogo di culto è attorniato da un grande parco pubblico dove sono presenti una Via Crucis artistica e altre statue devozionali della Madonna.