Sandro Giordano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Sandro Giordano (Roma, 6 ottobre 1972) è un attore e fotografo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Attivo nel cinema e nella televisione. Sul grande schermo nel 1996 recita nel film di Dario Argento La sindrome di Stendhal. Nel 2004 è nel cast di L'amore è eterno finché dura, diretto da Carlo Verdone. Successivamente recita in altri lungometraggi, tra i quali Gas e Ce n'è per tutti, entrambi di Luciano Melchionna.

In televisione ha recitato in serie trasmesse su Canale 5 quali Rita da Cascia (2005), Questa è la mia terra (2006) e Il generale Dalla Chiesa (2007).

Affianca all'attività di attore quella di fotografo.

Da ottobre 2013 si dedica totalmente al progetto fotografico In extremis, corpi senza pentimento, uno scenario contemporaneo e dai colori vivaci che traduce in chiave visiva la fragilità umana.[1] Di questo ciclo ha fatto molto discutere la foto Mea maxima culpa, che ritrae un prelato riverso su un divanetto con una sostanza bianca tra le mani, circondato da giornali con foto di uomini nudi: l’intento di Giordano è sensibilizzare l’opinione pubblica rispetto al tema della pedofilia nella Chiesa cattolica.

A partire dal 12 novembre 2017 va in onda su Rai 5 Ghost Town, una serie di otto documentari nei quali Giordano conduce il telespettatore alla scoperta di altrettante città fantasma.[2]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sandro Giordano: dal cinema alla fotografia, il progetto Remmidemmi, su modamax.it:443. URL consultato il 7 maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 7 maggio 2019).
  2. ^ RAI5: GHOST TOWN

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]