Robert Hunter (politico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Robert Hunter
Robert Hunter (governor).jpg
Godfrey Kneller, Ritratto di Robert Hunter, 1720 circa

Governatore della Virginia
Durata mandato 1707 – Catturato sulla via del mare dai francesi e mai entrato in servizio
Monarca Anna
Predecessore Edmund Jenings
Successore Alexander Spotswood

3º governatore del New Jersey
Durata mandato Giugno 1710 –
1720
Monarca Anna
Giorgio I
Predecessore Richard Ingoldesby
Successore Lewis Morris

19º governatore di New York
Durata mandato Giugno 1710 –
1719
Monarca Anna
Giorgio I
Predecessore Richard Ingoldesby
Successore Pieter Schuyler

Governatore della Giamaica
Durata mandato 1728 –
31 marzo 1734
Monarca Giorgio I
Capo del governo Robert Walpole
Predecessore John Ayscough
Successore John Ayscough

Robert Hunter (Edimburgo, bap. ottobre 1666Giamaica, 31 marzo 1734) è stato un politico, militare e drammaturgo scozzese, che fu vice governatore della Virginia, governatore del New Jersey, di New York e della Giamaica, incarichi tutti ricoperti tra il 1707 e la morte.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Infanzia e giovinezza[modifica | modifica wikitesto]

Robert Hunter nacque dall'unione fra James Hunter, un avvocato scozzese, e la moglie Margaret Spalding, a Edimburgo, nell'allora Regno di Scozia, nel 1666. Fu apprendista in una farmacia, prima di fuggire dalla Scozia per arruolarsi nella British Army, nel 1689. Fu nominato ufficiale, e, nello stesso periodo sposò una donna d'alto rango. Nel 1707 venne nominato governatore della Virginia, ma, durante il viaggio per raggiungere la colonia, venne catturato da corsari francesi, che lo tennero prigioniero in Francia. Al suo posto venne nominato Alexander Spotswood. Hunter restò recluso sino al 1709, quando fu oggetto di uno scambio politico: gli inglesi riconsegnarono Jean-Baptiste de La Croix de Chevrières de Saint-Vallier, Vescovo di Québec, che era stato fatto prigioniero nel luglio 1704 ai francesi, i quali liberarono Robert Hunter.

Governatore del New Jersey e di New York[modifica | modifica wikitesto]

Hunter fu nominato dalla regina Anna governatore del New Jersey nel 1710, andando così a sostituire il vice governatore Richard Ingoldesby. Salpò verso le colonie con oltre tremila esuli palatini, destinati a diventarne colòni. Nel 1715 sostenne la coniazione locale di monete di rame, ma re Giorgio I negò tale possibilità. Hunter fu in carica sino al 1720, quando venne sostituito da Lewis Morris.

Contemporaneamente all'ufficio di governatore del New Jersey, Robert Hunter svolse anche le funzioni di governatore di New York. Infatti, nel giugno 1710 sostituì il vice governatore Richard Ingoldesby. al 1719, quando venne sostituito da Pieter Schuyler.

Governatore della Giamaica[modifica | modifica wikitesto]

Hunter fu anche governatore della Giamaica dal 1728 alla morte, avvenuta il 31 marzo del 1734. Al decesso venne sostituito nell'incarico da John Ayscough, che, a sua volta, era stato il predecessore di Hunter.

La filosofia amministrativa di Hunter era che "i veri interessi del popolo e del governo sono gli stessi, se il governo è un governo di diritti."[1]

Attività drammatica[modifica | modifica wikitesto]

Robert Hunter fu anche un commediografo: la sua commedia più famosa, Androboros, risulta essere la più antica commedia mai scritta e pubblicata nel Nuovo Mondo. Hunter la scrisse nel 1714, durante il mandato di governatore del New Jersey di New York. In quest'opera, Hunter si prese velatamente gioco di vari suoi avversari politici.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ New Jersey Information Digitial Collections (PDF), slic.njstatelib.org. URL consultato il 24 luglio 2016.
  2. ^ Androboros su Google Libri, books.google.it. URL consultato il 26 luglio 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Mary Lou Lustig, Robert Hunter, 1666–1734: New York's Augustan Statesman, Syracuse (New York), Syracuse University Press, 1983, ISBN 9780815622963.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Predecessore Governatore della Virginia Successore
Edmund Jenings 1707 Alexander Spotswood (come vice di George Hamilton, I conte di Orkney)
Controllo di autorità VIAF: (EN70290445 · LCCN: (ENn82222195 · GND: (DE1083295896