Alexander Spotswood

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alexander Spotswood
Alexander Spotswood by Charles Bridges (Colonial Williamsburg copy).jpg
Alexander Spotswood ritratto da Charles Bridges nel 1736, Colonial Williamsburg

Vice governatore della Virginia
Durata mandato 1710 –
1722
Vice di George Hamilton, I conte di Orkney
Capo di Stato Anna
Giorgio I
Predecessore Robert Hunter
Successore Hugh Drysdale

Dati generali
Firma Firma di Alexander Spotswood

Alexander Spotswood (Tangeri, 1676 circa – Annapolis, 6 giugno 1740) è stato un politico e militare britannico. Fu Tenente colonnello della British Army e Vice governatore della Virginia dal 1710 al 1722. È ricordato nella storia americana per una serie di vari progetti elaborati da Vice governatore, tra cui esplorare i Monti Blue Ridge, la zona del fiume Rappahannock e, in generale, tutte le aree ancora inviolate o disabitate della regione[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Infanzia e giovinezza[modifica | modifica wikitesto]

Il fratellastro di Alexander Spotswood, Roger Elliott, IV Governatore di Gibilterra

Alexander Spotswood nacque a Tangeri, in Marocco, allora colonia inglese, nel 1676, sotto il regno di Carlo II d'Inghilterra. I suoi genitori erano Catharine Maxwell (1638-1709) e il suo secondo marito, il dottor Robert Spottiswoode (1637-1680), chirurgo del battaglione inglese di stanza a Tangeri[2][3]. Tramite suo padre, Spotswood era nipote del giudice inglese Robert Spottiswoode (1596-1646) e pronipote di John Spottiswoode (1565-1639), arcivescovo di Saint Andrews, nonché discendente di Re Roberto II di Scozia, tramite i secondi Conti di Crawford[4]. Tramite il primo matrimonio di sua madre col chirurgo George Elliott (1636-1668), di cui il padre di Spotswood era assistente, invece, era fratellastro del Maggior generale Roger Elliott (1665-1714), che fu IV Governatore di Gibilterra dal 24 dicembre 1707 al 24 gennaio 1711[4]. Dopo la morte del padre di Alexander Spotswood, avvenuta nel 1680, la madre si risposò per la terza volta, col Reverendo George Mercer.

Il 20 maggio del 1693, Alexander Spotswood iniziò la propria carriera militare, arruolandosi come guardiamarina nel reggimento britannico di fanteria stanziato nelle Fiandre. In seguito, fece gavetta nella marina militare, sino a divenire Tenente colonnello, nel 1703. Spotswood fu gravemente ferito nella Battaglia di Blenheim, nel 1704, durante la Guerra di successione spagnola (1701-1714); la leggenda vuole che fu colpito da una palla di cannone di quattro chili, che teneva come ricordo e amava mostrare ai suoi ospiti[2]. Nel 1708 fu invece fatto prigioniero dai franco-bavaresi nella battaglia di Oudenaarde, ma il Duca di Marlborough negoziò la sua liberazione[2]. Entro il settembre del 1709, Spotswood era rimasto deluso dalle promesse non mantenute di promozione, anche se mantenne un interesse per le questioni militari per tutta la vita[2].

Vice governatore della Virginia[modifica | modifica wikitesto]

George Hamilton, amico di Alexander Spotswood e Governatore della Virginia

Il 18 febbraio del 1710, la Regina Anna indicò Spotswood come Vice governatore della Virginia, una posizione che, in realtà, ottenne sia attraverso il Duca di Marlborough sia grazie alla sua amicizia col Governatore dello stato americano George Hamilton[2], che esercitò tale carica fra il 1698 e il 1737, anche se soltanto formalmente, poiché pare non abbia mai visitato la colonia[5]. Spotswood partì alla volta della Virginia a bordo della HMS Deptford, sotto il comando del Capitano Tancred Robinson. La nave partì da Spithead il 3 aprile del 1710, viaggiando in convoglio con la HMS Bedford e con diverse altre navi mercantili inglesi, al fine di scongiurare possibili attacchi pirati. In viaggio con quindici servitori, la sua segretaria personale e la sua assistente, Spotswood sbarcò a Kecoughtan, in Virginia, il 20 giugno del 1710[6]. Appena arrivato si dedicò subito con grande solerzia alla realizzazione di nuove opere per la colonia: fece completare il Palazzo del Governatore a Williamsburg, incentivò la ricostruzione del Collegio di William e Mary, che era stato distrutto da un incendio nel 1705 e promosse la costruzione della nuova chiesa di Bruton, a Williamsburg. Inoltre, nel 1711-1712, Spotswood guidò una spedizione militare verso il confine con la Carolina del Nord, in risposta ad una richiesta d'aiuto inviata da quella colonia, dovuta a ripetuti attacchi indiani. Fra il 1713 e il 1714, Spotswood varò due nuove leggi: Legge sul controllo del tabacco, che stabiliva che il tabacco dovesse esser attentamente controllato, prima d'entrare nel mercato europeo, e la Legge sul commercio degli indiani, tramite la quale il governo affidava alla Virginia Indian Company il monopolio assoluto per vent'anni sul commercio degli Indiani d'America e le addebitava anche il mantenimento di un impianto per la scolarizzazione degli indiani, a Fort Christanna, nel sud della Virginia. Tuttavia, queste due nuove leggi vennero abrogate nel 1717 dal Consiglio della Corona, su pressioni da parte di influenti politici britannici. Nel 1716, Spotswood promosse l'espansione inglese oltre i Monti Blue Ridge. Con la sua spedizione, composta da una cinquantina di gentiluomini, molti servitori, indiani d'America e ranger, attraversò la Valle dello Shenandoah. Questa spedizione esplorativa venne poi seguita da numerose famiglie tedesche, scozzesi e irlandesi, che giunsero dalla Pennsylvania per colonizzare la zona negli anni successivi.

La cattura di Barbanera da parte di Robert Maynard, inviato da Spotswood

Nel 1718, Spotswood inviò una spedizione militare per eliminare il celebre pirata Barbanera (1679-1718), che fu ucciso il 22 novembre del 1718 dai suoi uomini a Ocracoke, in Carolina del Nord.

Nonostante questi successi, i rapporti fra Alexander Spotswood e il Consiglio del Governo della Virginia furono sempre molto tesi. La situazione parve risolversi, almeno temporaneamente, nel 1720, quando ambedue le parti s'accordarono "ad agire in futuro come amici cordiali nella gestione del governo". A questo patto seguì la cessione a Spotswood da parte del Governo di un appezzamento di terra di 348 km quadrati, nell'appena istituita Contea di Spotsylvania. Tuttavia, nel 1721, Re Giorgio I decise di rimpiazzare Spotswood nel ruolo di Vice Governatore della Virginia. L'ecclesiastico James Blair (1656-1743) partì dall'Inghilterra per rimpiazzare Spotswood, sostituendolo con Hugh Drysdale, che fu investito ufficialmente della propria carica nel 1722.

Gli ultimi anni e la morte[modifica | modifica wikitesto]

Due anni dopo esser stato sostituito, nel 1724, Spotswood fece ritorno in Inghilterra, dove, il marzo dello stesso anno, si sposò con Mary Butler Brayne, dalla quale ebbe quattro figli (vedi sotto). Dopo aver trascorso cinque anni in Inghilterra, nel febbraio del 1729, con la moglie, la cognata ed i tre figli già nati, Spotswood fece ritorno in Virginia, dove si stabilì nella tenuta di poco più di 348 km quadrati che gli era stata donata nel 1720. Dopo aver servito per dieci anni da Generale di Brigata, Spotswood morì improvvisamente ad Annapolis, in Maryland, dove s'era recato per reclutare nuove truppe, il 6 giugno del 1740. Il luogo di sepoltura è però sconosciuto.

Famiglia[modifica | modifica wikitesto]

Martha Hale Dandridge, pronipote di Alexander Spotswood e moglie di William Winston Fontaine, nipote del governatore della Virginia e patriota Patrick Henry

L'undici di marzo del 1724, nella chiesa parrocchiale di San Marylebone, a Londra, Alexander Spotswood sposò Anne Butler Brayne), dalla quale ebbe quattro figli:

Cronistoria riassuntiva[modifica | modifica wikitesto]

È questa la cronistoria dei principali eventi accaduti nella vita di Alexander Spotswood[7]:

  • 1676: Alexander Spotswood nasce nella colonia inglese di Tangeri, da Catharine Maxwell e Robert Spottiswoode, chirurgo inglese a Tangeri;
  • Ottobre del 1683: Spotswood e sua madre si trasferiscono dal Marocco all'Inghilterra;
  • 1693: Spotswood inizia la sua carriera militare come guardiamarina nel reggimento di fanteria inglese di stanza nelle Fiandre;
  • 1703: Spotswood viene nominato Tenente colonnello della British Army;
  • 13 agosto del 1704: è ferito nella battaglia di Blenheim, durante la Guerra di successione spagnola;
  • 11 luglio del 1708: i franco-bavaresi prendono Spotswood prigioniero nella battaglia di Oudenaarde. John Churchill, I Duca di Marlborough, negozia la liberazione di Spotswood;
  • 18 febbraio del 1710: la Regina Anna nomina Spotswood Vice governatore della Virginia;
  • 21 giugno del 1710: il nuovo Vice governatore arriva a Jamestown, Virginia;
  • 23 giugno del 1710: Spotswood s'insedia ufficialmente nel ruolo per cui è stato designato;
  • 1710-1722: la costruzione del Palazzo del Governatore, a Williamsburg, iniziata nel 1705, viene completata anche grazie all'incentivo di Spotswood;
  • 1710-1716: Spotswood promuove la ricostruzione del Collegio di William e Mary, distrutto da un incendio nel 1705;
  • 1710: propone la costruzione della nuova chiesa parrocchiale di Bruton, a Williamsburg;
  • 1711-1712: Spotswood guida una milizia armata della Virginia fino al confine con la Carolina del Nord, in risposta alla richiesta d'aiuto di quella colonia, per reprimere le rivolte indiane;
  • Novembre del 1713: Spotswood introduce la Legge sul controllo del tabacco, che impone che questo prodotto sia controllato prima d'entrare nel mercato europeo;
  • Dicembre del 1714: Spotswood approva la Legge sul commercio degli indiani, che dà alla Virginia Indian Company un monopolio ventennale sul commercio degli indiani d'America e addebita alla società il mantenimento di Fort Christanna, un insediamento nel sud della Virginia per la scolarizzazione di piccole tribù indiane di Irochesi e Sioux;
  • 1715: completamento, a Williamsburg, d'una polveriera, la cui costruzione è incentivata da Spotswood;
  • 7 settembre del 1715: Spotswood scioglie la Camera dei borghesi dopo una seduta di cinque settimane, definendola "un insieme di rappresentanti generalmente non dotati delle qualifiche necessarie per dei legislatori";
  • 1716: Spotswood si trasferisce al Palazzo del Governatore, a Williamsburg, ormai quasi completato;
  • 1716: Spotswood promuove l'espansione inglese oltre i Monti Blue Ridge. Con la sua spedizione, composta da una cinquantina di gentiluomini, molti servitori, indiani d'America e ranger, attraversa la Valle dello Shenandoah. Questa spedizione esplorativa viene poi seguita da numerose famiglie tedesche, scozzesi e irlandesi, che giungono dalla Pennsylvania per colonizzare la zona[1];
  • 1717: su pressioni d'influenti politici britannici, il Consiglio della Corona abroga le leggi sul controllo del tabacco e sul commercio degli indiani, entrambe promosse da Spotswood;
  • 22 novembre del 1718: il pirata Edward Teach, meglio conosciuto come Barbanera, viene ucciso in un combattimento con dei soldati britannici, comandati da Robert Maynard (16841751) ed inviati da Spotswood;
  • 29 aprile del 1720: Spotswood e il Consiglio del Governo della Virginia si accordano per far terminare un decennio di rapporti tesi, risolvendosi "ad agire in futuro come amici cordiali nella gestione del governo";
  • Dicembre del 1720: il Consiglio del Governo della Virginia premia Spotswood con 86.000 acri di terreno (poco più di 348 km quadrati), nell'appena istituita Contea di Spotsylvania (che proprio da Alexander Spotswood prende il nome);
  • 1721: l'ecclesiastico James Blair (1656-1743) parte dall'Inghilterra per far rimpiazzare Spotswood dal ruolo di Vice governatore della Virginia, dopo la decisione dei ministri di Re Giorgio I;
  • 3 aprile del 1722: Hugh Drysdale viene nominato nuovo Vice governatore della Virginia, in sostituzione di Alexander Spotswood;
  • 1724: Spotswood fa ritorno in Inghilterra;
  • 1724: Spotswood si sposa con Anne Butler-Brayne, in Inghilterra, da cui avrà quattro figli, di cui due maschi e due femmine;
  • Febbraio del 1729: Spotswood ritorna in Virginia con la moglie e la congnata Dorothea Brayne;
  • 1730: Spotswood è nominato Vicedirettore generale delle Poste del Nord America, con una scadenza di mandato di dieci anni. Durante lo svolgimento del proprio incarico, egli estende il servizio postale fino a sud di Williamsburg e nomina Benjamin Franklin Direttore delle Poste di Filadelfia;
  • 1739: gli inglesi decidono di usare truppe coloniali nella loro campagna militare contro le province spagnole nelle Americhe, nell'ambito della guerra dei sette anni. Alexander Spotswood è nominato generale di brigata e quartiermastro generale delle truppe in America;
  • 7 giugno del 1740: durante un viaggio ad Annapolis, in Maryland, organizzato al fine di reclutare nuove truppe e consultarsi con i governatori coloniali locali, in preparazione di un attacco inglese alla base spagnola di Cartagena de Indias, in Colombia, Alexander Spotswood muore dopo una breve malattia. Il suo luogo di sepoltura è sconosciuto.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Walter Havinghurst, Alexander Spotswood: portrait of a Governor, New York, Holt, Rinehart and Winston, 1967.
  • (EN) Leonidas Dodson, Alexander Spotswood: Governor of Colonial Virginia, 1710-1722, Filadelfia, University of Pennsylvania Press, 1934.
  • (EN) Helen Frances Shafer, Alexander Spotswood, a colonial governor of the eighteenth century, Madison, University of Wisconsin, 1925.
  • (EN) Robert Alonzo Brock, The Official Letters of Alexander Spotswood, Lieutenant-governor of the Colony of Virginia, 1710-1722, Now First Printed..., Richmond, Virginia historical society, 1882.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN54204968 · ISNI: (EN0000 0001 1444 3257 · LCCN: (ENn50070307 · GND: (DE143621580 · BNF: (FRcb12258964g (data)