Riserva naturale della Garzaia di Villarboit

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Riserva naturale della Garzaia di Villarboit
Tipo di areaRiserva naturale regionale
Codice WDPA15233
Codice EUAPEUAP0344
Class. internaz.Categoria IUCN IV: area di conservazione di habitat/specie
StatiItalia Italia
RegioniPiemonte Piemonte
ProvinceVercelli Vercelli
ComuniVillarboit
Superficie a terra10,45 ha
Provvedimenti istitutiviL.R. 55, 23.08.78
GestoreEnte di gestione delle aree protette del Ticino e del Lago Maggiore
Mappa di localizzazione
Coordinate: 45°26′57.01″N 8°21′29.66″E / 45.44917°N 8.35824°E45.44917; 8.35824

La riserva naturale speciale della Garzaia di Villarboit è un'area naturale protetta della regione Piemonte istituita nel 1978 all'interno del Parco naturale delle Lame del Sesia.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Si trova nel comune di Villarboit nella provincia di Vercelli. Ha una superficie di circa 10 ettari[1] Rispetto al parco naturale delle Lame del Sesia si trova in una posizione più distaccata ad Ovest[2]. È costituita da una parte coltivata a riso e pioppeti e da una boschiva.[3]

Il suolo della garzaia è da considerarsi di tipo "baraggivo", ossia poco fertile, argilloso, di colorazione rossastra per la presenza di ossidi e idrossidi di ferro[4].

Flora[modifica | modifica wikitesto]

La riserva naturale della Garzaia di Villerboit è caratterizzata da un'area naturale e da una piccola area coltivata. La zona boschiva è costituita principalmente da piante cedue, quali la robinia, l'olmo campestre (Ulmus minor) e l'ontano nero (Alnus glutinosa). Altre specie arboree presenti sono il carpino, il ciliegio selvatico (Prunus avium), il pioppo tremulo (Populus tremula) e il cerro (Quercus cerris).

È molto sviluppato il sottobosco che è formato da robinia, nocciolo (Corylus avellana) e sambuco.

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

Sono diverse le specie di ardeidi che vengono a nidificare nella garzaia e sono la garzetta (Egretta garzetta), la nitticora (Nycticorax nycticorax) e la sgarza ciuffetto (Ardeola ralloides). Questi uccelli trovano ottimale nidificare in questa riserva per la vicinanza del torrente Marchiazza e delle risaie circostanti per la loro alimentazione. Il massimo dei nidi presenti nella garzaia si ebbe nel 1974 quando se ne contarono 300, poi dall'anno successivo diminuirono a causa probabilmente di azioni di disturbo.

Oltre alle ardeidi, si possono osservare anche il gufo comune (Asio otus) e lo sparviero (Accipiter nisus).

Accessi[modifica | modifica wikitesto]

Arrivando da Vercelli si prende la SS230 percorrendola per un breve tratto e si prosegue per Villerboit sulla SP95[5].

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Tra le attività e i servizi ci sono il museo ornitologico, il percorso botanico guidato, i capanni d'osservazione e l'attività didattica[6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fonte: Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Elenco Ufficiale delle Aree Naturali Protette - 5º Aggiornamento 2003 Archiviato il 4 giugno 2015 in Wikiwix..
  2. ^ Riserva Naturale della Garzaia di Villarboit - Scheda, su parcoticinolagomaggiore.com. URL consultato il 9 giugno 2020.
  3. ^ Parco Naturale Lame del Sesia, su comune.casalbeltrame.no.it. URL consultato il 9 giugno 2020.
  4. ^ PARCO NATURALE DELLE LAME DEL SESIA, su originalitaly.it. URL consultato il 9 giugno 2020.
  5. ^ 1000 oasi e parchi naturali da vedere in Italia, su books.google.it. URL consultato il 9 giugno 2020.
  6. ^ Parco Naturale Lame del Sesia - Piemonte, su agraria.org. URL consultato il 9 giugno 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]