Riserva naturale della Garzaia di Villarboit

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Riserva naturale della Garzaia di Villarboit
Garzaia di Villarboit- ruscello 1.jpg
Tipo di areaRiserva naturale regionale
Codice WDPA15233
Codice EUAPEUAP0344
Class. internaz.Categoria IUCN IV: area di conservazione di habitat/specie
StatiItalia Italia
Regioni  Piemonte
Province  Vercelli
ComuniVillarboit
Superficie a terra10,45 ha
Provvedimenti istitutiviL.R. 55, 23.08.78
GestoreEnte di gestione delle aree protette del Ticino e del Lago Maggiore
Mappa di localizzazione
Coordinate: 45°26′57.01″N 8°21′29.66″E / 45.44917°N 8.35824°E45.44917; 8.35824

La riserva naturale speciale della Garzaia di Villarboit è un'area naturale protetta della regione Piemonte istituita nel 1978 all'interno del Parco naturale delle Lame del Sesia.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Si trova nel comune di Villarboit nella provincia di Vercelli. Ha una superficie di circa 10 ettari[1] Rispetto al parco naturale delle Lame del Sesia si trova in una posizione più distaccata ad Ovest[2]. È costituita da una parte coltivata a riso e pioppeti e da una boschiva.[3]

Il suolo della garzaia è da considerarsi di tipo "baraggivo", ossia poco fertile, argilloso, di colorazione rossastra per la presenza di ossidi e idrossidi di ferro[4].

Flora[modifica | modifica wikitesto]

La riserva naturale della Garzaia di Villerboit è caratterizzata da un'area naturale e da una piccola area coltivata. La zona boschiva è costituita principalmente da piante cedue, quali la robinia, l'olmo campestre (Ulmus minor) e l'ontano nero (Alnus glutinosa). Altre specie arboree presenti sono il carpino, il ciliegio selvatico (Prunus avium), il pioppo tremulo (Populus tremula) e il cerro (Quercus cerris).

È molto sviluppato il sottobosco che è formato da robinia, nocciolo (Corylus avellana) e sambuco.

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

Sono diverse le specie di ardeidi che vengono a nidificare nella garzaia e sono la garzetta (Egretta garzetta), la nitticora (Nycticorax nycticorax) e la sgarza ciuffetto (Ardeola ralloides). Questi uccelli trovano ottimale nidificare in questa riserva per la vicinanza del torrente Marchiazza e delle risaie circostanti per la loro alimentazione. Il massimo dei nidi presenti nella garzaia si ebbe nel 1974 quando se ne contarono 300, poi dall'anno successivo diminuirono a causa probabilmente di azioni di disturbo.

Oltre alle ardeidi, si possono osservare anche il gufo comune (Asio otus) e lo sparviero (Accipiter nisus).

Accessi[modifica | modifica wikitesto]

Arrivando da Vercelli si prende la SS230 percorrendola per un breve tratto e si prosegue per Villerboit sulla SP95[5].

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Tra le attività e i servizi ci sono il museo ornitologico, il percorso botanico guidato, i capanni d'osservazione e l'attività didattica[6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fonte: Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Elenco Ufficiale delle Aree Naturali Protette - 5º Aggiornamento 2003 Archiviato il 4 giugno 2015 in Wikiwix..
  2. ^ Riserva Naturale della Garzaia di Villarboit - Scheda, su parcoticinolagomaggiore.com. URL consultato il 9 giugno 2020.
  3. ^ Parco Naturale Lame del Sesia, su comune.casalbeltrame.no.it. URL consultato il 9 giugno 2020.
  4. ^ PARCO NATURALE DELLE LAME DEL SESIA, su originalitaly.it. URL consultato il 9 giugno 2020.
  5. ^ 1000 oasi e parchi naturali da vedere in Italia, su books.google.it. URL consultato il 9 giugno 2020.
  6. ^ Parco Naturale Lame del Sesia - Piemonte, su agraria.org. URL consultato il 9 giugno 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]