Renato Locchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Renato Locchi
RenatoLocchi.jpg

Sindaco di Perugia
Durata mandato 13 giugno 1999 –
7 giugno 2009
Predecessore Gianfranco Maddoli
Successore Wladimiro Boccali

Vicesindaco di Perugia
Durata mandato 25 maggio 1987 –
23 aprile 1995
Vice di Mario Silla Baglioni
(fino al 17 giugno 1990)
Mario Valentini
(fino al 23 aprile 1995)

Assessore regionale dell'Umbria allo sviluppo economico
Durata mandato 23 aprile 1995 –
13 giugno 1999
Presidente Bruno Bracalente

Consigliere regionale dell'Umbria
Durata mandato 16 aprile 2010 –
10 giugno 2015
Legislature IX

Assessore del Comune di Perugia al Bilancio, alle Risorse Umane e all'Urbanistica
Durata mandato 15 giugno 1975 –
25 maggio 1987
Presidente Pietro Conti
Germano Marri

Dati generali
Partito politico DS (1998-2007)
PD (dal 2007)

Renato Locchi (Umbertide, 13 novembre 1947) è un politico italiano, sindaco di Perugia dal 1999 al 2009.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nativo di Umbertide, nel 1967 si iscrive al Partito Comunista Italiano per il quale ricopre incarichi di direzione politica negli organismi locali e nazionali.

Nel 1975 è eletto al Consiglio comunale di Perugia, ricoprendo in seguito la carica di Assessore al Bilancio, alle Risorse Umane e all'Urbanistica. Dal 1987 al 1995 è vicesindaco. Nel 1995 viene eletto Consigliere regionale dell'Umbria e fino al marzo 1999 ricopre la carica di Assessore allo Sviluppo Economico prima e alla Sanità poi.

Alle elezioni comunali del 13 giugno 1999 è eletto al primo turno sindaco di Perugia con il 58,6% dei voti. Viene riconfermato nelle consultazioni del 12 e 13 giugno 2004, ottenendo al primo turno il 66% dei suffragi.

È stato sindaco durante la realizzazione del minimetrò (2008) e la creazione della cosiddetta "Sesta porta" nella zona di Pian di Massiano, il trasferimento dell'ex-polo ospedaliero Policlinico di Monteluce presso l'Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia (ex-ospedale 'Raffaello Silvestrini') nel 2007 nell'ambito del Piano Regionale, e la creazione di una Sala del Commiato per esequie laiche nel Cimitero Civico Monumentale di Perugia (2005).

Eletto nel Consiglio regionale dell'Umbria alle elezioni regionali del 2010, che hanno portato alla vittoria Catiuscia Marini, è stato nominato capogruppo del Partito Democratico nello stesso Consiglio Regionale per la prima legislatura Marini (2010-2015).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]