Cimitero monumentale di Perugia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 43°06′39″N 12°24′53″E / 43.110833°N 12.414722°E43.110833; 12.414722

Cimitero monumentale di Perugia
Ingresso al cimitero monumentale, A. Arienti
Ingresso al cimitero monumentale, A. Arienti
Tipo civile
Confessione religiosa ebraica, islamica, cattolica
Stato attuale in uso
Ubicazione
Stato Italia Italia
Città Perugia
Costruzione
Periodo costruzione 1849
Data apertura 1849
Architetto Francesco Lardoni, Alessandro Arienti
Tombe famose Ariodante Fabretti, Gerardo Dottori, Luigi Bonazzi, Guglielmo Miliocchi, Famiglia Degli Oddi, Famiglia Vitalucci, Famiglia Cesaroni

Il cimitero monumentale di Perugia è situato in via Enrico dal Pozzo, nelle vicinanze della chiesa templare di San Bevignate.

Monumento ai Caduti del XX Giugno

Creato sul progetto di Francesco Lardoni e Alessandro Arienti, venne inaugurato nel 1849 dall'arcivescovo Gioacchino Pecci, futuro Leone XIII.

La parte propriamente monumentale si articola su tre viali che partono dall'entrata principale (ingresso monumentale, opera di Alessandro Arienti datata 1874) e vanno a confluire negli spazi per i campi comuni, insieme allo spazio per cittadini illustri, circondati dalle gallerie monumentali con i sepolcri gentilizi. Poco più avanti è la cappella della Confraternita della Misericordia, opera dell'ingegnere Nazareno Biscarini e degli scultori Francesco Biscarini e Raffaele Angeletti, datata 1888 ca. Proseguendo i viali terminano con il monumento ai Caduti opera dello scultore Ettore Salvatori, del 1875. Particolarmente significativi sono i monumenti funebri e le cappelle gentilizie di importanti famiglie perugine molte delle quali sono una vera e propria storia della scultura e dell’architettura specialmente liberty di epoca tra 1800 ed il 1900.

Di particolare interesse storico ed architettonico è la cappella Vitalucci, opera dello scultore Romano Mignini del 1892, forgiata come piramide egizia.

Cappella gentilizia della famiglia Vitalucci

Il tempio crematorio è del 1895 su progetto del 1884 e contiene al centro l'urna cineraria di Ariodante Fabretti.

Una parte del campo comune è dedicata ai personaggi illustri della città. Il cimitero è diviso anche in base alla religione del defunto: cristiana, ebraica, islamica.


Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Comune di Perugia, Assessorato ai Servizi Culturali, Assessorato ai Servizi Cimiteriali, Cimitero Monumentale di Perugia, Perugia, Stamperia comunale. Per maggiori informazioni www.comune.perugia.it
  • Sabrina Massini, Il cimitero monumentale di Perugia 1849-1945, Perugia, Deputazione di storia patria per l'Umbria, 2002.
  • Franco Prevignano, Antonio Carlo Ponti, Francesco Dufour (a cura di), La memoria di marmo. Il cimitero monumentale di Perugia nelle immagini di Franco Prevignano, Perugia, EFFE, 2002.
  • Laboratorio di storia del Liceo scientifico statale Galileo Galilei di Perugia (a cura di), Un luogo della memoria : il cimitero di Perugia: Perugia, 1-10 giugno 1998, Perugia, Agraf, 1999.
  • Liceo Scientifico Galeazzo Alessi di Perugia (a cura di), Sulle orme del cambiamento tra storia e memoria: il cimitero monumentale di Perugia, Assisi, Editrice Minerva, 1999.
  • Angelo Lupattelli, Il civico cimitero di Perugia nel 70º anniversario dalla sua costruzione ed inaugurazione (1849-1919): appunti storici, Perugia, Tipografia Santucci, 1920.
  • Adamo Rossi, Uomini e fatti del risorgimento italiano ricordati nel cimitero di Perugia con epigrafi, Perugia, Tipografia Boncompagni, 1883.
  • Gianluca D’Elia, Storia della cremazione a Perugia (1884-2005), in “Quaderni Storici del Comune di Perugia”, Perugia, Futura, 2005.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]