Bruno Bracalente

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bruno Bracalente
Bracalente.jpg

Presidente della Regione Umbria
Durata mandato 23 aprile 1995 –
16 aprile 2000
Predecessore Claudio Carnieri
Successore Maria Rita Lorenzetti

Dati generali
Partito politico Partito Democratico della Sinistra
Titolo di studio Laurea in economia e commercio
Università Università di Perugia
Professione professore universitario

Bruno Bracalente (Fermo, 20 novembre 1949) è uno statistico e politico italiano.

Professore ordinario di statistica economica nella Facoltà di Economia dell'Università di Perugia dal 1993[1], dal 1995 al 2000[2] è stato presidente della Regione Umbria.

Carriera accademica[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1974 si è laureato in economia e commercio. Successivamente alla laurea è stato assistente ordinario di statistica nella Facoltà di Economia e Commercio dell'Università di Perugia, per poi diventare, dal 1980, assistente incaricato di Statistica presso lo stesso organo dell'ateneo perugino. Nel 1982 è stato assistant professor al Department of Economics dell'University of New York di Buffalo.

Nel 1985 è Professore associato presso l'Università di Perugia. Nel 1990 è professore straordinario e nel 1993 viene nominato professore ordinario. In queste tre vesti ha insegnato Istituzioni di Statistica Economica presso la Facoltà di Economia e Commercio dell'ateneo perugino.

Dal 1992 al 1994 dirige il Dipartimento di Scienze Statistiche e dal 1994 al 1995 è preside della Facoltà di Economia e Commercio dell'Università di Perugia.

Dal 2001 al 2004 è nominato, per la seconda volta, direttore del Dipartimento di Scienze Statistiche dell'’Università di Perugia. Dal 2004 al 2006 è stato coordinatore dell'area scientifica disciplinare Scienze Statistiche ed Economiche dell'ateneo perugino. Dal 2004 al 2008 ha inoltre diretto il Dipartimento di Economia, Finanza e Statistica dell'Università di Perugia.

In qualità di docente universitario ha partecipato a diversi progetti nazionali e internazionali di ricerca. È membro della Società Italiana di Statistica e del Comitato scientifico della rivista Statistica[1].

Ha pubblicato alcuni libri e articoli scientifici su tematiche statistiche, con particolare riferimento allo sviluppo economico regionale in Italia e in Europa e al ruolo degli eventi culturali sullo sviluppo economico locale[3].

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1995 si candida alla presidenza della Regione Umbria con una coalizione denominata Progetto democratico, comprendente Partito Democratico della Sinistra, Partito della Rifondazione Comunista, Popolari, Patto dei Democratici, Federazione Laburista, Federazione dei Verdi e Unione dei Progressisti[4].

Alle successive elezioni regionali, svoltesi il 23 aprile 1995 viene eletto alla presidenza della giunta regionale dell'Umbria con 331.349 voti. Ha governato la regione per un mandato, conclusosi nel 2000, nel quale ha ricoperto anche l'incarico di commissario del Governo Italiano per l'emergenza e l'avvio della ricostruzione dopo il sisma del 1997.[3]

Nel 2012 è nominato presidente della Fondazione Perugiassisi2019, istituita per la candidatura di Perugia e Assisi a Capitale Europea della Cultura per l'anno 2019[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b CV di Bruno Bracalente, Facoltà di Economia dell'Università degli Studi di Perugia - Sede di Terni. URL consultato il 6 dicembre 2014.
  2. ^ Anagrafe degli Amministratori Locali e Regionali - Bracalente Bruno, amministratori.interno.it. URL consultato il 6 dicembre 2014.
  3. ^ a b Profilo pagina CDA del sito della Fondazione Perugiaasisi 2019, perugia2019.eu. URL consultato il 6 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 7 dicembre 2014).
  4. ^ Elezioni regionali del 1995, storiatifernate.it. URL consultato il 6 dicembre 2014.
  5. ^ Perugiassisi 2019, costituita la Fondazione: Bracalente alla presidenza, vice la Giannini con Ragnetti, umbria24.it. URL consultato il 6 dicembre 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]