Wladimiro Boccali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Wladimiro Boccali
Wladimiro Boccali by The Polish.jpg

Sindaco di Perugia
Durata mandato 24 giugno 2009 –
12 giugno 2014
Predecessore Renato Locchi
Successore Andrea Romizi

Dati generali
Partito politico Partito Democratico

Wladimiro Boccali (Perugia, 7 giugno 1970) è un politico italiano, sindaco di Perugia dal 2009 al 2014.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1990 viene eletto consigliere comunale e diventa anche presidente della Consulta Comunale per l'Immigrazione. Nel 1996 diventa presidente dell'ARCI Perugia e membro della direzione nazionale dell'Associazione Ricreativa e Culturale Italiana fino al 1999. Anno in cui si candida alle elezioni comunali e diventa consigliere[1].

Fino al 2004 ricopre il ruolo di assessore alle politiche di coesione sociale per poi ricevere la delega di assessore all'urbanistica e all'edilizia privata sino all'anno 2009[1].

Vince le elezioni comunali del 2009 con 51.114 voti (52,93%) e diventa sindaco di Perugia[1].

Nel 2010 viene nominato presidente dell'ANCI Umbria e poi anche presidente della Commissione Trasporti e Mobilità dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani. Nel 2012 lascia l'incarico e riceve la delega alla Commissione Protezione Civile dell'ANCI[1].

Durante il suo mandato da primo cittadino sostiene la candidatura congiunta di Perugia e Assisi a Capitale europea della cultura 2019[2].

Nel 2014 si ricandida in vista delle elezioni amministrative ma viene sconfitto al ballottaggio dell'8 giugno dal candidato di centro-destra Andrea Romizi[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Wladimiro Boccali - sindaco di Perugia, comune.perugia.it. URL consultato il 5 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 28 marzo 2014).
  2. ^ «Saremo Capitale», Perugia ci crede: la tre giorni un successo oltre ogni aspettativa, umbria24.it. URL consultato il 5 aprile 2014.
  3. ^ Ballottaggio a Perugia, lo sconfitto Boccali: "È stato un referendum contro di me"

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]