Procurator pro legato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Procurator pro legato
CIL V 3936.png
CIL V, 3936 che ricorda la carica di procurator pro legato della Rezia rivestita dal cavaliere veronese, Q. Caecilius Cisiacus. I-II secolo d.C.
Descrizione generale
Attivafine I secolo - III secolo d.C.
NazioneImpero romano
Tipogovernatore di province imperiali
Voci su unità militari presenti su Wikipedia

Il procurator pro legato fu una carica straordinaria assegnata ai procuratori presidiali nell'Alto impero romano (I-III secolo). Normalmente i procuratori-governatori portavano il semplice titolo di procurator Augusti, seguito dal nome della provincia che reggevano per volontà dell'imperatore.

Funzioni[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: governatore provinciale romano.

I procuratores Augusti avevano i massimi poteri sulla provincia, sia di natura amministrativa e giudiziaria che tributaria. I procuratori presidiali, tuttavia, non avevano a disposizione sul proprio territorio truppe cittadine, le legioni.

Secondo la dottrina più datata, qualora fosse necessario, per l'invio di vexillationes legionarie sottoposte al procuratore imperiale, quest'ultimo avrebbe necessitato di un'ulteriore assegnazione di potere (imperium militiae) che trovava la propria formalizzazione nella concessione del titolo di procurator pro legato.

Più recentemente, si è al contrario postulato che il titolo di procurator pro legato fosse il titolo di tutti i procuratori governatori (procuratore con funzioni da legatus Augusti pro praetore) e che la sua comparsa o meno nelle iscrizioni sia da imputare unicamente a ragioni epigrafiche e che non abbia nulla a che vedere con l'invio di truppe legionarie.

La provincia in cui compare con più frequenza questo titolo in epigrafia è la Mauretania (Cesariense e Tingitana).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • W. Eck, Die Leitung und Verwaltung einer procuratorischen Provinz, La Valle d'Aosta e l'arco alpino nella politica del mondo antico. Atti del convegno internazionale di St. Vincent - Centro Congressi Grand Hotel Billia - 26-28 aprile 1987, Aosta 1988, pp. 102-117, ora in Die Verwaltung des römischen Reiches in der hohen Kaiserzeit, ausgewählte und erweiterte Beiträge, II, 3, Basilea-Berlino 1998, pp. 327-340
  • J. Sasel, Pro legato, «Chiron» 4 (1974), pp. 467-477.
  • D. Faoro, Praefectus, procurator, praeses. Genesi delle cariche presidiali equestri nell'Alto Impero Romano, Firenze 2011

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]