Polar (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Polar
Polar film 2019.png
Duncan (Mads Mikkelsen) e Camille (Vanessa Hudgens) in una scena del film
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America, Germania
Anno2019
Durata119 min
Genereazione, noir
RegiaJonas Åkerlund
Soggettodal fumetto di Víctor Santos
SceneggiaturaJayson Rothwell
ProduttoreJeremy Bolt, Keith Goldberg, Hartley Gorenstein, Robert Kulzer, Mike Richardson
Produttore esecutivoMads Mikkelsen, Martin Moszkowicz
Casa di produzioneConstantin Film, Dark Horse Entertainment
Distribuzione in italianoNetflix
FotografiaPär M. Ekberg
MontaggioDoobie White
Effetti specialiMichael W. Hamilton, Scott Riopelle
Musichedeadmau5
ScenografiaEmma Fairley
CostumiLea Carlson, Susie Coulthard
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Polar è un film del 2019 diretto da Jonas Åkerlund con protagonisti Mads Mikkelsen e Vanessa Hudgens.

La pellicola è l'adattamento cinematografico del fumetto online e graphic novel del 2012 Polar, scritto da Víctor Santos.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In Cile un killer, prossimo alla pensione, viene ucciso nella sua maestosa dimora da un gruppo di ex colleghi al comando di Mr. Blut, il suo datore di lavoro. Quando i suoi dipendenti raggiungono il pensionamento obbligatorio a cinquant'anni, Blut è costretto a pagare milioni di dollari in pensioni. Blut allora progetta di ucciderli prima che raggiungano i cinquant'anni: a quel punto le loro pensioni torneranno alla sua compagnia, la Damocles. Duncan è un killer di Damocles ed è a quattordici giorni dalla pensione; ha in programma di stabilirsi in una località sconosciuta nei pressi di una piccola cittadina. Duncan era considerato il killer più temuto del mondo ed è perseguitato da incubi ricorrenti riguardo all'omicidio di una famiglia che ha sterminato, fatta eccezione per la giovane figlia che Duncan ha liberato. Conosciuto come "il Kaiser Nero", Duncan conosce Camille, una donna giovane e timida che vive vicino alla sua baita nei boschi. Blut manda Duncan in missione in Bielorussia, per uccidere un bersaglio che era presumibilmente responsabile degli omicidi degli altri ex killer; Duncan scopre però che è lui il vero bersaglio e riesce a cavarsela. Gli uomini di Blut tendono un'imboscata a Duncan nella sua baita ma lui riesce a ucciderli tutti. Camille è rapita e trattenuta da Blut; Duncan va dall'ex mentore, Porter, che però lo tradisce e lo anestetizza con un inganno. Duncan si risveglia nella magione di Blut dove viene torturato per tre giorni ma riesce a fuggire; gravemente ferito, va da una vecchia fiamma, Jazmin, che lo soccorre e gli procura delle armi. Duncan contatta la Damocles e si offre in scambio di Camille; gli viene tesa un’imboscata ma lui ben preparato annienta tutti gli assalitori usando le mitragliatrici telecomandate di Jazmin. Duncan va nella dimora per liberare Camille; Blut è abbandonato dai suoi uomini e ucciso da Duncan. Duncan trova Camille, che è stata pesantemente drogata e la porta a casa sua; qui si scopre che la donna è la superstite della famiglia che Duncan aveva sterminato. Camille era riuscita a rintracciare Duncan per vendicarsi; non riesce però a ucciderlo e lui le promette di aiutarla a trovare chi gli aveva commissionato l'uccisione del padre.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il progetto viene annunciato nell'ottobre 2014, quando viene acquistato lo spec script di Jayson Rothwell.[2]

Le riprese del film sono iniziate il 23 febbraio 2018 a Toronto[3] e sono proseguite a Clarington.[4]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Polar (Music from the Netflix Film).

Lo stesso giorno dell'uscita del film è stata pubblicata la colonna sonora, composta da deadmau5.[5][6]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer del film viene diffuso il 7 gennaio 2019.[7]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola è stata distribuita in tutto il mondo da Netflix a partire dal 25 gennaio 2019.[7]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Sull'aggregatore Rotten Tomatoes il film riceve il 22% delle recensioni professionali positive con un voto medio di 3,2 su 10 basato su 37 critiche,[8] mentre su Metacritic ottiene un punteggio di 19 su 100, basato su 12 recensioni.[9]

Emily Yoshida del New York Magazine scrive che "il problema di Polar non è solo la superficialità. È un film esecrabile, pieno di lanugine raschiata dal fondo del post-Tarantino degli anni '90".[10] Courtney Howard di Variety scrive: "Sesso gratuito, torture raccapriccianti, copiose quantità di sangue e immagini sgargianti completano il quadro. Quelle qualità potrebbero essere una ragione sufficiente per alcuni a guardare, anche se molti altri farebbero bene a scorrere oltre le loro feed di Netflix".[11] Peter Sobczynski di RogerEbert.com lo definisce "un film grossolano, stupido e inesorabilmente brutto dall'inizio alla fine."[12]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Dave McNary, Graphic Novel ‘Polar’ Gets Film Adaptation from Dark Horse, Constantin, su Variety, 22 ottobre 2014. URL consultato l'11 febbraio 2019.
  2. ^ (EN) Dave McNary, Graphic Novel ‘Polar’ Gets Film Adaptation from Dark Horse, Constantin, Variety, 22 ottobre 2014. URL consultato il 7 gennaio 2019.
  3. ^ (EN) Netflix and Constantin Start Production on Polar, comingsoon.net, 23 febbraio 2018. URL consultato il 7 gennaio 2019.
  4. ^ (EN) Mads Mikkelsen is in Orono for filming of action thriller ‘Polar’, kawarthanow.com, 13 febbraio 2018. URL consultato il 7 gennaio 2019.
  5. ^ Deadmau5 on His Scoring Debut for Netflix's 'Polar': 'I Wanted to Wait for the Right Thing', su Billboard. URL consultato l'11 febbraio 2019.
  6. ^ POLAR FILM TRAILER FEATURING THE MUSIC OF DEADMAU5 NOW AVAILABLE, su musicnewsnet.com. URL consultato l'11 febbraio 2019.
  7. ^ a b Filmato audio Netflix Italia, Polar - Trailer ufficiale [HD] - Netflix, su YouTube, 7 gennaio 2019. URL consultato il 7 gennaio 2019.
  8. ^ (EN) Polar, su Rotten Tomatoes, Fandango Media, LLC. URL consultato l'11 febbraio 2019. Modifica su Wikidata
  9. ^ (EN) Polar, su Metacritic, CBS Interactive Inc.. URL consultato l'11 febbraio 2019. Modifica su Wikidata
  10. ^ (EN) vulture.com, https://www.vulture.com/2019/01/polar-review.html#_ga=2.81201879.194031543.1548103865-1726546027.1443988693. URL consultato l'11 febbraio 2019.
  11. ^ (EN) Courtney Howard, Courtney Howard, Film Review: ‘Polar’, su Variety, 24 gennaio 2019. URL consultato l'11 febbraio 2019.
  12. ^ (EN) Peter Sobczynski, Polar Movie Review & Film Summary (2019) | Roger Ebert, su rogerebert.com. URL consultato l'11 febbraio 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema