Passo Tre Croci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Passo Tre Croci
PassoTrecroci01.jpg
Cristallo e Piz Popena dal passo Tre Croci.
Stato Italia Italia
Regione Veneto Veneto
Provincia Belluno Belluno
Località collegate Cortina d'Ampezzo
Auronzo di Cadore
Altitudine 1 805 m s.l.m.
Coordinate 46°33′22.32″N 12°12′16.2″E / 46.5562°N 12.2045°E46.5562; 12.2045Coordinate: 46°33′22.32″N 12°12′16.2″E / 46.5562°N 12.2045°E46.5562; 12.2045
Infrastruttura Strada Statale 48 Italia.svg delle Dolomiti
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Passo Tre Croci
Passo Tre Croci

Il passo Tre Croci (Són Zuógo in ladino) è un valico alpino delle Dolomiti bellunesi, posto a 1.805 m nella zona dell'Ampezzano, fra il monte Cristallo a nord e il Sorapiss a sud.

Mette in comunicazione la valle del Boite e Cortina d'Ampezzo con Misurina, Auronzo di Cadore e la val d'Ansiei. Presso il passo sono presenti diverse opere difensive (bunker) facenti parte dello sbarramento Passo Tre Croci, parte del Vallo Alpino.[1]

Dal passo partono due sentieri per raggiungere il rifugio Vandelli, in mezzo al gruppo del Sorapiss.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Le tre croci ricordano la morte per assideramento, avvenuta nel febbraio del 1789, di una madre con i suoi due figli, partiti da Auronzo di Cadore alla volta di Cortina d'Ampezzo in cerca di lavoro. Da allora, in loro memoria, il passo prese l'attuale denominazione.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alessandro Bernasconi, Giovanni Muran, Le fortificazioni del Vallo Alpino Littorio in Alto Adige, Trento, editore Temi, maggio 1999, pp. 328 pagine, ISBN 88-85114-18-0.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Franco Fini, Cadore e Ampezzano, Nordpress Edizioni 2002, ISBN 88-85382-94-0.
  • Paolo Salvini, Perle Dolomitiche - Nascita e curiosità dei rifugi storici in Cadore e Ampezzano, Edizione Grafica Sanvitese.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]