Svobodní

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Partito dei Liberi Cittadini)
Jump to navigation Jump to search
Svobodní
Svobodní.svg
PresidenteLibor Vondráček
StatoRep. Ceca Rep. Ceca
SedePerucká 2196/14
120 00 Praga
Fondazione14 febbraio 2009
IdeologiaLiberalismo classico[1]
Conservatorismo liberale[2][3][4]
Libertarianismo di destra[5][6]
Euroscetticismo[7]
CollocazioneDestra
Gruppo parl. europeoEFDD (2014 - 2019)
Affiliazione internazionaleAlleanza Internazionale dei Partiti Libertariani, Interlibertarians[8]
Seggi Camera
0 / 200
 (2017)
Seggi Senato
1 / 81
Seggi Europarlamento
0 / 21
 (2019)
Iscritti600[9] (2018)
Sito webwww.svobodni.cz
Flag of the Party of Free Citizens.svg
Bandiera del partito

Svobodní (traducibile in "Libertari"), conosciuto fino al 2019 come Partito dei Liberi Cittadini (in ceco: Strana svobodných občanů), è un partito politico ceco liberale, liberal-conservatore, libertario di destra ed euroscettico[10].

Ideologia[modifica | modifica wikitesto]

Il partito può essere descritto come libertariano, contrario all'alto coinvolgimento del governo nell'economia[11][12] e nelle vite personali[13] e contrario alla centralizzazione del potere politico. I suoi sostenitori aderiscono spesso alla Scuola di economia austriaca. Mirano a ridurre le aliquote fiscali, limitare il più possibile la redistribuzione statale della ricchezza[12][14] e ad introdurre un emendamento costituzionale che vieta un bilancio sbilanciato[14]. Il partito ritiene che il ridimensionamento del governo lascerebbe meno opportunità di corruzione, un grande problema nella politica ceca[13].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il partito venne fondato nel 2009 da Petr Mach. I suoi obiettivi principali sono quelli di ridurre la burocrazia e la redistribuzione del governo di denaro (tagli fiscali e la soppressione delle sovvenzioni) e offset bilancio dello Stato, ivi compreso il divieto costituzionale sui prestiti. Il partito è caratterizzato euroscetticismo, si oppone all'introduzione dell'euro nel 2009, ha rifiutato l'approvazione del Trattato di Lisbona e dopo la sua adozione ha cominciato a promuovere un referendum sulle prestazioni della Repubblica Ceca nell'Unione europea. Lato del logo è un montone bianco su un campo verde,[15] o in colori opposti.

Il partito fa parte dell'Alleanza Internazionale dei Partiti Libertariani e di Interlibertarians[16]. Ha raggiunto il suo massimo risultato alle europee del 2014, ottenendo il 5,24% dei voti ed eleggendo un europarlamentare, Petr Mach, che si è affiliato al gruppo Europa della Libertà e della Democrazia Diretta. Alle europee del 2019 non ha ottenuto nessun europarlamentare.

Risultati elettorali[modifica | modifica wikitesto]

Elezione Voti % Seggi
Europee 2009 29.846 1,27
0 / 22
Parlamentari 2010 38.897 0,74
0 / 200
Parlamentari 2013 122.564 2,46
0 / 200
Europee 2014 79.540 5,24
1 / 21
Parlamentari 2017 79.229 1,56
0 / 200
Europee 2019 15.492 0,65
0 / 21

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pavel Dvořák, Libertarianismo come liberalismo 2.0, in Libertarián (blog Pavla Dvořáka), 12 agosto 2010. URL consultato il 3 febbraio 2014.
  2. ^ Lukáš Petřík, Sul Castello è notevole l'influenza dei cattolici, in Parlamentní listy, 6 giugno 2010, ISSN 1214-3154 (WC · ACNP). URL consultato il 7 febbraio 2014.
  3. ^ Miloslav Bednář, Il tempo lavora per noi, su svobodni.cz, Svobodní, 18 marzo 2010. URL consultato il 15 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 1º febbraio 2014).
  4. ^ È realistico ottenere un mandato per Liberi alle elezioni europee (PDF), in Beran, 2 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 27 marzo 2014).
  5. ^ Jan Macháček, Slovacchia, euro e il fondamentalismo, in iHNed.cz, 13 ottobre 2011, ISSN 1213-7693 (WC · ACNP). URL consultato il 9 aprile 2014.
  6. ^ Liberi: paradossi destra-sinistra Archiviato il 4 settembre 2014 in Internet Archive.
  7. ^ Tomáš Pajonk, Attaccati dalla destra. Chi guiderà le forze euroscettici nel paese?, in Svobodní, 7. ledna 2014. URL consultato il 16 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 16 gennaio 2014).
  8. ^ Interlibertarians Members, su interlibertarian.altervista.org. URL consultato il 24 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 9 gennaio 2019).
  9. ^ blesk.cz, https://www.blesk.cz/clanek/zpravy-politika/530626/do-top-09-se-hrnou-lide-i-pres-bidne-volby-libuji-si-i-propadli-zeleni-a-svobodni.html.
  10. ^ Strana svobodnych obcanu z hlediska politicky ideji -Navrat Miroslav (PDF), su is.muni.cz.
  11. ^ Svobodní: Zjednodušení práce, su web.archive.org, 17 gennaio 2013. URL consultato il 26 aprile 2020 (archiviato dall'url originale il 17 gennaio 2013).
  12. ^ a b Svobodní: Svobodní chtějí rušit daně, su web.archive.org, 17 gennaio 2013. URL consultato il 26 aprile 2020 (archiviato dall'url originale il 17 gennaio 2013).
  13. ^ a b Svobodní: Významná redukce byrokracie, su web.archive.org, 17 gennaio 2013. URL consultato il 26 aprile 2020 (archiviato dall'url originale il 17 gennaio 2013).
  14. ^ a b Svobodní: Státní zadlužování musí skončit, su web.archive.org, 17 febbraio 2013. URL consultato il 26 aprile 2020 (archiviato dall'url originale il 17 febbraio 2013).
  15. ^ Adam B. Bartoš e Viliam Buchert, Confermato: Partito dei Cittadini Liberi lotterà per gli elettori, suo logo sarà il ram, in iDNES.cz, 11 gennaio 2009. URL consultato il 6 marzo 2009.
  16. ^ Members of Interlibertarians, su interlibertarian.altervista.org. URL consultato il 24 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 9 gennaio 2019).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN123661829 · WorldCat Identities (ENviaf-123661829