Olga Zimina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ol'ga Zimina

Ol'ga Zimina (rus. Ольга Зимина; Vladimir, 14 maggio 1982) è una scacchista italiana di origine russa, Grande Maestro Femminile e Maestro Internazionale assoluto.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si è laureata con lode in psicologia nel 2004 presso l'Università Pedagogica di Vladimir. Dal 1999 al 2003 ha svolto l'attività di insegnante di scacchi ai bambini dai 7 ai 9 anni presso la scuola pubblica di scacchi di Vladimir. Dal 2003 al 2004 ha tenuto presso la medesima scuola corsi di orientamento educativo e scacchistico per bambini di 10-14 anni.

Nel 2004 si è trasferita in Italia, dove si è sposata col candidato maestro modenese Gian Marco Marinelli. Dal 2005 è insegnante di scacchi per bambini e ragazzi dai 6 ai 17 anni. Vive a Modena col marito e la figlia Sofia.

Dal 2010 al 2016 ha vinto 7 Campionati Italiani Femminili a Squadre (CISF) con la squadra del Fischer Chieti .[1]

Ha raggiunto il massimo punteggio ELO nel luglio 2004, quando ancora gareggiava per la Russia, con 2430 punti Elo (30a al mondo in campo femminile e 6a russa)[2].

Attualmente (aprile 2017) ha punteggio Elo di 2395, che la mette al primo posto femminile in Italia e 71a mondiale.[3]

Principali risultati[modifica | modifica wikitesto]

  • 1992   Dopo aver seguito diversi corsi con Grandi Maestri, vince il Campionato russo femminile Under 10.
               2º posto a Duisburg nel campionato del mondo Under 10 femminile.
  • 1997   Vince il campionato russo femminile Under 16.
  • 1998   Vince il campionato russo femminile Under 18.
  • 1999   Vince a San Pietroburgo il torneo internazionale Admiralteysky.
  • 2000   Diventa a Yerevan vice-campionessa del mondo Under 20.
  • 2001   Vince il campionato russo femminile assoluto. Partecipa al match amichevole Russia-Cina con la squadra olimpica russa.
  • 2002   Medaglia di bronzo nella Coppa di Russia a Kopeisk.
  • 2003   Vince il campionato russo a squadre per Club con la squadra Lentransgaz di San Pietroburgo; ottiene il titolo di WGM (Grande maestro Femminile).
  • 2004   Girone di ritorno del match amichevole Russia–Cina con la squadra olimpica russa. 13a nel Campionato europeo individuale di Dresda.
               Raggiunge la 30a posizione nel rating mondiale femminile.
  • 2006   Partecipa con la squadra italiana in 2a scacchiera alle Olimpiadi di Torino, ottenendo l'ottimo risultato di +7 =4 -2
  • 2008   In aprile partecipa al IX Campionato Europeo Femminile, dove ottiene un buon risultato, arrivando 22esima su 157 giocatrici.
               Ottiene la norma definitiva per il titolo di Maestro.
               In maggio-giugno fa parte della squadra italiana che vince a Olbia la Mitropa Cup femminile (davanti a Germania e Ungheria).
               In novembre partecipa in 2a scacchiera con l'Italia femminile alle Olimpiadi di Dresda. La squadra ottiene un ottimo 12º posto in classifica,
               miglior risultato di sempre dell'Italia nelle olimpiadi femminili.
  • 2017   In febbraio partecipa al Campionato del mondo femminile di scacchi KO di Teheran grazie al 23º posto ottenuto nel Campionato europeo individuale di scacchi femminile del 2015, nel torneo viene eliminata al secondo turno dalla georgiana Nana Dzagnidze.[4]

Partite notevoli[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]