Olanda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando lo stato sovrano chiamato nel linguaggio comune "Olanda", vedi Paesi Bassi.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Olanda (disambigua).
Olanda
Stati Paesi Bassi Paesi Bassi
Superficie (incluse acque interne) 7 510,26[senza fonte] km²
Abitanti 7 000 000[1] (2015)
Lingue Olandese
Nome abitanti olandesi
Holland position.svg

L'Olanda è un'area geografica dei Paesi Bassi che corrisponde approssimativamente al territorio appartenuto all'antica Contea d'Olanda, ovvero alle due attuali province dell'Olanda Settentrionale e dell'Olanda Meridionale che insieme contano circa 7 000 000 abitanti.

Nomenclatura[modifica | modifica wikitesto]

In molte lingue europee il toponimo "Olanda" e quelli corrispondenti vengono storicamente usati per indicare, con una sineddoche, i Paesi Bassi, in modo del tutto simile a quanto avviene con il termine Inghilterra, che spesso viene riferito a tutto il Regno Unito.[2] Questo è comunemente accettato, soprattutto all'estero, ma alcuni dei suoi abitanti, residenti al di fuori di quest'area, non gradiscono l'utilizzo di "Olanda" in luogo di "Paesi Bassi"[3] o lo trovano offensivo.[4][5] Anche le istituzioni dei Paesi Bassi deprecano l'uso del termine Olanda per identificare la nazione.[6]

Il motivo per cui con "Olanda", secondo il linguaggio comune, si identificano tutti i Paesi Bassi sta nel fatto che, a partire dall'unione delle Sette Province, l'Olanda è stata quella più popolosa, dove si riunivano gli Stati Generali della Repubblica e quella che, grazie alla forte economia, ha contribuito in modo preponderante alle finanze dell'unione. Nel XVII secolo i contributi della sola Olanda coprivano mediamente il 60% delle spese di tutta l'unione.[7][4]

Il toponimo "Olanda" deriva dal proto-germanico Holtland ('terra boscosa')[8], divenuto più tardi Holland; esso si riferiva all'ampia foresta che si estendeva da 's-Gravenzande ad Alkmaar, chiamata semplicemente Die Hout ('Il Bosco'), la cui rimanente parte, peraltro di estensione molto ridotta, è tutt'oggi visibile nella città dell'Aia, presso il quartiere di Haagse Bos.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

All'epoca dell'arrivo dei Romani la zona era abitata da varie tribù germaniche e celtiche. L'area a sud del fiume Reno, la cui estremità settentrionale era più a nord dell'attuale, fu inclusa nella provincia della Gallia Belgica, poi Germania inferiore. L'Olanda costituiva l'estremo settentrionale continentale dell'Impero risultando divisa in due dal limes renano, situato in prossimità dell'attuale divisione tra Olanda settentrionale e Olanda meridionale. A partire dal VII secolo l'Olanda fu parte del Regno di Frisia fino alla dissoluzione dello stesso per mano dei franchi per entrare a far parte, nell'VIII secolo, dell'Impero carolingio.

Nel IX secolo i Gerulfingi fondarono la Contea della Frisia Occidentale che divenne, a seguito di ampliamenti dell'area di influenza, con l'ascesa al trono di Teodorico V d'Olanda, Contea d'Olanda, parte del Sacro Romano Impero. La contea seguì le vicende del resto dei Paesi Bassi, entrando a far parte dei Paesi Bassi borgognoni prima e delle Diciassette province poi. L'Olanda cessò di esistere come entità autonoma con la costituzione della Repubblica delle Sette Province Unite, creatasi a seguito delle rivolte avvenute contro il governatore Fernando Álvarez de Toledo. Con l'atto di abiura del 1581, Filippo II di Spagna rinunciò al dominio della Spagna sui Paesi Bassi e ne sancì l'indipendenza. Da allora la Contea d'Olanda continuò ad esistere solo come unità amministrativa.

Formalmente la Contea d'Olanda continuò ad esistere fino al 1795, quando con la rivoluzione batava la Repubblica delle Sette Province Unite, rimpiazzata dalla Repubblica Batava, cessò di esistere.

Tra il 1806 e il 1810 il nome Olanda per uno stato sovrano fu utilizzato da Napoleone che col Regno d'Olanda creò uno stato fantoccio affidato al suo terzo fratello, Luigi Bonaparte ma che, a dispetto del nome, si estendeva su un'area molto più vasta dell'Olanda stessa.

Dopo il 1813 l'Olanda fu nuovamente una provincia, questa volta del Regno Unito dei Paesi Bassi. Nel 1840 il territorio fu diviso in due parti corrispondenti alle attuali province dell'Olanda Settentrionale e dell'Olanda Meridionale.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

È situata nella parte occidentale dei Paesi Bassi e ha una superficie di 7494 km². Il clima è marittimo temperato con precipitazioni variabili, improvvise e molto frequenti; le estati sono fresche e gli inverni freddi con gelate. Regione marittima, l'Olanda si affaccia sul Mare del Nord tra le foci del Reno e della Mosa. È attraversata da numerosi fiumi e vi sono molti laghi. Inoltre ha un esteso sistema di acque interne costituito da canali, molti dei quali navigabili. La regione si affaccia ad est sull'IJsselmeer e confina con altre quattro province dei Paesi Bassi.

È protetta dal mare da una lunga linea di dune costiere. Gran parte delle aree alle spalle delle dune è costituita da polder sotto il livello del mare. Il punto più basso è un polder presso Rotterdam, la cui altitudine è di circa sette metri sotto il livello del mare. Per consentire l'esistenza di queste terre è necessario un continuo pompaggio dell'acqua, cosa che in passato avveniva attraverso i mulini a vento, che caratterizzano tutt'oggi il paesaggio.

Città principali[modifica | modifica wikitesto]

Fra le città maggiori conta le 3 più popolose dei Paesi Bassi: Amsterdam, la capitale e centro finanziario del paese; Rotterdam, il più grande porto d'Europa, e L'Aia, sede delle istituzioni governative del paese e di molte istituzioni internazionali. La tabella riporta i principali centri urbani della regione olandese con il numero di abitanti superiore a 100 000 (i dati sulla popolazione sono del 2011[9]):

Città Popolazione
della municipalità
Popolazione
dell'area urbana
Provincia
1 Amsterdam 779 808 1 525 081 Flag of North Holland.svg Olanda Settentrionale
2 Rotterdam 610 386 1 023 648 Flag Zuid-Holland.svg Olanda Meridionale
3 L'Aia (Capoluogo dell'Olanda Meridionale) 495 083 1 026 469 Flag Zuid-Holland.svg Olanda Meridionale
4 Haarlem (Capoluogo dell'Olanda Settentrionale) 150 670 414 364 Flag of North Holland.svg Olanda Settentrionale
5 Haarlemmermeer 143 374 Parte dell'area urbana di Amsterdam Flag of North Holland.svg Olanda Settentrionale
6 Zoetermeer 121 911 Parte dell'area urbana de L'Aia Flag Zuid-Holland.svg Olanda Meridionale
7 Dordrecht 118 810 283 558 Flag Zuid-Holland.svg Olanda Meridionale
8 Leida 117 915 338 181 Flag Zuid-Holland.svg Olanda Meridionale

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (NL) Bevolkingsontwikkeling; regio per maand, su statline.cbs.nl, Centraal Bureau voor de Statistiek, 28 maggio 2015. URL consultato il 10 giugno 2015.
  2. ^ L’Olanda non si chiamerà più Olanda, su Il Post, 6 ottobre 2019. URL consultato il 6 ottobre 2019.
  3. ^ (EN) Holland or the Netherlands?, su sweden.nlembassy.org, Ambasciata dei Paesi Bassi in Svezia. URL consultato l'11 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 27 ottobre 2016).
  4. ^ a b pagina 248, "Amsterdam: guida città", Ryan Ver Berkmoes, EDT srl (Lonely Planet)
  5. ^ Filmato audio (EN) CGP Grey, Holland vs the Netherlands, su YouTube, 21 dicembre 2012. URL consultato l'11 luglio 2016.
  6. ^ Pietro Del Re, Mai più Olanda, solo Paesi Bassi. Il governo cambia: “Più corretto”, in la Repubblica, 27 dicembre 2019.
  7. ^ Alberto Clerici, Prove generali di federalismo moderno: la Repubblica delle Provincie Unite dei Paesi Bassi (1579-1654), su rivista.ssef.it, Rivista della Scuola superiore dell'economia e delle finanze. URL consultato il 24 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 10 aprile 2016).
  8. ^ Adrian Room.
  9. ^ (ENNL) Dati su statline.cbs.nl

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Paesi Bassi Portale Paesi Bassi: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Paesi Bassi