Teodorico V d'Olanda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Teodorico V
Thierry V de Hollande.png
Teodorico, da una raffigurazione del XVI secolo
Conte d'Olanda
Stemma
In carica 1061 circa –
1091
Predecessore Fiorenzo I[1]
Successore Fiorenzo II[1]
Nascita 1050/55
Morte 17 giugno 1091)
Sepoltura abbazia di Egmond
Casa reale Gerulfingi
Padre Fiorenzo I[1]
Madre Gertrude di Sassonia[1]
Consorte Otelinda
Figli Fiorenzo e
Matilde
Religione Cattolico

Teodorico V d'Olanda, in olandese Dirk V van Holland (1050/5517 giugno 1091), fu l'ottavo (settimo secondo gli Annales Egmundani[2]) Conte d'Olanda dal 1061 alla sua morte.

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Figlio primogenito del settimo Conte d'Olanda, Fiorenzo I e della moglie, Gertrude di Sassonia[3] (1028 - †1113), che era figlia di Bernardo II di Sassonia[4][5] e di Eilika di Schweinfurt[6].

Fiorenzo I d'Olanda era il figlio secondogenito del quinto Conte d'Olanda, Teodorico III e della moglie, Otelinda di Sassonia[7] ( † 1043/44), figlia del duca di Sassonia, che[8][9] era la figlia di Bernardo I 973-1011 Margravio della Marca del Nord e conte di Haldensleben[10] e di Hildegarda di Stade ( † 1011).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Suo padre, Fiorenzo I morì il 28 giugno 1061 mentre stava rientrando alla propria dimora dopo organizzato una spedizione contro i suoi nemici che avevano ucciso suo fratello Teodorico IV e dopo aver riportato una vittoria, colto da stanchezza, decise di riposare all'ombra di alcuni alberi, in una località detta Hamerth (oggi Nederhemert) ma mentre stava dormendo fu assalito di sorpresa dai suoi nemici, non riuscì a salire sul cavallo per fuggire e fu ucciso, e anche molti di coloro che erano con lui furono uccisi[11][12], continuando che il corpo esanime di Fiorenzo fu portato a Egmond e fu inumato nell'abbazia di Egmond[12].

Dopo la morte del padre, Fiorenzo I, Teodorico gli succedette come Teodorico V, conte d'Olanda,[13].
Dato che Teodorico era ancora minorenne, la madre, Gerberga ne assunse la tutela ed esercitò la reggenza, e che, dopo due anni, nel 1063, si sposò in seconde nozze con Roberto di Fiandra, che governò la contea, per conto del figliastro[2][5][14]; Roberto di Fiandra, secondo la Genealogica Comitum Flandriæ Bertiniana, era il figlio terzogenito di Baldovino V, conte delle Fiandre, e della sorella del re di Francia, Enrico I [15], Adele di Francia[16]. Roberto era cognato di Guglielmo I d'Inghilterra, marito di sua sorella, Matilde.

Il vescovo di Utrecht, Guglielmo I di Utrecht, data la minore età del conte, chiese al Rex Romanorum ed imperatore, Enrico IV, l'autorità sulla contea d'Olanda, ed ottenne l'aiuto del Duca della Bassa Lorena, Goffredo il Gobbo, per scacciare Teodorico V e la madre dall'Olanda[14]. L'imperatore Enrico IV col documento nº 86 dell'Oorkondenboek Holland giustifica l'operato del vescovo ricordando come, anni prima, suo nonno, Teodorico III aveva sottratto quei territori al vescovo di Utrecht, Adalboldo II o Etelboldo II[17].
Teodorico V con la madre ed il patrigno, si ritirarono nelle isole della Frisia; per questo, il patrigno, Roberto, da Orderico Vitale venne denominato Roberto il Frisone (Rodbertum Fresionem)[18].
Nel 1071 infine, venne sconfitto definitivamente da Goffredo il Gobbo[19].

Sempre nel 1071, il suo patrigno, Roberto, nella battaglia di Cassel (apud castrum Casseletum), che si concluse con la morte di suo nipote Arnolfo III, conte di Fiandra e la cacciata dalla contea di Fiandra della madre, Richilde, e del fratello minore di Arnolfo III, Baldovino II d'Hainaut[20]; Roberto, dopo aver ottenuto la vittoria, conquistò tutte le Fiandre[20], divenendo conte di Fiandra[19].

Nel 1072, Goffredo il Gobbo portò distruzioni in tutta la Frisia[21].
Goffredo il Gobbo, che era marito della contessa Matilde di Canossa, fu ucciso, nel 1075, mentre si trovava alla latrina, da un servo di Teodorico V[19][22].

Teodorico, ormai maggiorenne, cercò di riconquistare la sua contea, riuscendo a farlo solo nel 1076, dopo che, nel 1075, a Guglielmo era succeduto il vescovo Corrado[23]: il giovane Teodorico, con l'aiuto del suo patrigno, Roberto, sconfisse l'esercito del vescovo Corrado, rientrando in possesso della contea che era stata di suo padre[24], e, dopo averlo imprigionato, liberò il vescovo, Corrado[25] che tornò alle sue funzioni religiose. Anche gli Annales Egmundani, riportano che Teodorico, con l'aiuto del patrigno, attaccò e incendiò Islemunde, dove si trovava Corrado ed il suo esercito, lo sconfisse e governò la contea in pace per altri quindici anni[26][27].

Teodorico morì nel 1091[28] e gli succedette il figlio Fiorenzo[28]; Teodorico morì il 17 giugno (xv kalendas iulii) 1091 (anno Domini mxci) e fu tumulato nell'abbazia di Egmond[25] vicino al padre Fiorenzo I[29].

Matrimonio e discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Teodorico V, prima del 1083, aveva sposato Otelinda[30] (circa 1054[31]- circa 1125[31]), che era originaria della Sassonia, figlia del prepotente duca di Sassonia (Otihildim filiam prepotentis ducis Saxonie)[2][25].
[32].

Otelinda morì il 18 novembre (xiv kalendis decembris) e fu tumulata, accanto al marito, nell'abbazia di Egmond[25][29]. Teodorico V da Otelinda ebbe due figli[29][31]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (NL) Kroniek, pag 520
  2. ^ a b c (LA) Monumenta Germanica Historica, tomus XVI, Annales Egmundani, pag 444
  3. ^ (LA) Chronologia Johannes de Bek, cap. 45, pag 85
  4. ^ (LA) Monumenta Germanica Historica, tomus IX, Genealogica Comitum Flandriæ Bertiniana, pag 306, colonna II
  5. ^ a b (LA) Monumenta Germanica Historica, tomus XXV, Genealogia ex stirpe Sancti Arnulfi descendentium Mettensis, par. 7, pag 384
  6. ^ (LA) Monumenta Germanica Historica, tomus VI, Annalista Saxo, anno 1059, pag 692
  7. ^ (LA) Chronologia Johannes de Bek, cap. 39a, pag 73
  8. ^ Europäische Stammtafeln, vol II, 2
  9. ^ Le Europäische Stammtafeln sono una raccolta di tavole genealogiche delle (più influenti) famiglie europee.
  10. ^ (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy: conti d'Olanda - DIRK
  11. ^ (LA) Monumenta Germanica Historica, tomus XVI, Annales Egmundani, anno 1061, pag 447
  12. ^ a b (LA) Chronologia Johannes de Bek, cap. 46, pag 87
  13. ^ (LA) Oorkondenboek Holland, doc. 85, pag 163
  14. ^ a b (LA) Chronologia Johannes de Bek, cap. 47a, pag 87
  15. ^ (LA) Historia Ecclesiastica, vol. II, liber III, cap. VI, pagg. 92 e 93
  16. ^ (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores,tomus IX, Genealogica Comitum Flandriæ Bertiniana, pagina 306
  17. ^ (LA) Oorkondenboek Holland, doc. 86, pagg. 166 e 167
  18. ^ (LA) Historia Ecclesiastica, vol. II, liber III, cap. V, pag. 80
  19. ^ a b c (LA) Chronologia Johannes de Bek, cap. 47b, pag 89
  20. ^ a b (LA) #ES Cartulaire de l'Abbaye de Saint-Bertin, doc. XXI, pag 197
  21. ^ (LA) Monumenta Germanica Historica, tomus XVI, Annales Egmundani, anno 1072, pag 447
  22. ^ (LA) Monumenta Germanica Historica, tomus XVI, Annales Egmundani, anno 1075, pag 447
  23. ^ (LA) Monumenta Germanica Historica, tomus XVI, Annales Egmundani, anno 1075, pag 448
  24. ^ (LA) Chronologia Johannes de Bek, cap. 48b, pag 91
  25. ^ a b c d e f (LA) Chronologia Johannes de Bek, cap. 48b, pag 93
  26. ^ (LA) Monumenta Germanica Historica, tomus XVI, Annales Egmundani, anno 1076, pag 448
  27. ^ (LA) Oorkondenboek Holland, doc. 88, pag. 182
  28. ^ a b c (LA) Monumenta Germanica Historica, tomus XVI, Annales Egmundani, anno 1091, pag 448
  29. ^ a b c (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy: conti d'Olanda - DIRK
  30. ^ molto probabilmente, anche per il nome, Otelinda discendeva da una potente famiglia sassone, ma non discendente dal duca di Sassonia, in quanto la madre di Teodorico V era figlia del duca Bernardo II di Sassonia e sorella del duca Ordulfo di Sassonia; un matrimonio tra consanguinei a quei tempi era impensabile.
  31. ^ a b c (EN) #ES Genealogy: Holland 1 - Dirk V
  32. ^ (LA) Oorkondenboek Holland, doc. 88, pag. 183

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN95412336 · GND (DE138785775 · CERL cnp01179977