Nora Orlandi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nora Orlandi
Nora Orlandi.jpeg
Nazionalità Italia Italia
Genere Musica leggera
Periodo di attività 1951-?
Etichetta Karim, Cinedelic, Kontiki Records
Album pubblicati 1
Studio 1

Nora Orlandi (Voghera, 28 giugno 1933) è una cantante, compositrice e pianista italiana.

È nota anche per aver fondato e diretto il gruppo vocale I 4 + 4 di Nora Orlandi (in origine I 2 + 2): è uno di quei personaggi che, pur restando prevalentemente dietro le quinte, hanno contribuito in prima persona alla realizzazione di moltissime musiche di successo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Inizia a suonare sin da bambina, spinta dalla famiglia (la madre, Fanny Campos, è una cantante lirica), ed impara a suonare il pianoforte e il violino; si diploma al Conservatorio Nicolò Paganini di Genova (città dove si è trasferita con la famiglia) in composizione, armonia e canto. Nel 1951, dopo aver superato un provino tenuto dal maestro Pippo Barzizza, è assunta come violinista dell'orchestra della RAI e si trasferisce a Roma. Suona comunque anche con altre orchestre, come quelle di Lelio Luttazzi e Bruno Canfora. Dotata di una buona voce melodica con spunti jazzistici, inizia anche ad esibirsi da solista, accompagnandosi con il pianoforte e proponendo, oltre ad alcuni standard, le prime canzoni scritte da lei, Forse sì e Pigiamini e orsi blu.

Alla fine del 1952 realizza un primo gruppo vocale, che chiama Quartetto 2 + 2, con cui si esibisce in spettacoli dal vivo, radiofonici e televisivi, oltre che partecipare ad incisioni di vari cantanti. Continua nel frattempo anche la sua attività da solista, incidendo vari 45 giri. Si sposa nel 1955 con un architetto che diventerà il suo braccio destro, e che anni dopo le darà l'idea di "raddoppiare", passando dal quartetto all'ottetto vocale. Nel 1965 il Quartetto Orlandi compare nel film 008 Operazione Ritmo di Tullio Piacentini. Compone varie colonne sonore, vincendo anche nel 1966 il Premio della critica per la migliore musica per film western per Johnny Yuma, e jingles pubblicitari; a volte per le colonne sonore usa lo pseudonimo di Joan Christian.

L'Orlandi però non ha scritto solo musiche, ma anche testi per canzoni (in particolare in collaborazione con Armando Trovajoli). Nella prima metà degli anni ottanta decide di sciogliere il coro e ritirarsi per dedicarsi all'insegnamento di solfeggio, armonia, teoria musicale, canto e pianoforte, scrivendo anche un Metodo di canto moderno che ha riscosso molto successo nell'ambiente degli insegnanti di canto. Paola Orlandi, sua sorella, è stata una corista dal 1984 al 1991. Sporadicamente ha continuato ad incidere come violino solista in alcune colonne sonore, e qualche anno fa ha partecipato a due edizioni del programma televisivo Amici di Maria De Filippi su Italia Uno.

Il Quartetto 2 + 2 e i 4 + 4 di Nora Orlandi[modifica | modifica wikitesto]

4 + 4 di Nora Orlandi
I 2 + 2 di Nora Orlandi (a sinistra; a destra la sorella Paola) nel 1957.jpg
I 2 + 2 di Nora Orlandi (a sinistra; a destra la sorella Paola) nel 1957
Nazionalità Italia Italia
Genere Musica leggera
Periodo di attività 1964-1983
Etichetta CGD, RCA Italiana
Album pubblicati 1
Studio 1

Pur avendo, nel corso della sua lunga carriera, toccato vari aspetti del mondo musicale, senza dubbio l'idea e la realizzazione del gruppo vocale 4 + 4 di Nora Orlandi è quella che le ha dato la notorietà maggiore. L'origine risale addirittura alla fine del 1952, quando realizza un primo gruppo vocale, che chiama Quartetto 2 + 2, insieme a Rosetta Fucci, Marcello Fabrizi e Massimo Cini (che ha già avuto un'esperienza simile nel Quartetto Azzurro); due anni dopo la Fucci abbandona il gruppo, sostituita dalla sorella di Nora, Paola Orlandi, seguita da Fabrizi, che si dedica alla professione di dentista ed è sostituito da Alessandro Alessandroni. Questa è la formazione che inizia ad avere un certo successo nell'ambiente musicale, iniziando da un lato a fare i coristi in studio e dall'altro a partecipare a molte trasmissioni radiofoniche e televisive: la prima è Ottovolante, nel 1955.

Alla fine del 1956 Alessandroni lascia il gruppo, per fondare il Quartetto Caravels, che in seguito diventeranno I "Cantori moderni" di Alessandroni, e viene sostituito prima da Giovanni Borgese e poi, dopo qualche mese, dal saxofonista e clarinettista Enzo Gioieni; con la nuova formazione nel 1957 sono ospiti fissi del programma La regina ed io, con Nilla Pizzi e Franca Valeri, dall'anno successivo diventano coristi ufficiali del Festival di Sanremo, ed inoltre nel 1959 e nel 1960 sono i coristi del programma televisivo Buone vacanze. Avvengono altri cambi nel 1961, in cui Cini e Gioeni lasciano l'attività (il secondo continuerà la sua carriera di musicista, lavorando anche con i "Cantori Moderni" di Alessandroni), sostituiti dal redivivo Borgese e da Willy Brezza, diplomato in pianoforte e destinato a diventare un celebre direttore d'orchestra.

Ma questa formazione, a causa di numerosi litigi, si scioglie: il marito della Orlandi, sconfortata per il brutto momento professionale, le suggerisce: «Loro lasciano? E tu raddoppia!». Nascono così i 4 + 4 di Nora Orlandi, in cui viene posto in modo maggiore (a partire dal nome) l'accento sulla direttrice del coro, la quale d'altro canto cambia la formula, reclutando molti cantanti che, a rotazione (e in base ai loro impegni professionali esterni), ricoprono gli otto ruoli richiesti. In questo modo l'Orlandi si premunisce contro eventuali abbandoni di qualche membro, e non si preclude la possibilità di immettere nuove voci nel gruppo. A causa della notevole professionalità della direttrice del coro, in breve tempo il gruppo diventa (insieme ai Cantori moderni" di Alessandroni) il più richiesto sia in sala d'incisione che dal vivo, oltretutto in un periodo in cui finalmente riconosciuto e valorizzato anche il ruolo dei musicisti che suonano nei dischi (negli anni cinquanta spesso la partecipazione del Quartetto 2 + 2 non era accreditata né sulla copertina né sull'etichetta).

Partecipano come coristi fissi a programmi televisivi musicali Festival di Sanremo, ad Un disco per l'estate, a Canzonissima, al Festival di Napoli e a trasmissioni radiofoniche come Gran varietà e Piccola storia della canzone italiana, condotta per due anni da Silvio Gigli. Nel 1971 il noto direttore d'orchestra Ray Conniff, presentando la canzone Rose nel buio al Festival di Sanremo, chiede ed ottiene di affiancare ai suoi coristi gli otto elementi del gruppo di Nora Orlandi. Tra i vari coristi che hanno fatto parte del gruppo, ricordiamo Lorenzo Spadoni, Marco Ferradini, Santino Rocchetti e Lalla Francia, che entrò nel 1971 a soli quindici anni e che ha avuto una lunghissima carriera come corista. L'attività continua fino alla prima metà degli anni '80 quando, dopo aver partecipato ad alcune edizioni di Fantastico, l'Orlandi decide di sciogliere il coro e ritirarsi per dedicarsi all'insegnamento.

Discografia dei 4+4 di Nora Orlandi[modifica | modifica wikitesto]

45 giri[modifica | modifica wikitesto]

I dischi a cui hanno collaborato I 4 + 4 di Nora Orlandi[modifica | modifica wikitesto]

Discografia solista di Nora Orlandi[modifica | modifica wikitesto]

33 giri[modifica | modifica wikitesto]

  • 1971 - Lo strano vizio della signora Wardh - colonna sonora originale (Cinedelic, CH LP 1003)

45 giri[modifica | modifica wikitesto]

Le colonne sonore composte da Nora Orlandi[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Stelvio Cipriani – Dedicato A Una Stella (Colonna Sonora Originale / Edizione Speciale) (CD 2010)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Enciclopedia della canzone italiana, di Autori Vari (a cura di Gino Castaldo), ed. Curcio, 1990; alla voce "Orlandi Nora", di Enzo Giannelli, pp. 1232–1233; alla voce "Quartetto due + due", di Enzo Giannelli, pp. 1406–1407

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN87786690 · BNF: (FRcb13835379w (data)