Museo donizettiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Museo donizzettiano
724BergamoMuseoDonizettiano.jpg
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàCoA Città di Bergamo.svg Bergamo
Indirizzovia Arena 9
Coordinate45°42′13.81″N 9°39′36.18″E / 45.703835°N 9.66005°E45.703835; 9.66005
Caratteristiche
TipoStoria, Musica
Apertura1906
Sito web

Il Museo donizettiano è situato a Bergamo (Città Alta) nel palazzo della Misericordia Maggiore di via Arena, antica sede dell'Istituto musicale Gaetano Donizetti, e allestito nella sala che era la sala Consiliare della Congregazione della Misericordia Maggiore.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Aperto al pubblico nel 1906 per onorare la memoria di Gaetano Donizetti (Bergamo, 1797 - ivi, 1848), contiene ed espone diversi cimeli donizettiani tra i quali spiccano, oltre a una nutrita serie di autografi, gli arredi della stanza in cui l'artista morì.

I cimeli provengono inizialmente dalla collezione della baronessa Giovanna Ginevra Rota Basoni Scotti; a questi ne sono stati aggiunti molti altri provenienti dalla Biblioteca civica Angelo Mai, notevole fu il lavoro di raccolta di oggetti e spartiti ad opera di Guido Zavadini, che ne stilò il primo catalogo nel 1936.

Il percorso espositivo si divide in diverse sezioni, dalle origini e nascita fino alla sua morte, con una ricca serie di ritratti, partiture e strumenti musicali che ne completano la rassegna espositiva.

Luigi Deleidi detto il Nebbia, Donizetti e amici (1840)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giuliano Donati Petténi, L'Istituto Musicale Gaetano Donizetti - La Cappella Musicale di S. Maria Maggiore - Il Museo Donizettiano di Bergamo, Bergamo, Istituto Italiano d'Arti Grafiche, 1928.
  • Valeriano Sacchiero (a cura di), Il Museo Donizettiano di Bergamo - Catalogo, Bergamo, Centro di Studi Donizettiani, 1970.
  • Fabrizio Capitanio, Il Museo Donizettiano in Bergamo - Guida per i visitatori, Comune di Bergamo, Assessorato alla Cultura e allo Spettacolo, 2002.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN156856625 · LCCN (ENn2017010098 · WorldCat Identities (ENlccn-n2017010098