Monti dell'Alto Aterno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Monti dell'Alto Aterno
Continente Europa
Stati Italia Italia
Catena principale Appennino abruzzese (negli Appennini)
Cima più elevata Monte Civitella (1.603 m s.l.m.)

I monti dell'Alto Aterno sono un gruppo di montagne sparse che circondano l'alta valle dell'Aterno, a destra e a sinistra del corso del fiume Aterno, in provincia dell'Aquila, in Abruzzo. Si tratta dell'estremo nord della provincia dell'Aquila e dell'Abruzzo e sono compresi nei territori dei comuni di Pizzoli, Barete, Cagnano Amiterno, Montereale e Capitignano con le loro frazioni e raggiungono il punto più alto con la vetta del Monte Civitella (1603 m s.l.m.) nei pressi di Aringo. Altre cime importanti sono il Monte Gabbia (1497 m), il monte Mozzano (1493 m), il Monte Marine (1465 m), il Monte Castiglione (1317 m) e il Monte Verrico (1309 m). Parte del territorio ad est rientra all'interno del Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.

Appartenenti alla regione storica dell'alta Sabina, dell'Abruzzo Ulteriore e dell'Abruzzo Ultra II, confinano ad est con i prodromi dei Monti della Laga (zona di Campotosto e Passo delle Capannelle), a sud-ovest con l'Altopiano di Cascina e i gruppi montuosi di Monte Calvo e di Monte Giano, ad ovest con l'alto Reatino, i Monti dell'Alto Lazio e l'alta valle del Velino, a nord il Passo di Montereale che mette in comunicazione la valle dell'Aterno con il bacino idrografico del fiume Tronto e il territorio amatriciano. A nord tra di essi si apre la Piana di Montereale-Capitignano. Sono attraversati nel fondovalle dalla strada statale 260 Picente. Alternano frequentemente zone di pascolo per bestiame a folte zone boscose di faggio e castagno molto popolate da cinghiali. Ricadono nella Comunità montana Amiternina.