Montelusa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Montelusa
Tipo Città
Creazione
Saga Salvo Montalbano
Ideatore Andrea Camilleri
Appare in Romanzi, serie TV Il commissario Montalbano
Caratteristiche immaginarie
Stato Italia Italia
Regione Sicilia Sicilia

Montelusa è una città immaginaria siciliana creata dallo scrittore Andrea Camilleri, capoluogo della provincia dove è Vigata, in cui sono ambientate le indagini del commissario Salvo Montalbano e altri romanzi storici dello stesso autore. La città corrisponde nella realtà ad Agrigento[1].

« Agrigento sarebbe la Montelusa dei miei romanzi, però Montelusa non è un'invenzione mia ma di Pirandello, che ha usato questo nome molte volte nelle sue novelle: l'Agrigento di oggi la chiamava Girgenti e anche Montelusa, e io gli ho rubato il nome, tanto non può protestare. »[2]

Nel romanzo Il re di Girgenti Camilleri sostiene che l'antico nome, corrispondente a quello di Agrigento, fu un tempo mutato in Montelusa.

La città immaginaria di Montelusa è già presente in un trittico di novelle di Luigi Pirandello, Tonache di Montelusa[3] e il nome corrisponde a quello di una contrada realmente esistente sul litorale del comune di Agrigento ("Montelusa" o "Maddalusa"). Inoltre è citata ne I vecchi e i giovani: "gli uliveti di Montelusa".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nella finzione letteraria Camilleri sceglie di non adoperare i toponimi reali delle città siciliane, ma trasforma ogni nome con suoni simili. Ad esempio Fiacca è Sciacca, Fela è Gela, la stessa Vigata, anche se elevata a capoluogo di provincia, richiama nel suono Licata.
  2. ^ Andrea Camilleri - Strada degli Scrittori, su www.stradadegliscrittori.it. URL consultato il 31 agosto 2016.
  3. ^ Google Libri, su books.google.it. URL consultato il 31 agosto 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]