Mayor Von Frinzius

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mayor Von Frinzius - registi.jpg

Mayor Von Frinzius è una compagnia teatrale livornese nata nel 1997. Collabora con l'associazione Haccompagnami ed i suoi spettacoli sono coprodotti dalla Fondazione Teatro Carlo Goldoni di Livorno.

È diretta da Lamberto Giannini, Lucia Picchianti, Francesca Vivarelli, Claudia Mazzeranghi , Aurora Fontanelli e Cecilia Daniselli. Attualmente è composta da 80 attori circa, metà di essi sono disabili.

Storia della compagnia[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

La compagnia teatrale nacque dall'associazione Anffas nel 1997. L'idea venne sviluppata dallo psicologo e psicoterapeuta dell'Anffas Pier Giorgio Curti che propose a Giannini di creare un laboratorio teatrale per soggetti disabili. I primi laboratori furono diretti da Lamberto Giannini nel doppio ruolo di attore e regista.

A partire dal 2002 grazie ai finanziamenti del Comune di Livorno, ai laboratori teatrali interni all'Anffas si affiancarono lezioni e laboratori aperti a disabili appartenenti ad altre associazioni della zona di Livorno.

La svolta[modifica | modifica wikitesto]

Il 2006 è l'anno della svolta. Iniziano infatti 3 importanti collaborazioni che cambieranno notevolmente la storia della compagnia Mayor Von Frinzius.

Innanzi tutto la collaborazione con l'AAMPS (Azienda ambientale Pubblici Servizi della città di Livorno) , che finanzia l'iniziativa al motto “Rifiuti urbani rifiuti umani”. Nel maggio 2006 va così in scena Crudo Crudele, replicato in numerose manifestazioni cittadine e festival regionali.

Nel giugno dello stesso anno nasce anche la collaborazione del gruppo teatrale con Bobo Rondelli cantautore livornese degli Ottavo Padiglione, rimasti profondamente colpiti dalla carica di spontaneità di questa compagnia. MVF e i musicisti iniziano quindi a lavorare a un nuovo progetto: Io claun te daun. Lo spettacolo in cui surreali coreografie accompagnano la musica degli Ottavo Padiglione giocando su contrasti, provocazione, esagerazione, autoironia e sincerità viene replicato in numerose città italiane.

Infine, da luglio 2006 ha inizio la collaborazione della compagnia con la Fondazione Teatro Carlo Goldoni di Livorno, che dimostra di credere fortemente nel progetto di Giannini, e inserisce il laboratorio teatrale nel Progetto Pasolini. È grazie a questa collaborazione che vengono messe in scena sul palco del teatro stesso le prime degli spettacoli successivi, a partire da maggio 2007:

Ma che colpa c'ha tu ma' (2007)

Ma ti ‘eti (2008)

Di già? (2009)

La trilogia di spettacoli, i cui titoli prendono spunto da modi di dire tipicamente labronici, tratta in toni provocatori e ironici temi come quello della diversità e del tempo.


Nel 2008 e nel 2009 Mayor Von Frinzius partecipa al Premio Ciampi, manifestazione livornese dedicata al cantautore Piero Ciampi. Qua, portando in scena L'amore è uno scossone e URSS-SU – qualcosa da quelle macerie vorrei tirare su.

Sempre grazie alla coproduzione della Fondazione Teatro Goldoni, a maggio 2010 va in scena “Thanatos – quando sono morto, sono morto”, produzione che, in seguito della morte di un attore della compagnia, affronta il tema della fine delle piccole e delle grandi cose, attraverso riferimenti alle storie personali degli attori della compagnia, ma anche a personaggi storici quali Pasolini, Garcia Lorca, Pablo Neruda, Marat.

L'anno successivo vede il debutto di “Fr-agile”, ancora una volta sul palco del Teatro Goldoni di Livorno. L'intero gruppo, dopo “Thanatos”, sente la necessità di scaricare la grande tensione emotiva accumulata nel corso dell'anno precedente. Da qui il tema della follia, vista semplicemente come un punto di vista differente con cui guardare al mondo.

Il linguaggio corporeo domina la scena, sprigionando una forte carica erotica nel senso etimologico del termine: le emozioni vengono espresse attraverso il movimento e lo sguardo. Attraverso quelli stessi corpi che gli attori mettono a nudo nella scena finale, raccogliendosi in una scultura umana ed esponendosi totalmente agli occhi del pubblico.
Oltre al successo avuto nella propria città, Mayor Von Frinzius con FR-AGILE vince il concorso Tutti Pazzi x il Teatro a Benevento, dopo essere stata selezionata a livello nazionale tra varie compagnie teatrali composte da soggetti disabili e non.

Nel 2012 la Compagnia debutta con Agàpe – ti manca chi c'è, t'innamori di chi manca , registrando il tutto esaurito in entrambe le serate al Teatro Goldoni di Livorno. Il termine Agàpe deriva dal greco antico e significa amore, amore fraterno e incondizionato. Lo spettacolo infatti parla del re dei sentimenti, che non distingue natura o sesso, difetto o normalità e che spazia dal desiderio di donarsi agli altri alla malinconia del ricordo di sensazioni lontane percepite come pure. Gli attori sul palco raccontano l'amore verso la vita, verso gli altri, verso il ricordo. Intrecci di scene violentemente toccanti, ironiche e dolci, intervallate da coreografie energiche o surreali che hanno stordito il numeroso pubblico. Il tutto è stato proposto in chiave ironica, con un approccio "piangi e ridi", ormai simile ad una firma, che da sempre contraddistingue i lavori della Mayor Von Frinzius.

Le apparenti contraddizioni sono in realtà l'espressione sincera di un sentimento che ha molteplici sfaccettature, un sentimento che non si esaurisce nel dono di sé, ma può volgere a odio manifesto. Perché ciò che dà gioia, se perso, può distruggerci, ingabbiando l'essere umano in una dipendenza di cui non riusciamo a fare a meno e perciò odieremo. L'amore fa paura, ma è anche la sola chiave per guarire dalla paura. Perché "ti manca chi c'è, t'innamori di chi manca".

Cima Coppi[modifica | modifica wikitesto]

"Cima Coppi - Quando non rimane più niente" (2013). Sulla scena il regista Lamberto Giannini insieme ad uno degli attori. Foto Federico Bernini
"Cima Coppi - Quando non rimane più niente" (2013). Foto Federico Bernini

Il 23 maggio 2013, sul palco del Teatro Goldoni, Mayor Von Frinzius debutta con Cima Coppi - quando non rimane più niente, uno spettacolo nato con l'intento di essere un inno alla libertà. La libertà è intesa come percorso, come viaggio da intraprendere, la libertà che sta nella possibilità di raggiungere la meta, non nella meta in sé. Gli ottanta attori hanno metaforicamente scalato la vetta più alta che il Giro d'Italia riserva ai suoi concorrenti in una dimensione onirica, surreale e di possibilità infinite. Anche Cima Coppi è stato co-prodotto dalla Fondazione Teatro Goldoni, ed inserito all'interno del progetto "Il teatro degli Invisibili".

Cima Coppi è stato poi replicato durante l'estate in più occasioni: per l'inaugurazione di un impianto di riciclaggio della Revet a Pontedera, durante la Festa del PD, per la serata finale di Effetto Venezia. I registi della Compagnia hanno inoltre ideato una versione ridotta dello spettacolo, perfetta per essere proposta in contesti estivi. Collina Coppi ha debuttato sul prato della Fortezza Nuova a Livorno, per poi proseguire la sua tour al Moletto di Antignano, alla Rotonda d'Ardenza durante la Festa della Misericordia.

Tutti Esauriti[modifica | modifica wikitesto]

Il 2014 ha visto gli attori guidati dal regista Lamberto Giannini e dalle collaboratrici Claudia Mazzeranghi, Lucia Picchianti, Francesca Vivarelli e Aurora Fontanelli impegnati nella creazione del nuovo spettacolo. Il nuovo laboratorio ha segnato anche l'inizio della collaborazione con l'Associazione Haccompagnami.

Come ogni anno il Teatro Goldoni di Livorno ha fatto da cornice per il debutto del nuovo spettacolo della Compagnia Mayor Von Frinzius, la nuova produzione dal titolo Tutti Esauriti - Quel qualcosa che non trovo ha riscosso enorme successo tra il pubblico labronico. Come dice il titolo stesso il tema principale è quello dell'esaurimento, esaurimento delle risorse, dei valori, delle emozioni. Allora il titolo scelto dalla Mayor Von Frinzius “Tutti esauriti” diventa una occasione per evidenziare tutte le sfaccettature della natura finita della realtà che ci circonda, per esplorare le reazioni dell'animo umano davanti ai propri limiti biologici e temporali, per confrontarsi con un passato che (seppur ignorato o sottilmente dimenticato) ha già segnato il presente .

Come ogni anno la Compagnia Mayor Von Frinzius ha affrontato la stagione estiva, fatta di repliche e di nuove prove, portando in scena la versione estesa di "Tutti Esauriti - Quel qualcosa che non trovo" di fronte all'enorme pubblico di Effetto Venezia.

Ossessione[modifica | modifica wikitesto]

Nel settembre 2014 i Mayor sono tornati nella sala prove del Teatro Goldoni per cominciare un nuovo anno che li ha visti subito impegnati in occasione della serata conclusiva del Premio Ciampi. I Mayor Von Frinzius hanno avuto il difficile compito di aprire la serata che ha visto la partecipazione di molti artisti tra cui Nada, Piero Pelù e Bandabardò, lo spettacolo che è stato portato in scena è intitolato "Eterna Sera" e racconta non solo la vita di Piero Ciampi ma anche il suo legame affettivo nei confronti della città di Livorno.

Sempre nel mese di novembre i Mayor hanno tenuto una lezione aperta di teatro presso la Casa di Reclusione di Gorgona, la lezione ha visto la partecipazione non solo degli attori della compagnia ma anche dei detenuti e delle istituzioni cittadine.

Il lavoro svolto nel laboratorio ha portato i Mayor Von Friznius alla realizzazione dello spettacolo "Ossessione - Il Surplace di Maspes" che ha debuttato, registrando come ogni anno il tutto esaurito, al Teatro Goldoni di Livorno il 21 maggio. Una piccola anteprima era già stata presentata dai Mayor in occasione del IV° Premio Nazionale Beppe Occhetto ad Alba, manifestazione di livello nazionale nel campo del teatro per persone con disabilità. I Mayor sono stati accolti con entusiasmo dal pubblico piemontese vincendo il premio come miglior spettacolo e vedendo premiati anche alcuni degli attori.

Ossessione, come dice già il titolo, è uno spettacolo che, seguendo sempre lo stile dei Mayor, porta lo spettatore a scoprire tutte quelle che sono le piccole e grandi ossessioni umane, uno spettacolo che ci vede tutti uguali poiché tutti ossessionati da qualcosa. E i registi della Mayor hanno scelto di affrontare l'ossessione rimanendo in equilibrio per poi sconfiggerle nel finale, proprio come il ciclista Maspes.

Resistenti[modifica | modifica wikitesto]

Con l'inizio della stagione teatrale 2015-2016 i Mayor sono tornati a lavoro per preparare il nuovo spettacolo Resistenti - Vola Pirata.

Lo spettacolo ha debuttato il 26 e 27 maggio 2016 al Teatro Goldoni, registrando il tutto esaurito in entrambe le serate e regalando al pubblico dei Mayor nuove emozioni. Già dal titolo è facile capire che quest'anno il tema principale è quello della resistenza, vista sotto tutte le sue sfaccettature. I Mayor hanno dedicato questo spettacolo ad un personaggio sportivo come Marco Pantani, il Pirata, celebrando quella che rimane una delle sue imprese più memorabili, la scalata dell'Alpe d'Huez al Tour de France del 1997.

Con questo spettacolo la Compagnia Mayor Von Frinzius ha partecipato al concorso nazionale "Il Giullare", dedicato a tutte quelle compagnie teatrali che lavorano con la disabilità e che ha visto partecipare gruppi provenienti da tutta Italia. La manifestazione, che si è svolta presso il Centro Jobel di Trani nel mese di Luglio, ha visto i Mayor trionfare come Miglior Compagnia Teatrale. La vittoria non è stata facile, vista la concorrenza e visto il punteggio iniziale che vedeva i Mayor in ultima posizione, tuttavia la compagnia livornese ha dimostrato per l'ennesima volta tutta la sua forza e professionalità, affrontando una trasferta di quattro giorni sul territorio pugliese e portando in scena la loro opera con impegno e dedizione.

Il premio del "Giullare" va ad aggiungersi ai vari riconoscimenti ottenuti dai Mayor negli anni precedenti e fa della compagnia livornese una delle più importanti e apprezzate realtà nel campo artistico e sociale.

Venti anni di Mayor Von Frinzius[modifica | modifica wikitesto]

La nuova stagione dei Mayor è iniziata i primi di ottobre con la partenza del nuovo laboratorio, la prima lezione ha visto la partecipazione di nuove persone che hanno deciso di unirsi al numeroso gruppo diretto da Lamberto Giannini. Anche la composizione della regia ha visto dei cambiamenti con l'ingresso di una nuova collaboratrice Cecilia Daniselli, che va ad affiancare il gruppo regia composto da Claudia Mazzeranghi, Lucia Picchianti, Francesca Vivarelli e Aurora Fontanelli.

I Mayor hanno iniziato la loro stagione con una lezione aperta in occasione del convegno "L'Afasia ti può lasciare senza parola", organizzato dall'associazione toscana afasici. La lezione, che si è tenuta all'interno del Polo Ospedaliero di Livorno ha visto la partecipazione di molte persone.

I Mayor hanno poi partecipato alla nuova edizione del Premio Ciampi con una lezione aperta al pubblico presso il Nuovo Teatro delle Commedie. Il titolo della performance "Sulle Tracce di Piero" descrive perfettamente lo spirito con cui i Mayor si sono confrontati con il grande cantautore livornese, lo spettacolo è infatti un viaggio tra i testi e le canzoni di Ciampi e quello che è lo spirito che contraddistingue la compagnia di Giannini.

Nel 2017 i Mayor Von Frinzius sono impegnati non solo nella realizzazione del nuovo spettacolo "Anacronistici - Voi Siete I Miei Occhi" che debutterà a maggio in due serate al Teatro Carlo Goldoni, ma anche nei festeggiamenti per il loro ventesimo anniversario. Sono infatti previste varie iniziative per festeggiare un traguardo così importante.

Un Grande Abbraccio[modifica | modifica wikitesto]

Il 2016 però ha visto alcuni degli attori della Compagnia impegnati in un nuovo ed entusiasmante progetto con l'attore e conduttore Paolo Ruffini. Lo spettacolo “Un Grande Abbraccio”, con la regia Lamberto Giannini, è stato scritto a quattro mani dal regista e da Ruffini. Lo spettacolo ha debuttato il 30 Gennaio alla Città Del Teatro di Cascina e successivamente è partito per una tournée nei maggiori teatri italiani, come il Teatro Colosseo di Torino, il Nazionale di Milano e il Teatro Verdi di Montecatini.

Chi è Mayor Von Frinzius? Una Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 novembre è uscito il libro "Chi è Mayor Von Frinzius? Una Storia" scritto da Marianna Sgherri con la collaborazione di Lamberto Giannini, edito da Edizioni Erasmo con prefazione scritta da Marco Bertini, presidente della Fondazione Teatro Carlo Goldoni di Livorno.

Tramite una narrazione informale e soggettiva di quella che è stata l'esperienza personale dell'autrice del libro all'interno della Compagnia, "Chi è Mayor Von Frinzius?" esplora la storia di questo gruppo teatrale attivo sin dal 1997, evidenziandone i passaggi cruciali, raccontandone aneddoti, analizzando quali sono i richiami teorici e filosofici che stanno dietro al lavoro dei registi. Mayor Von Frinzius è un progetto artistico, non terapeutico, e attira sempre più persone ad assistere ai propri spettacoli. Tuttavia, pur incanalando le proprie energie per fare teatro e pur puntando sempre più verso mete di livello artistico elevato, questa compagnia si è scoperta incredibilmente benefica per gli attori che la compongono.

Il libro è stato presentato in occasione del Pisa Book Festival, manifestazione letteraria di livello nazionale, e al Teatro Carlo Goldoni di Livorno.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

I Mayor Von Frinzius sono stati i protagonisti di due puntate del programma Odeon, condotto da Greta Pierotti, in onda sul canale Rai Gulp. Con un linguaggio fresco e dinamico il programma racconta l'esperienza della compagnia livornese e l'impegno artistico e sociale che questa porta avanti da più di venti anni. La collaborazione con il programma Rai, che proseguirà anche nel 2017, è nata in seguito alla vittoria della Mayor Von Frinzius al concorso nazionale "Il Giullare" di Trani.

Le apparizioni in tv sono proseguite con un servizio andato in onda, in occasione del compleanno di Paolo Ruffini, all'interno del programma di Barbara D'Urso Domenica Live. Le riprese che si sono svolte alla Terrazza Mascagni hanno visto protagonisti i ragazzi che partecipano allo spettacolo "Un Grande Abbraccio"

Oltre agli spettacoli la compagnia tiene "lezioni aperte" di teatro, le ultime tre delle quali sono state tenute nella Casa Circondariale di Livorno coinvolgendo i detenuti di due delle sezioni di massima sicurezza presenti nel carcere.

La compagnia ha anche ideato e realizzato le campagne promozionali attraverso spot televisivi e manifesti per conto dell'AAMPS di Livorno. Grazie alla campagna dal titolo "Differenziati" la Compagnia ha vinto il premio "Dire e Fare" promosso dall'ANCI Toscana.

Nel dicembre 2011, Mayor Von Frinzius è stata invitata a Wroklaw, in Polonia. Il regista Lamberto Giannini e due collaboratrici sono andati in rappresentanza della compagnia e ospiti per quattro giorni del Teatro Arka, hanno partecipato alla conferenza "I want to help" e tenuto uno work shop.
Ai tre è stato consegnato il diploma di "Compagnia di rilevanza internazionale".

La collaborazione instaurata con il Teatro Arka di Wroklaw ha permesso al regista Lamberto Giannini e a due collaboratrici di effettuare un nuovo viaggio nella città polacca nel dicembre 2013. Anche in questa occasione i tre hanno tenuto tre work shop con vari gruppi di attori disabili e non.

Alla Compagnia e Lamberto Giannini è stato consegnato un premio, che valorizza ancora una volta il lavoro svolto dal regista livornese. Sono inoltre stati presi accordi tra le due compagnie per future collaborazioni.

Nell'ambito del progetto Mappa Mondo del Tavolo Giovani del Comune di Livorno, Mayor Von Frinzius è intervenuta con Teatro e integrazione nelle diversità: una serie di incontri comprendenti conferenze, lezioni aperte e prove aperte, nonché un flash mob per evidenziare come il teatro possa essere un ottimo strumento per comprendere, dialogare e relazionarsi con la disabilità.

I Mayor hanno partecipato anche al progetto Officine D'Arte, anche questo promosso dal Tavolo Giovani del Comune di Livorno, e che ha visto impegnati gli attori in una serie di lezioni aperte rivolte principalmente ai giovani e ai migranti, in modo da favorire una maggiore integrazione e mettere a confronto vari tipi di diversità.

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Oltre a Bobo Rondelli, un altro personaggio caro alla città di Livorno che ha creduto fortemente nel progetto teatrale di Mayor Von Frinzius è Igor Protti.
Il calciatore ha partecipato attivamente alle prove dello spettacolo Agàpe – ti manca chi c'è, t'innamori di chi manca ed ha calcato la scena del Teatro Goldoni insieme ai 60 attori in occasione del debutto dell'ultimo lavoro teatrale della compagnia. Dopo l'esperienza, definita dal calciatore come proiettata in "montagne russe di emozioni", Protti ha espresso commenti più che positivi.
Claudio e Giorgio Chiellini hanno seguito il progetto sin dagli esordi, tanto che, a partire dal 2010, hanno iniziato a sponsorizzarne le attività.

Spettacoli[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 1997 e il 2002 sono stati realizzati numerosi spettacoli con la regia di Lamberto Giannini, affiancato poi da Claudia Nannini, Cristina Vannucci e Azzurra Ruggeri.

  • Delirio (1998)
  • Prova aperta (1998)
  • Manicheisti sporchi addestratori (1998)
  • Figli degli UFO (1999)
  • Hai visto Cristina (2000)
  • Discount (2000)
  • Ognuno (2003)
  • Ritrovato Perso (2004)
  • Nati da un 7 (2005)
  • Da Sein (2002)
  • Fossi Mossi (2003)
  • L'essenza dell'ABC di molto sopra le righe (2004)
  • A me mi (2005)
  • Dan'Nati da un 7 (2005)
  • Crudo Crudele (2006)
  • Io Claun te Daun (2006)
  • Ma che colpa c'ha tu ma'? (2007)
  • Ma ti 'eti!? (2008)
  • Il matrimonio (2008)
  • L'amore è uno scossone (2008)
  • Di già? (2009)
  • Ursus-su- qualcosa da quelle macerie vorrei tirar su (2009)
  • Thanatos quando sono morto, sono morto (2010)
  • Petite Mort (2010)
  • Fr-Agile (2011)
  • Che te ne fai di un titolo? (2011)
  • Agàpe - ti manca chi c'è, ti innamori di chi ti manca (2012)
  • Agàpino (2012)
  • Cima Coppi - quando non rimane più niente (2013)
  • Collina Coppi (2013)
  • Tutti Esauriti - quel qualcosa che non trovo (2014)
  • Parzialmente Esauriti (2014)
  • Ossessione - il surplace di Maspes (2015)
  • Un Grande Abbraccio (2016)
  • Resistenti - vola pirata (2016)
  • Sulle tracce di Piero (2016)
  • Anacronistici - voi siete i miei occhi (2017)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

http://www.mayorvonfrinzius.it/#!
http://www.facebook.com/mayorvonfrinzius

Teatro Portale Teatro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di teatro