Marie Cavallier

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Marie di Danimarca)
Jump to navigation Jump to search
Marie Cavallier, Principessa di Danimarca
Prinsessan Marie av Danmark.jpg
Marie Cavallier, Principessa di Danimarca
Principessa di Danimarca
Contessa di Monpezat
Stemma
Nome completo Marie Agathe Odile
Nascita Parigi, 6 febbraio 1976 (43 anni)
Padre Alain Cavallier
Madre Françoise Grassiot
Consorte Principe Joachim
Figli Principe Henrik
Principessa Athena
Religione Chiesa di Danimarca
prec. Cattolicesimo romano

Marie Cavallier, Principessa di Danimarca, Contessa di Monpezat, RE (Marie Agathe Odile Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg nata Cavallier; Parigi, 6 febbraio 1976), è la moglie del Principe Joachim di Danimarca, Conte di Monpezat.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Marie Cavallier è nata a Parigi, in Francia. È l'unica figlia nata dal matrimonio tra Alain Cavallier e Françoise Grassiot. Si è trasferita in Svizzera, a Ginevra, dopo il divorzio dei suoi genitori.

La Principessa ha quattro fratellastri, Benjamin e Gregory Grandet, nati entrambi in Svizzera, e Charles e Edouard Cavallier, nati a Parigi.

Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il divorzio dei suoi genitori, Marie frequenta la scuola internazionale Collège Alpin Beau Soleil, in Svizzera. Successivamente, studia prima International Business ed Economia presso il Babson College, una scuola privata a Wellesley negli Stati Uniti, poi Economia a Ginevra. Consegue la laurea presso la Marymount Manhattan College di New York.

Durante gli anni dell'università, nel 1994, Marie lavora come assistente del responsabile alle pubbliche relazioni della Estée Lauder, e anche presso la ING Numismatic Group SA a Ginevra.

Dopo la laurea, inizia a lavorare per DoubleClick Inc a New York. Ritornata in Francia, lavora per Media Marketing e, in Svizzera, per Radianz, del gruppo Reuters, e ING Numismatic Group SA.

Interrompe ogni attività con il fidanzamento.

La Principessa Marie è di madrelingua francese, ma parla fluentemente anche italiano, inglese e spagnolo. Dopo il matrimonio ha iniziato a studiare il danese.

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Il 24 maggio 2008, Marie Cavallier ha sposato S.A.R. il Principe Joachim di Danimarca e con il matrimonio è diventata S.A.R. la Principessa Marie, Contessa di Monpezat. La cerimonia ha avuto luogo presso la Chiesa di Møgeltønder, mentre il banchetto delle nozze si è tenuto nella residenza reale di Schackenborg.

Figli[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 novembre 2008, la corte reale danese ha annunciato che la Principessa Marie era in attesa del primo figlio della coppia, per maggio 2009.[1] Marie ha partorito un figlio maschio al Rigshospitalet il 4 maggio 2009 alle 4.57 del mattino.[2] I nomi del piccolo, Principe Henrik Carl Joachim Alain, sono stati rivelati al suo battesimo, che ha avuto luogo il 26 luglio 2009 nella Chiesa di Møgeltønder.[3]

Il 24 agosto 2011, la corte reale danese ha annunciato che la Principessa Marie era in attesa del secondo figlio della coppia, per gennaio 2012.[4] Il 24 gennaio 2012, la Principessa Marie ha partorito una bambina.[5] La Principessa ha ricevuto i nomi di Athena Marguerite Francoise Marie ed è stata battezzata il 20 maggio 2012 sempre nella Chiesa di Møgeltønder.

La principessa Marie è anche madrina della figlia di Oscar e Britt Davidsen Siesbye, a sua volta madrina del Principe Henrik. Nell'ottobre 2009 è diventata madrina di Agathe Anna Steenstrup, figlia di Peter e Henriette Steenstrup, il cui figlio era, a sua volta, paggio al matrimonio di Joachim e Marie. È anche madrina della figlia del principe ereditario Frederik e principessa ereditaria Mary, la principessa Josephine.

Titoli e trattamento[modifica | modifica wikitesto]

  • 6 febbraio 1976 – 24 maggio 2008: Signorina Marie Agathe Odile Cavallier.
  • 24 maggio 2008 – oggi: Sua Altezza Reale Principessa Marie di Danimarca, Contessa di Monpezat.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Stemma di Marie, Principessa di Danimarca
Coat of arms of Princess Marie of Denmark.svg

Onorificenze danesi[modifica | modifica wikitesto]

Dama dell'Ordine dell'Elefante - nastrino per uniforme ordinaria Dama dell'Ordine dell'Elefante
— 24 maggio 2008
Dama dell'Ordine famigliare reale della regina Margherita II - nastrino per uniforme ordinaria Dama dell'Ordine famigliare reale della regina Margherita II
Medaglia commemorativa per il settantacinquesimo genetliaco di Sua Altezza Reale il Principe Consorte - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia commemorativa per il settantacinquesimo genetliaco di Sua Altezza Reale il Principe Consorte
— 11 giugno 2009
Medaglia commemorativa per il settantesimo genetliaco di Margherita II - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia commemorativa per il settantesimo genetliaco di Margherita II
— 16 aprile 2010
Medaglia del giubileo di rubino di Margherita II - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia del giubileo di rubino di Margherita II
— 14 gennaio 2012
Medaglia commemorativa per il settantacinquesimo genetliaco di Margherita II - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia commemorativa per il settantacinquesimo genetliaco di Margherita II
— 16 aprile 2015[6]
Medaglia d'oro della Regina Margherita II e il Principe Enrico - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'oro della Regina Margherita II e il Principe Enrico
— 10 giugno 2017
Medaglia commemorativa del Principe Enrico - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia commemorativa del Principe Enrico
— 11 giugno 2018

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Dama di Gran Croce dell'Ordine di Beneficenza (Grecia) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine di Beneficenza (Grecia)
— 18 maggio 2009[7]
Commendatore di Gran Croce dell'Ordine della Rosa Bianca (Finlandia) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore di Gran Croce dell'Ordine della Rosa Bianca (Finlandia)
— 5 aprile 2013[8][9]
Dama di Gran Croce dell'Ordine della Corona (Paesi Bassi) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine della Corona (Paesi Bassi)
— 17 marzo 2015[10]
Dama di Gran Croce dell'Ordine Reale Norvegese di Sant'Olav (Norvegia) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine Reale Norvegese di Sant'Olav (Norvegia)
— 22 maggio 2015[11]
Fascia dell'Ordine dell'Aquila azteca (Messico) - nastrino per uniforme ordinaria Fascia dell'Ordine dell'Aquila azteca (Messico)
— 13 aprile 2016[12]
Dama di Gran Croce dell'Ordine del Falcone (Islanda) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine del Falcone (Islanda)
— 24 gennaio 2017[13]
Dama di Gran Croce dell'Ordine di Leopoldo II (Belgio) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine di Leopoldo II (Belgio)
— 28 marzo 2017[14]
Grand'Ufficiale dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Grand'Ufficiale dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia)
— 7 aprile 2017[15]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Prince Joachim and Princess Marie are expecting a child Archiviato il 25 novembre 2010 in Internet Archive.
  2. ^ The Danish Monarchy -- A Prince is born Archiviato il 5 maggio 2009 in Internet Archive.
  3. ^ (DA) Prinsen hedder Henrik Carl Joachim Alain
  4. ^ (DA) Endnu et barn på vej i kongefamilien Archiviato il 23 novembre 2011 in Internet Archive.
  5. ^ The Danish Monarchy -- A Princess Is Born
  6. ^ Hola
  7. ^ Template:Cita noticia
  8. ^ Template:Cita noticia
  9. ^ (EN) Tiara Watch: A State Visit in Denmark, su orderofsplendor.blogspot.com, 8 aprile 2013. URL consultato il 30 luglio 2018.
  10. ^ Getty Images Archiviato il 24 settembre 2015 in Internet Archive.
  11. ^ (NO) Tildelinger av ordener og medaljer, su kongehuset.no. URL consultato il 1º agosto 2018.
  12. ^ http://dof.gob.mx/nota_detalle.php?codigo=5432464&fecha=08/04/2016/
  13. ^ (EN) Tiara Watch of the Day: January 25, su orderofsplendor.blogspot.com, 25 gennaio 2018. URL consultato il 30 luglio 2018.
  14. ^ Vanitatis
  15. ^ (EN) Brittani Barger, Princess Marie of Denmark receives highest French order, su royalcentral.co.uk, 8 aprile 2017. URL consultato il 21 luglio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]