Marie Cavallier

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Marie Cavallier
La principessa Marie nel 2013
Principessa di Danimarca
Contessa di Monpezat
Stemma
Stemma
In caricadal 24 maggio 2008
(16 anni e 6 giorni)
Nome completofrancese: Marie Agathe Odile
italiano: Maria Agata Odilia
TrattamentoSua Altezza Reale
NascitaParigi, Francia, 6 febbraio 1976 (48 anni)
DinastiaSchleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg per matrimonio
PadreAlain Cavallier
MadreFrançoise Moreau
ConsorteGioacchino di Danimarca
FigliHenrik
Athena
ReligioneCattolicesimo romano per nascita
Luteranesimo danese per conversione

Marie Cavallier (nome completo in francese Marie Agathe Odile; Parigi, 6 febbraio 1976) è la seconda moglie del principe Gioacchino di Danimarca dal 2008.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia e istruzione[modifica | modifica wikitesto]

Marie è nata a Parigi nel 1976, figlia di Alain Cavallier (1940), comproprietario di un'agenzia pubblicitaria, e di Françoise Moreau (1945), proprietaria dell'hotel "Châteu de la Vernède", situato vicino Avignone.[1][2] La sua nonna paterna fu Odile Labesse (1918-2016), che sposò in seconde nozze il barone Jean Brunet de Sairigné (1914-1998) nel 1951, ed è una trisnipote di Camille Cavallier.[3][4][5]

I suoi genitori divorziarono quando aveva 11 anni.[2] Ha quattro fratellastri, Benjamin e Gregory Grandet (nati in Svizzera dalle prime nozze di sua madre), e Charles ed Edouard Cavallier (nati dalle seconde nozze di suo padre a Parigi).[1][6] Il 7 novembre 1987 sua madre sposò il consulente finanziario Christian Grassiot.[1]

Studiò nella capitale francese dal 1981 al 1989, anno in cui entrò al Collège Alpin International Beau Soleil di Villars-sur-Ollon, in Svizzera.[1] Vi tenne gli esami finali nel giugno 1993 e dal 1994 studiò economia e commercio internazionale all'Università di Ginevra.[1] Nel 1995 si spostò al Babson College di Boston e nel 1997 entrò al Marymount Manhattan College di New York, laureandosi nel 1999.[1] Oltre al francese, parla in danese, inglese, italiano e spagnolo.[1]

Carriera e matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate del 1994 lavorò a Parigi come assistente del responsabile delle pubbliche relazioni di Estée Lauder e, nell'estate del 1997, per l'amministratore delegato dell'ING Numismatic Group SA a Ginevra.[1] Durante gli studi fu attiva anche come insegnante di francese e dopo la laurea venne assunta a New York dalla DoubleClick come coordinatrice del marketing internazionale.[1]

Nel 2002 tornò a Parigi per lavorare al dipartimento stampa dell'agenzia pubblicitaria francese Media Marketing.[1] Divenne assistente dell'amministratore delegato di Radianz a Ginevra per l'agenzia di stampa Reuters nel 2004.[1] Nel gennaio del 2005 fece ritorno all'ING Numismatic Group SA, per ricoprire il ruolo di segretaria esecutiva fino al suo matrimonio.[1]

Nello stesso anno iniziò a frequentare Gioacchino di Danimarca, conosciuto nel 2002.[7] Il 3 ottobre 2007 venne annunciato il loro fidanzamento ufficiale.[7][8] Si sposarono il 24 maggio 2008 all'interno della chiesa di Møgeltønder.[8] Attraverso le nozze si convertì dalla fede cattolica al luteranesimo e divenne una cittadina danese.[1]

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2011 cominciò a formarsi professionalmente all'Agenzia Danese per la Gestione delle Emergenze (DEMA), di cui divenne primo tenente onorario.[1] Nel 2016 entrò nello staff dell'Agenzia come impiegata di progetto speciale nell'area della prevenzione.[1] Nello stesso anno prese parte al Pride di Copenaghen come rappresentante e patrona dell'AIDS-Fondet.[9]

Marie al Vadehavsfestival nel 2016

Nel 2018 partecipò alla competizione nazionale della Danish Civil Protection League (DCPL), in occasione del 40⁰ anniversario del concorso.[1] Dal 2021 ricoprì il ruolo di Rappresentante Culturale Speciale presso l'ambasciata della Danimarca a Parigi, allo scopo di rafforzare la cooperazione con la Francia.[1] Visitò la Maison du Danemark sugli Champs-Élysée, un centro espositivo sulla cultura e il commercio danesi.[1] Ha mantenuto l'incarico fino al 2023.[1]

Il 1⁰ dicembre 2022 ricevette l'Ordine delle arti e delle lettere dall'ambasciatore francese Christophe Parisot, in riconoscimento al suo lavoro per la promozione dei rapporti culturali franco-danesi.[10] Il 27 aprile del 2023 è stata nominata capo sezione à la suite della DEMA.[11]

Patrocini[modifica | modifica wikitesto]

Marie Cavallier è protettrice o ricopre incarichi per le seguenti organizzazioni:[1]

  • DanChurchAid (dal 2011);[12]
  • AIDS-Fondet;
  • Alliance Française in Danimarca;
  • Copenhagen Cooking & Food Festival;
  • Associazione Danese dello Sci;
  • Commissione nazionale danese dell'UNESCO;
  • Casa dello Studente Danese a Parigi;
  • Associazione Epilessia;
  • Folkekirkens Nødhjælp;
  • Centro Kattegat;
  • Associazione Nazionale dell'Autismo;
  • Le Souvenir Français - Den Danske Komité;
  • New Nordic Jewellery and Watch Show;
  • Premio letterario degli Ambasciatori Francofoni in Danimarca;
  • Schackenborg Fonden;
  • Tønder Festival;
  • Christian Den Fjerdes Laug i Aalborg;
  • Presidentessa onoraria della Sezione Danese del Lycée International;
  • Kongelig Mayestaits Acteurs;
  • Membro onorario della Foreningen til den ædle Hesteavls Fremme.

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Gioacchino e Marie con il personale del Rigshospitalet di Copenaghen tre giorni dopo la nascita della loro figlia

Marie Cavallier e Gioacchino di Danimarca hanno un figlio e una figlia:

  • S.E. Conte Henrik Carl Joachim Alain (Copenaghen, 4 maggio 2009);[13][14]
  • S.E. Contessa Athena Marguerite Françoise Marie (Copenaghen, 24 gennaio 2012).[15]

Titoli e trattamento[modifica | modifica wikitesto]

  • 6 febbraio 1976 - 24 maggio 2008: Marie Agathe Odile Cavallier
  • 24 maggio 2008 - attuale: Sua Altezza Reale, la principessa Marie di Danimarca, contessa di Monpezat

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Charles Georges Cavallier Camille Cavallier  
 
Thérèse Julie Mangeot  
Pierre Claude Cavallier  
Marie Thérèse Legris Charles Legris  
 
Marie Delcarte  
Alain Cavallier  
Georges Labesse ...  
 
...  
Odile Labesse  
Jeanne Marie Anne Prodon ...  
 
...  
Marie Cavallier  
... ...  
 
...  
...  
... ...  
 
...  
Françoise Moreau  
... ...  
 
...  
...  
... ...  
 
...  
 

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Stemma di Marie, Principessa di Danimarca

Onorificenze danesi[modifica | modifica wikitesto]

Dama dell'Ordine dell'Elefante - nastrino per uniforme ordinaria
— 24 maggio 2008
Dama dell'Ordine famigliare reale della regina Margherita II - nastrino per uniforme ordinaria
Medaglia commemorativa del 350º anniversario della Reale Guardia del Corpo Danese - nastrino per uniforme ordinaria
Medaglia commemorativa per il settantacinquesimo genetliaco di Sua Altezza Reale il Principe Consorte - nastrino per uniforme ordinaria
Medaglia commemorativa per il settantesimo genetliaco di Margherita II - nastrino per uniforme ordinaria
Medaglia del giubileo di rubino di Margherita II - nastrino per uniforme ordinaria
Medaglia commemorativa per il 75° genetliaco di Margherita II - nastrino per uniforme ordinaria
Medaglia d'oro della Regina Margherita II e il Principe Enrico - nastrino per uniforme ordinaria
Medaglia commemorativa del Principe Enrico - nastrino per uniforme ordinaria
Medaglia commemorativa del 80° genetliaco di S. M. la Regina - nastrino per uniforme ordinaria
Medaglia commemorativa del 50º anno del Giubileo del regno di S. M. la Regina - nastrino per uniforme ordinaria

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Dama di Gran Croce dell'Ordine di Leopoldo II (Belgio) - nastrino per uniforme ordinaria
Commendatore di Gran Croce dell'Ordine della Rosa Bianca (Finlandia) - nastrino per uniforme ordinaria
Grand'Ufficiale dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria
Ufficiale dell'Ordine delle arti e delle lettere (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria
«Per il suo significativo contributo all'arricchimento del patrimonio culturale francese.»
— 1º dicembre 2022[22]
Dama di Gran Croce dell'Ordine di Beneficenza (Grecia) - nastrino per uniforme ordinaria
Dama di Gran Croce dell'Ordine del Falcone (Islanda) - nastrino per uniforme ordinaria
Fascia dell'Ordine dell'Aquila azteca (Messico) - nastrino per uniforme ordinaria
Dama di Gran Croce dell'Ordine Reale Norvegese di Sant'Olav (Norvegia) - nastrino per uniforme ordinaria
Dama di Gran Croce dell'Ordine della Corona (Paesi Bassi) - nastrino per uniforme ordinaria
Dama di Gran Croce dell'Ordine al Merito Civile (Spagna) - nastrino per uniforme ordinaria

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t (DAEN) H.K.H. Prinsesse Marie, su kongehuset.dk. URL consultato il 14 novembre 2023.
  2. ^ a b (FR) Dominique Bonnet, La princesse Marie a 40 ans - Marie de Danemark, une vie en photos, su parismatch.com, 6 febbraio 2016. URL consultato il 14 novembre 2023.
  3. ^ (DA) Henrik Salling, Prinsesse Marie i sorg: Farmor er død, su billedbladet.dk, 19 ottobre 2016. URL consultato il 14 novembre 2023.
  4. ^ (EN) Odile Françoise Marguerite Marie Labesse (1918 - 2016), su wikitree.com. URL consultato il 14 novembre 2023.
  5. ^ (DAEN) Baronesse Odile de Sairigné er i dag død, su kongehuset.dk, 18 ottobre 2016. URL consultato il 14 novembre 2023.
  6. ^ (EN) Princess Marie of Denmark: 4 Things You Need To Know, su mandy-on-monarchy.com. URL consultato il 14 novembre 2023.
  7. ^ a b (EN) Denmark's Prince Joachim to marry French girlfriend, su reuters.com, 3 ottobre 2007. URL consultato il 14 novembre 2023.
  8. ^ a b (EN) Susan Flantzer, Princess Marie of Denmark, su unofficialroyalty.com, 7 settembre 2014. URL consultato il 14 novembre 2023.
  9. ^ (DA) Marianne Singer, Historisk øjeblik: Prinsesse Marie gik med ved Copenhagen Pride-optog, su billedbladet.dk, 20 agosto 2016. URL consultato il 14 novembre 2023.
  10. ^ (FR) Nicolas Fontaine, La princesse Marie reçue officier de l'ordre des Arts et des Lettres à l'ambassade de France, su histoiresroyales.fr, 4 dicembre 2022. URL consultato il 14 novembre 2023.
  11. ^ (DAEN) H.K.H. Prinsesse Marie udnævnt til sektionsleder à la suite i Beredskabsstyrelsen, su kongehuset.dk, 27 aprile 2023. URL consultato il 14 novembre 2023.
  12. ^ (EN) Our Patron - Princess Marie, su danchurchaid.org. URL consultato il 14 febbraio 2024.
  13. ^ (ENFRDA) A Prince is born, su kongehuset.dk, 5 maggio 2009. URL consultato il 14 novembre 2023 (archiviato dall'url originale il 5 maggio 2009).
  14. ^ (DA) Rasmus Strøyer, Prinsen hedder Henrik Carl Joachim Alain, su dr.dk, 26 luglio 2009. URL consultato il 14 novembre 2023.
  15. ^ (DAEN) H.E. Komtesse Athena, su kongehuset.dk. URL consultato il 14 novembre 2023.
  16. ^ Royal Life Guards
  17. ^ Hola
  18. ^ Vanitatis
  19. ^ (EN) Princess Mary and Princess Marie of Denmark dazzle in Copenhagen, in Hello Magazine, 6 aprile 2013. URL consultato il 15 luglio 2018.
  20. ^ (EN) Tiara Watch: A State Visit in Denmark, su The Royal Order of Sartorial Splendor, 8 aprile 2013. URL consultato il 30 luglio 2018.
  21. ^ (EN) Brittani Barger, Princess Marie of Denmark receives highest French order, su Royal Central, 8 aprile 2017. URL consultato il 21 luglio 2018.
  22. ^ (EN) 01-12-2022 Today Princess Marie received the French 'Ordre des Arts et des Lettres' at a gala dinner at the French Embassy in Copenhagen, su Instagram. URL consultato il 1º dicembre 2022.
  23. ^ (EN) President of Greece State Visit To Denmark, in Getty Images. URL consultato il 15 luglio 2018.
  24. ^ (EN) Tiara Watch of the Day: January 25, su The Royal Order of Sartorial Splendor, 25 gennaio 2018. URL consultato il 30 luglio 2018.
  25. ^ Gobierno de México
  26. ^ (NO) Tildelinger av ordener og medaljer, su Kongehuset. URL consultato il 1º agosto 2018.
  27. ^ Getty Images Archiviato il 24 settembre 2015 in Internet Archive.
  28. ^ Bollettino Ufficiale di Stato

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]