Madre!

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Madre!
Madre!.png
Jennifer Lawrence in una scena del film
Titolo originaleMother!
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2017
Durata121 min
Rapporto2,35 : 1
Genereorrore, thriller, drammatico
RegiaDarren Aronofsky
SceneggiaturaDarren Aronofsky
ProduttoreDarren Aronofsky, Scott Franklin, Ari Handel
Produttore esecutivoMark Heyman, Jeff G. Waxman
Casa di produzioneProtozoa Pictures
Distribuzione (Italia)20th Century Fox
FotografiaMatthew Libatique
MontaggioAndrew Weisblum
Effetti specialiMario Dumont
MusicheJóhann Jóhannsson
ScenografiaPhilip Messina
CostumiDanny Glicker
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Madre! (Mother!, reso graficamente come mother!) è un film del 2017 scritto, diretto e co-prodotto da Darren Aronofsky, con protagonisti Jennifer Lawrence e Javier Bardem.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una coppia apparentemente serena vive in una casa in mezzo ad una foresta. L'ordine delle cose viene interrotto dall'arrivo di uno sconosciuto. Il marito della coppia, famoso scrittore, decide di ospitare quest'ultimo senza l'appoggio della moglie. Poco dopo lo sconosciuto viene raggiunto dalla propria moglie nella casa della coppia; i due sconosciuti verranno poi raggiunti anche dai propri figli.

Il primo intruso arrivato nella casa si scopre essere moribondo, il quale, essendo un grande fan dello scrittore, aveva voglia di conoscere l'uomo prima di morire. Dopo un susseguirsi di eventi catastrofici tra cui un omicidio tra fratelli, scontri fra polizia e civili, fan dello scrittore assetati di "sangue", incendi, ed il tutto all'interno della casa, si ritorna all'inizio.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ottobre 2015 viene riportato che Jennifer Lawrence è in trattative per prendere parte al film di Darren Aronofsky, al tempo senza titolo.[1] Nel gennaio 2016 il progetto viene acquistato dalla Paramount Pictures, e Javier Bardem entra in trattative per affiancare la Lawrence.[2] Nell'aprile seguente si uniscono al cast Domhnall Gleeson, Michelle Pfeiffer, Ed Harris e Brian Gleeson.[3] Nel marzo 2017 viene rivelato che anche Kristen Wiig fa parte del cast.[4]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Il budget del film è stato di 30 milioni di dollari,[5] e le riprese del film si svolgono a Montréal nell'estate 2016.[6] Durante le riprese di una scena intensa, Jennifer Lawrence è andata in iperventilazione e si è dislocata una costola.[7]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Le musiche del film sono state composte da Jóhann Jóhannsson, ma non sono state utilizzate nella versione definitiva che risulta priva di colonna sonora.[8] Si tratta del primo film di Aronofosky non musicato da Clint Mansell.[9]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo teaser trailer del film viene diffuso il 31 luglio 2017,[10] mentre l'8 agosto seguente viene diffuso il trailer esteso.[11]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Cast e regista alla conferenza stampa del Festival di Venezia 2017.

Il film è stato proiettato in concorso alla 74ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.[12] La pellicola è stata distribuita nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 15 settembre 2017, mentre in quelle italiane dal 28 settembre seguente.[11]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha debuttato al terzo posto nel suo primo weekend statunitense, incassando 7,5 milioni di dollari.[13] A fine corsa, il film ha incassato 44,1 milioni di dollari in tutto il mondo, di cui 17,8 negli Stati Uniti.[14]

La pellicola ottiene dal pubblico un punteggio pari a F, che corrisponde alla valutazione più bassa, al CinemaScore, un punteggio ottenuto solo da una dozzina di film da quando è stato creato l'indice.[13]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato accolto negativamente alla 74ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, ricevendo fischi alla fine della proiezione.[15]

Sul sito Rotten Tomatoes ottiene il 69% delle recensioni professionali positive con un voto medio di 6,8 su 10, basato su 296 critiche,[16] mentre su Metacritic ottiene un punteggio di 75 su 100 basato su 51 recensioni.[17]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato incluso nella classifica dei 25 migliori film dell'anno dalla rivista Sight & Sound, posizionandosi al diciannovesimo posto.[20]

Nell'edizione dei Razzie Awards 2017, il film riceve tre candidature per la peggior attrice (Jennifer Lawrence), il peggior attore non protagonista (Javier Bardem) e il peggior regista (Darren Aronofsky).[21]

Espedienti narrativi[modifica | modifica wikitesto]

Il film utilizza la Bibbia come espediente narrativo per rappresentare il rapporto tra gli esseri umani e la Madre Terra.[22] Il regista e la stessa Jennifer Lawrence hanno dichiarato che la narrazione fa uso di riferimenti biblici ed in particolare la Lawrence ha sostenuto che il suo personaggio rappresenta "la Madre Terra; Javier, il cui personaggio è un poeta, rappresenta invece Dio, un creatore, Michelle Pfeiffer e Ed Harris sono Adamo ed Eva, poi ci sono anche Caino e Abele e lo stesso ambiente in cui si svolge il tutto somiglia al Giardino dell'Eden."[23]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Justin Kroll, Jennifer Lawrence in Talks to Star in Darren Aronofsky’s Next Film (EXCLUSIVE), su Variety, 15 ottobre 2016. URL consultato l'8 agosto 2017.
  2. ^ (EN) Justin Kroll, Darren Aronofsky’s Film Starring Jennifer Lawrence Lands at Paramount (EXCLUSIVE), su Variety, 11 gennaio 2017. URL consultato l'8 agosto 2017.
  3. ^ (EN) Borys Kit, Michelle Pfeiffer, Domhnall Gleeson Joining Jennifer Lawrence in Darren Aronofsky Drama (Exclusive), su The Hollywood Reporter, 15 aprile 2016. URL consultato l'8 agosto 2017.
  4. ^ (EN) Anita Busch, Kristen Wiig In Negotiations To Star In ‘Where’d You Go Bernadette?’, su Deadline.com, 23 marzo 2017. URL consultato l'8 agosto 2017.
  5. ^ (EN) mother!, Box Office Mojo. URL consultato il 18 settembre 2017.
  6. ^ (EN) Julie Miller, Cover Story: Jennifer Lawrence, Star without a Script, su Vanity Fair, 21 novembre 2016. URL consultato l'8 agosto 2016.
  7. ^ Mirko D'Alessio, Madre!: Jennifer Lawrence si è dislocata una costola sul set a causa di una scena troppo intensa, badtaste.it, 10 agosto 2017. URL consultato il 10 agosto 2017.
  8. ^ (EN) Chris O'Falt, ‘mother!’: Why Darren Aronofsky and Jóhann Jóhannsson Scrapped the Original Score for a More Expressive Soundscape, su IndieWire, 9 settembre 2017. URL consultato il 2 ottobre 2017.
  9. ^ (EN) Chris Cabin, Darren Aronofsky Teases Details of His New, Enigmatic Drama; Won’t Be Collaborating with Clint Mansell, su Collider, 11 ottobre 2016. URL consultato l'8 agosto 2017.
  10. ^ Matteo Tosini, Mother!, in arrivo il trailer del nuovo film di Darren Aronofsky, ecco un breve assaggio, badtaste.it, 31 luglio 2017. URL consultato il 31 luglio 2017.
  11. ^ a b (EN) Mirko D'Alessi, Venezia 74 – Madre!, Jennifer Lawrence nel primo trailer del film di Darren Aronofsky, su BadTaste.it, 8 agosto 2017. URL consultato l'8 agosto 2017.
  12. ^ Andrea Francesco Berni, Venezia 74: ecco tutti i film che saranno al Festival!, badtaste.it, 31 luglio 2017. URL consultato il 31 luglio 2017.
  13. ^ a b Andrea Francesco Berni, Box-Office USA: l’inarrestabile It vince il weekend con 60 milioni di dollari, badtaste.it, 18 settembre 2017. URL consultato il 18 settembre 2017.
  14. ^ (EN) mother!, Box Office Mojo. URL consultato il 15 novembre 2017.
  15. ^ Stefania Ulivi, Mostra di Venezia 2017: Diluvio di fischi su «mother!», il film più atteso con Lawrence e Bardem è un flop, Corriere della Sera, 5 settembre 2017. URL consultato il 5 settembre 2017.
  16. ^ (EN) Mother! (2017), su Rotten Tomatoes. URL consultato il 18 ottobre 2017.
  17. ^ (EN) mother! 2017, su Metacritic. URL consultato il 19 settembre 2017.
  18. ^ Andrea Francesco Berni, VES Awards: Blade Runner 2049 e The War: il Pianeta delle Scimmie dominano le nomination, badtaste.it, 16 gennaio 2018. URL consultato il 19 gennaio 2018.
  19. ^ (EN) Dave McNary, ‘Black Panther,’ ‘Walking Dead’ Rule Saturn Awards Nominations, Variety, 15 marzo 2018. URL consultato il 17 marzo 2018.
  20. ^ Pierre Hombrebueno, I 25 migliori film del 2017 secondo il sondaggio annuale di Sight & Sound, Best Movie, 5 dicembre 2017. URL consultato il 6 dicembre 2017.
  21. ^ Razzie 2018: Transformers – L’Ultimo Cavaliere, La Mummia e Madre! fra le pellicole nominate!, badtaste.it. URL consultato il 26 febbraio 2018.
  22. ^ Darren Aronofsky Confirms What ‘mother!’ Is Really About, su collider.com.
  23. ^ Mother! explained: what does it all mean, and what on earth is that yellow potion?, su telegraph.co.uk.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema